Come superare l'esame da promotore finanziario

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
110

Introduzione

Esistono moltissimi lavori che i ragazzi di oggi vogliono intraprendere per dare una svolta nella loro vita, ma non sempre è facile intraprendere il corretto corso di studi che potrà portare al coronamento dei propri sogni. Soprattutto quando questi richiedono fatica e sudore.
Attualmente moltissime ragazzi si stanno interessando all'ambito finanziario, per poter così accrescere le loro abilità in quel settore e riuscire ad ottenere posizioni di rilievo e ben pagate. Tra le attività che stanno emergendo in questi anni, c'è quella del promotore finanziario, una figura importante e di spicco a cui rivolgersi per poter fare qualche investimento.
La professione dei Promotori Finanziari è abbastanza in voga attualmente, e rappresenta quella figura professionale che si occupa di investire e ricollocare le risorse di un risparmiatore, in modo da fargli ottenere profitto. Il requisito principale per svolgerla è superare un esame di abilitazione. Il Testo Unico della Finanza (TUF) prevede che il Promotore Finanziario debba inoltre essere iscritto a un apposito Albo. In base al Regolamento Ministeriale n. 472/98, i soggetti iscritti devono possedere i requisiti di onorabilità (art. 1) e professionalità (art. 3), intesa come possesso del diploma d’istruzione secondaria superiore e maturazione delle specifiche esperienze lavorative in ambito finanziario (art. 4). Per tutti gli altri casi occorre superare una prova scritta atta a verificare le conoscenze specifiche di determinate materie. Vediamo perciò come ottimizzare al massimo lo studio, al fine di superare al meglio l’esame per l’iscrizione. In questa guida daremo utili consigli in merito a tutti coloro che vogliono intraprendere questa carriera. Mettiamoci al lavoro quindi.

210

Occorrente

  • Libro di testo
  • Computer
  • Internet
310

Il primo ingrediente per raggiungere questo obiettivo è senza dubbio riuscire a condurre un buono studio per il superamento della prova d'esame. Questa prevede un Test di 60 quesiti a risposta multipla, estratti da un database di circa 5000 domande. In caso di risposta sbagliata non ci sono penalizzazioni ma il punteggio minimo da raggiungere per superare la prova è 80/100.

410

Le materie oggetto di studio non sono affatto semplici, gli argomenti sono complessi, ma approfondirli troppo non servirebbe né all'atto pratico del futuro impiego, né per avere maggiori certezze di superare l’esame. Il testo che dovrete adottare per studiare non dovrà essere troppo specializzato e specifico né troppo superficiale, ma finalizzato esclusivamente al superamento dell’esame. Una volta scelto, occorrerà sviluppare un piano di studi da seguire rigidamente, prendendo in considerazione che, terminato lo studio, sarete solo a metà dell’opera.

Continua la lettura
510

Per mettere in pratica la vostra preparazione, l’Organismo dell’Albo dei Promotori Finanziari mette a disposizione sul proprio sito, un simulatore con tutte le domande del database che vi potrebbero eventualmente capitare nella prova di esame. Previa registrazione infatti potete accedere nell’area riservata agli “Aspiranti Promotori”, e dopo aver eseguito l’accesso cliccate su “Preparati alla prova” e “vai al Workspace”. Si aprirà una nuova finestra in cui avrete a disposizione un grafico che vi riassumerà il numero di risposte esatte, errate e non date per ogni singola materia, mentre sulla sinistra troverete il menù mediante il quale è possibile scegliere diverse opzioni. Andate alla voce “Mettiti alla prova” e “Inizia la simulazione”. Apparirà la stessa schermata che troverete al momento dell’esame con l’indicazione delle domande, delle risposte, del tempo rimanente e il tasto “termina” che interrompe la prova. Una volta terminato il test, il simulatore calcolerà il voto ottenuto dandovi la possibilità di controllare eventuali errori commessi.

610

Il primo Test, nonostante lo studio, è difficile che vada bene. Prendere 60/100 è un'impresa molto ardua, poiché il test si compone di domande a volte equivoche, altre molto specifiche. L’importante è non scoraggiarsi e tenere comunque bene a mente che è solo una simulazione. Il primo risultato servirà solamente ad avere una base di partenza oggettiva per valutare il miglioramento che otterremo.

710

'E di importanza fondamentale verificare su quale materia avete commesso più errori. Tornando nell’Home del Workspace, il grafico apposito vi aiuterà in questa analisi. Per approfondirla, andate nella pagina principale del sito, cliccate su “La prova valutativa" e poi “Materie e quesiti”. A sinistra appariranno le materie oggetto di studio ed entrate in quella che necessita maggiori approfondimenti. In fondo alla pagina troverete l’elenco dei contenuti e sulla destra il database delle domande di ogni singolo contenuto in formato PDF. In questo modo se scaricherete i file di tutti i contenuti riguardanti ogni materia, otterrete l’intero database, composto dalle 5.000 domande.

