Come si utilizzano i fondi dei rischi e oneri

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La vita di un'azienda è caratterizzata da eventi che non possono essere previsti e che impattano sull'andamento economico. Inoltre l'esercizio annuale può chiudersi con una perdita quando i costi sono superiori ai ricavi. In questi casi l'azienda per far fronte a questi eventi l'impresa può utilizzare i fondi dei rischi e oneri. Questa sorta di riserva si utilizza proprio quando può avvenire una perdita per quei casi per cui è stata creata, colmando le disparità che sono in negativo. È molto impirtante ripianificare le perdite o colmare i disavanz improvvisi per evitare che questo gravino ulteriormente sulla situazione economica dell'azienda. Vediamo quindi attraverso questa guida come si utilizzano i fondi dei rischi e oneri.

24

Un esempio di utilizzo dei fondi per rischi e oneri

Facciamo un esempio per meglio comprendere le modalità di utilizzo dei fondi per rischi e oneri. I conti della nostra impresa presentano la seguente situazione patrimoniale: crediti verso clienti 10000 euro, crediti insoluti 1000 euro, fondo rischi su crediti 500 euro, fondo responsabilità civile 300 euro. Nella normale attività di gestione vengono eseguite le seguenti operazioni: vengono riscossi 300 euro dai crediti insoluti viene pagato un bonifico di 1000 euro in virtù di un danno commesso da un dipendente a terzi.

34

Modalità di copertura dei fondi

I 300 euro riscossi dai crediti insoluti coprono parzialmente l'importo di 1000 che l'impresa deve sostenere per risarcire il danno. Gli altri 700 euro del danno che bisogna pagare ricadono sulla gestione di impresa. Interviene a questo punto il fondo per rischi e oneri pari a 500 euro, per cui la gestione di impresa sarà impattata solo per 200 euro. In tal modo le imprese riescono a fronteggiare eventi della vita aziendale che possono creare notevoli difficoltà ai normali processi economici aziendali. Nel caso specifico se la nostra azienda avesse avuto a disposizione un fondo di 1000 euro questo avrebbe ricoperto interamente il danno economico senza togliere nulla dal bilancio di impresa.

Continua la lettura
44

L'accantonamento di fondi

Quando accadono gli eventi riportati in precedenza, i fondi entrano in funzione automaticamente nel momento, proprio quando l'azienda va in negativo. Quindi nel momento in cui si decide di creare questi fondi bisogna anche stabilire fare quanto denaro accantonare, svolgendo una stima di quanto potrebbe essere necessario. Di conseguenza bisogna prendere il tempo per dividere il capitale che si a disposizione per indirizzarlo nel modo che si ritiene più opportuno. Proseguiamo con un esempio: supponiamo che l'attività che svolgiamo, in quanto aperta al pubblico, può essere soggetta a responsabilità civile, quindi bisogna premuniamoci di un fondo contro danni a terzi o attivare un'assicurazione, in modo tale da esser sicuri di essere tutelati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'incasso delle ricevute bancarie

Con la presente guida ti presento gli aspetti contabili connessi all'operazione di incasso crediti mediante l'utilizzo delle ricevute bancarie, uno strumento molto utilizzato nella prassi commerciale. In particolare, ti spiego come contabilizzare in ciascuna...
Finanza Personale

Come trasferire fondi di investimento

Tra i motivi che impediscono agli investitori di chiudere i rapporti con una banca e aprirne altre con un nuovo istituto, quando la situazione è divenuta insostenibile per la lievitazione dei costi di gestione del conto corrente o magari per le difficoltà...
Previdenza e Pensioni

Fondi pensione: vantaggi

Negli ultimi tempi si stanno tenendo numerose discussioni in merito ad un argomento di fondamentale importanza per la popolazione: le pensioni. Nel corso della storia ci sono state numerose riforme per quanto riguarda i parametri da tener conto per l'assegnazione...
Richieste e Moduli

Denuncia cumulativa dei fondi rustici: normativa e prassi

Qualora sorgesse la necessità di affittare un immobile o di prenderlo in affitto, si dà vita ad un particolare contratto: quello di locazione, dove il locatore concede al locatario l'uso del proprio fabbricato, dietro corrispettivo di un prezzo che...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche alle vendite

Tra le poste di bilancio maggiormente rappresentative di un'impresa deve essere senza dubbio annoverata, nel conto economico, la voce "Ricavi di vendita" facente parte del gruppo A- Ricavi della produzione, del conto, che accoglie i componenti positivi...
Aziende e Imprese

Come preparare il conto economico

Il Conto Economico è un documento di bilancio che ha come finalità quella di dare per ogni periodo una serie di informazioni ai soci o al titolare dell'azienda in questione. Il suddetto Conto rileva, inoltre, quelli che sono i punti di forza e le aree...
Aziende e Imprese

Come Determinare I Principali Aggregati Economici Di Bilancio

Comunemente il bilancio, per fattori culturali, è visto come un aspetto amministrativo. Il fine della presente guida è di indicare le modalità di Determinare dei principali aggregati economici partendo dal volume d'affari fino ad arrivare all'utile...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'emissione di una ricevuta bancaria

È una valida alternativa di incasso, più snella e meno onerosa della classica cambiale. Si tratta di un documento, che accerta l'avvenuta riscossione di un debito, mediante la banca dove viene domiciliata. La ricevuta bancaria, nel linguaggio tecnico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.