Come tenere il registro infortuni

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il registro infortuni è un documento molto importante in un'azienda. Fa parte di tutta una serie di atti da aggiornare di pari passo con la vita dell'azienda. Nel registro infortuni bisogna annotare tutti quegli infortuni accaduti ad un lavoratore durante l'esercizio del suo ruolo che lo obblighino a fare un'assenza per più di un giorno. Il registro infortuni è obbligatorio sia per le aziende private che per quelle pubbliche, secondo una legge precisa, ovvero il Decreto Legislativo 81/2008. In questa guida vedremo come tenere il registro infortuni nel modo corretto.

27

Occorrente

  • Registro infortuni
  • Azienda che abbia almeno un lavoratore al suo interno
37

In ogni azienda che si rispetti, bisogna conservare il registro infortuni direttamente in sede per quattro anni dall'ultima trascrizione di infortuni. Non dobbiamo assolutamente trasportare questo registro in un altro luogo se non in azienda. In ogni momento possiamo essere passibili di controllo da parte dell'organo di vigilanza. L'unica eccezione riguarda tutti quei luoghi in cui il lavoro si protrae per periodi brevi. In questo caso infatti, si considera che la mobilità dell'azienda rende difficile conservare il registro infortuni sempre nello stesso posto. Per questo motivo è sufficiente tenere il registro infortuni nella sede dell'azienda e non sul luogo di lavoro.

47

Il registro infortuni spetta a tutte quelle aziende che abbiano almeno un lavoratore al loro interno. Ovviamente, non riguarda solo i dipendenti, ma anche le categorie di persone quali i soci, tirocinanti e studenti, nel caso si tratti di università o scuole di qualsiasi genere. Per tenere il registro infortuni, è necessario compilare un modello acquistabile nei negozi specializzati in documentazione da ufficio. Infatti esistono dei requisiti ben precisi per questo registro, stabiliti dalla legge vigente. Tenere un registro infortuni non è poi così difficile. Basta seguire le indicazioni del modello. Bisogna inserire alcuni dati fondamentali, a partire dal numero progressivo dell'infortunio e la data dell'avvenimento. Poi dovremo trascrivere anche il giorno in cui il lavoratore ha ripreso a lavorare, i suoi dati anagrafici e quelli relativi alla qualifica professionale.

Continua la lettura
57

Per quanto riguarda l'infortunio, è importante trascrivere dettagliatamente in cosa consiste l'avvenimento. Dovremo descrivere la causa, il luogo e le conseguenze che questo infortunio ha provocato al lavoratore. Infine non dimentichiamo di inserire i giorni di malattia con l'eventuale invalidità. Solo così sarà possibile tenere il registro infortuni nel modo corretto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Compilare con precisione e senza errori i campi del registro infortuni
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come assicurarsi contro gli infortuni domestici

Da ormai qualche anno, è ormai diventata obbligatoria l'assicurazione contro gli infortuni che riguardano le casalinghe. Qualora voi svolgeste il mestiere di casalinga, sappiate che vi sarà molto utile seguire questa guida. Infatti, passo dopo passo,...
Aziende e Imprese

Come aprire una caffetteria

Il nostro paese è famoso per la qualità e bontà del caffè. Esistono ormai moltissimi locali in cui la gente può sedersi a parlare mentre sorseggia una buona tazza di caffè, oppure una qualsiasi altra bevanda, in totale relax. Qualora siate interessati...
Aziende e Imprese

Come costituire una associazione sportiva dilettantistica

Lo sport è salutare per il corpo e per la mente: in virtù di ciò, molte persone ne vengono coinvolte e nascono, sempre più di frequente, le associazioni sportive di natura dilettantistica. Per costituire un'associazione sportiva dilettantistica occorre...
Banche e Conti Correnti

Come aprire una ditta in Svizzera

La crisi economica che ha attraversato il nostro Paese in questi ultimi anni ha indotto molti connazionali a cercare fortuna in altri Stati europei, nonostante questi ultimi abbiano dovuto a loro volta fare i conti con una recessione non indifferente....
Aziende e Imprese

Come aprire un negozio Di Giochi E Giocattoli

L'avviare un'attività commerciale oggigiorno potrebbe essere molto complicato, anzi alquanto rischioso. Se seguirete però gli accorgimenti giusti ed anche i consigli che vi daremo, il compito potrebbe risultare piuttosto semplice e facile. In tale articolo...
Aziende e Imprese

Come creare un'impresa di autotrasporto

Realizzare una fiorente società personale non è un'azione di poco conto, figuriamoci poi se abbiamo in mente un'impresa di autotrasporto. Durante questo percorso ci troveremo immediatamente a dover intraprendere un insieme di scelte decisive (come l'adibire...
Aziende e Imprese

10 cose da fare per costituire una associazione di volontariato

Avviare un'associazione di volontariato potrebbe essere un'idea molto valida per fare qualcosa di utile per sé stessi e gli altri. Il settore del no profit rappresenta infatti una risorsa importante per svolgere tutte quelle attività di sostegno alla...
Aziende e Imprese

Come aprire un'agenzia di assicurazioni

Se avete racimolato almeno tre anni di lavoro presso un'agenzia assicurativa, avete già buona parte dei requisiti necessari per poter aprire un'agenzia di assicurazioni. In questa guida verrà descritto l'iter che bisogna percorrere per poterla aprire,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.