810

Preferibilmente converrebbe partire dalla materia nella quale sono stati fatti più errori, e che quindi necessita di un ulteriore approfondimento, anche studiando bene le domande, che non significa impararle a memoria. Come prima cosa infatti occorre comprenderne la logica per evitare errori legati all’errata interpretazione del quesito, poiché non di rado un singolo termine pone il limite tra una risposta giusta e una sbagliata, e comprenderlo, anche con l’ausilio del testo che abbiamo in precedenza utilizzato, vi può aiutare immensamente. Terminato lo studio di tutte le domande della materia, verificate la preparazione tornando sul Workspace. Nella colonna a sinistra troverete “Studia per materia” e “Scegli la materia e inizia”. In questa sessione avrete la possibilità di affrontare il test sul singolo argomento approfondito. In ogni modo vi consigliamo di ripetere la fase di studio delle domande fino a quando non si raggiunge un punteggio di almeno 85/100.

910

Giunti a questo primo traguardo intermedio potete proseguire facendo una nuova simulazione generale. Dunque analizzate nuovamente su quale argomento siete stati più deboli e partite con l’approfondimento della seconda materia, così come fatto in precedenza. Proseguendo con questa metodica arriverete al punto di approfondire tutte le materie e di ottenere un punteggio minimo di 85/100 nella simulazione generale, cosicché sarete pronti per sostenere l'esame finale.
Certamente superare l'esame per diventare promotore finanziario non è per nulla semplice. Occorrerà molto studio e molta pazienza per riuscire nell'impresa, e poter così avere la possibilità di avere un lavoro ben pagato. Se non sapete come fare e l'esame vi preoccupa, non abbiate paura, i consigli di questa guida vi saranno certamente utili per sapere cosa studiare con più precisione ed arrivare preparati al fatidico giorno. Potreste avvaleri anche dei consigli di qualche esperto, che possa suggerirvi come muovervi e cosa studiare. Con un po' di impegno e buona volontà otterrete ottimi risultati. Non mi resta che augurarvi quindi buono studio e tanta fortuna.
Alla prossima.

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare il Regolamento Ministeriale n. 472/98
  • Consultare il TUF

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare un promotore di eventi

Il promotore è una professione finalizzata alla commercializzazione di eventi che spaziano tra concerti, feste e manifestazioni sportive e culturali. Se ami stare tra la gente, se ti incuriosisce ogni novità, se il web è il tuo ambiente naturale,...
Banche e Conti Correnti

Come investire in ETF

Quando si parla di ETF (Exchange Traded Fund) si intende un fondo d'investimento negoziabile sotto forma di azione. Questa soluzione è molto efficiente ed indicata nel caso in cui si voglia investire su un paniere di titoli anziché optare per acquisti...
Finanza Personale

Differenze tra fondi indicizzati e fondi comuni

Dal punto di vista dell'investitore i fondi indicizzati o ETF (cioè quotati sul mercato) e fondi comuni sono prodotti tra loro intercambiabili. In entrambi i casi parliamo comunque di un metodo per puntare su un mercato con una quantità di rischio...
Finanza Personale

Come sottoscrivere un fondo comune

Il fondo comune è una formula d'investimento che un risparmiatore può scegliere tra diverse possibilità offerte dalle banche. A differenza di altre soluzioni questa risulta essere più interessante ed a volte conveniente. È la soluzione maggiormente...
Lavoro e Carriera

Come diventare arbitro bancario finanziario

In Italia trovare un lavoro che dia una retribuzione perlomeno dignitosa è diventata davvero un'impresa quasi impossibile. Per questo riuscire ad arrivare a fine mese risulta essere davvero difficile per la maggior parte degli italiani. Studiare diventa...
Lavoro e Carriera

Come diventare analista finanziario d'impresa

Se sei deciso a lavorare nell'area dell'amministrazione e della finanza presso un'impresa e sei interessato a fare un lavoro d'ufficio con elevati livelli di responsabilità, se ti senti abile e veloce nei ragionamenti di calcolo, nei passi seguenti di...
Finanza Personale

Come dedurre l'ammortamento finanziario dei beni devolvibili

In questa guida vedremo come dedurre l'ammortamento finanziario dei beni gratuitamente devolvibili. Per prima cosa vediamo cosa sono questi beni. Per beni gratuitamente devolvibili, si intendono tutti quei beni ricevuti in concessione, che alla scadenza...
Finanza Personale

Guida ai tipi d'investimento finanziario

Il mercato finanziario è molto complesso e le possibilità di investimento sono tante: azioni, obbligazioni, fondi comuni, polizze ed altro ancora. Per cui, scegliere un investimento è sempre più difficile, soprattutto per chi non è competente in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.