Come sono tassate le opzioni binarie

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le opzioni binarie, come molti di voi sicuramente sapranno, sono lo strumento di trading finanziario più semplice che possa esistere. Secondo alcune previsioni, nel giro di un anno al massimo, diventerà molto importante essere in grado di dichiarare nella maniera più precisa possibile le proprie rendite ottenute attraverso le opzioni binarie, soprattutto in Europa. Ma come sono tassate le opzioni binarie? Questo è un tema scottante, e in questa guida vedremo nei dettagli come addentrarci in questa giungla intricata per comprendere come funziona e in cosa consiste la tassazione cui i trader sono soggetti, che comunque è meno grave di quello che si potrebbe pensare, e la conseguente regolamentazione.

26

La prima cosa da dire per venire a capo delle complicate regole in testa al trading, è che dichiarare al fisco i guadagni ottenuti attraverso le opzioni binarie è un preciso dovere di ogni trader. Appare sensato paragonare le opzioni binarie ai contratti derivati, e per questo motivo esse devono obbligatoriamente subire lo stesso trattamento fiscale. Ogni broker è tenuto a rispettare la direttiva MIFID in modo che ogni suo investimento sia regolamentato, ed inoltre essi sono autorizzati ad operare dalla CONSOB.

36

I profitti del trading, comprese tutte le transazioni eseguite, quando si è in regola con la dichiarazione dei beni vengono tassati al 26% attraverso un'imposta sostitutiva a norma dell'articolo 5 del D. Lgs. 461/1997. Secondo la legge, le minusvalenze finanziarie subite con il trading non sono deducibili, questo è quanto è stato stabilito dalle manovre finanziarie. Ovviamente questo discorso è valido soltanto per i broker che risiedono stabilmente in Italia.

Continua la lettura
46

Ormai quasi tutte le piattaforme di opzioni binarie stanno iniziando a prendere in considerazione l'eventualità di offrire direttamente il servizio di pagamento delle imposte, attraverso un'apposita documentazione che semplifichi al massimo la trafila burocratica. I broker residenti stabilmente in Italia potranno adottare un Regime Fiscale Amministrativo che funzionerà in questo modo: il trader sarà esonerato dallo svolgere le pratiche burocratiche poiché il broker eseguirà in sua vece una trattenuta del 20%. Questo anche perché le regole che dispongono quanto debba essere versato dipendono dal tipo di inquadramento giuridico della piattaforma di trading online. Ma l'aliquota sarà sempre la stessa, a prescindere dai vostri guadagni e in ogni caso sarà conveniente perché se foste dei liberi professionisti, tra tasse e contributi previdenziali ne paghereste senz'altro di più.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Opzioni binarie cosa sono e come sfruttarle

Le opzioni binarie sono uno degli ultimi ritrovati del web e rappresentano delle reali scommesse sull'andamento in borsa di un titolo, una valuta oppure una materia (come, ad esempio, l'oro e l'argento). Differentemente dal classico forex trading, esse...
Finanza Personale

Plusvalenze da opzioni binarie: il regime fiscale

Nella seguente guida si parlerà di plusvalenze da opzioni binarie e quindi del regime fiscale. L'ambito interessato è quello dell'investimento in relazione ai risultati ottenuti da specifiche tecniche di ingegneria finanziaria avanzata. Quando si parla...
Finanza Personale

5 cose da sapere sulle opzioni binarie

Senza dubbio, poter fare soldi sul web è un desiderio sempre più diffuso, e questo grazie al cosiddetto trading. Nello specifico si tratta infatti di un metodo per investire o vendere azioni sul mercato finanziario e borsistico, dove troviamo le opzioni...
Finanza Personale

Come cominciare a fare trading online

Il costante sviluppo del web, ha contribuito ad incrementare i modi di fare trading online. Il trading, consente di operare sui mercati finanziari standosene comodamente seduti in poltrona e scegliere metodi e modi migliori per investire i propri risparmi....
Finanza Personale

Come riconoscere un broker affidabile

È possibile trovare un un broker affidabile? Semplice! Grazie a questa guida, vi illustrerò alcune semplici indicazioni su come riconoscere un broker serio a cui affidarsi. La scelta del broker non è affatto facile come sembra, e per fare trading online,...
Finanza Personale

Come fare simulazione di trading online

Sempre più spesso, sentiamo parlare di trading e di tante storie di persone che riescono a guadagnare parecchio. Ma di cosa si tratta? Consiste nello comprare e acquistare vari tipi di titoli, in base alle vostre esigenze finanziarie, nel mercato borsistico....
Finanza Personale

5 cose da sapere prima di investire online

Con l'avvento del computer, il modo di vivere di molte persone è cambiato radicalmente; infatti, online è possibile fare di tutto, come ad esempio acquistare prodotti di ogni genere, consultare enciclopedie e soprattutto investire nel mercato finanziario....
Finanza Personale

Le 10 regole d'oro del forex trading online

Il forex trading online è il più grande mercato mondiale dove freneticamente avvengono all'istante migliaia di scambi sulle valute internazionali. La parola forex infatti è la fusione di due elementi: "foreign" che significa straniero e "exchange"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.