Come si finanzia un'impresa

di Francesco Monteleone tramite: O2O difficoltà: media

Al fine di svolgere la propria attività, ogni impresa, necessita di disponibilità finanziarie. Queste rappresentano delle vere e proprie fonti di sopravvivenza per le ditte, in assenza delle quali infatti non potrebbero svolgere le loro manzioni. La difficoltà maggiore, si basa nell’individuare le forme di finanziamento più adeguate, in quanto abbiamo un’ampia possibilità di scelta. Tali forme di finanziamento, sono inoltre influenzate dal tipo di azienda, dalle sue dimensioni e dalla veste giuridica dell’azienda stessa, ma nella maggior parte dei casi possiamo individuare due tipi distinti di finanziamenti, ossia il capitale proprio e il capitale di terzi. Nei passi che seguono, ci occuperemo di vedere dettagliatamente, in cosa consistono questi tipi di finanziamenti e come si finanzia un'impresa.

Assicurati di avere a portata di mano: Capitale proprio

1 Il capitale proprio Nelle fasi iniziali dell'attività, la principale fonte di finanziamento è il capitale proprio. Questo perché, l'impresa gode ancora di fiducia da parte della banca a cui si appoggia. Con tale termine, si intende tutto l'insieme dei mezzi forniti dall'imprenditore stesso. Il capitale proprio è rappresentato dai conferimenti eseguiti dall’imprenditore o dai soci, al momento della costituzione dell’impresa. In tutte le società, tali conferimenti vanno a formare il capitale sociale, che è pari alla somma delle quote di cui sono titolari i soci. Oltre che mediante i conferimenti del titolare o dei soci, il capitale proprio può formarsi o accrescersi per il cosiddetto autofinanziamento derivante da utili non distribuiti.

2 Il capitale di terzi Con il trascorrere degli anni, le imprese sono soggette ad un inevitabile incremento di spese a cui devono necessariamente adempiere, spesso però il capitale proprio risulta del tutto insufficiente a finanziare l’intera attività aziendale. In questi casi, nasce la necessità di ricorrere all'utilizzo del capitale di terzi, che è rappresentato dai finanziamenti che l'impresa ottiene a titolo di "credito", sia sotto forma di prestiti, sia sotto forma di dilazioni di pagamento. Besandosi sulla scadenza, i prestiti possono essere a breve termine, cioè quelli che non superano i 12 mesi; a medio e lungo termine, che sono i mutui ottenuti prevalentemente presso banche e società finanziarie, i quali hanno scadenze variabili ma comunque oltre i 12 mesi e fino a 15 o 20 anni e anche più. Il capitale di terzi comprende debiti di finanziamento, stipulati dall'azienda per avere una somma di denaro, e debiti di funzionamento, costituiti dalle dilazioni di pagamento verso fornitori di beni o servizi.

Continua la lettura

3 Prestiti obbligazionari In fine, per finanziari le grandi imprese ricorrono anche all'uso di prestiti obbligazionari.  Questi sono molto simili ai prestiti bancari, ma, in questo caso, il prestito viene concesso da persone fisiche, enti o altre società.  Approfondimento Come inserire un mutuo nello stato patrimoniale (clicca qui) L'azienda deve pagare interessi periodici e, alla scadenza del prestito, deve restituire il capitale iniziale.  È doveroso precisare che l'uso dei prestiti obbligazionari, vengono presi in considerazione solo da imprese molto grandi che per finanziarlo hanno bisogno di ingenti somme di denaro.

4 Conclusione Come avete potuto dedurre dalla lettura dei passi precedenti, ogni impresa può appoggiarsi a numerose possibilità di scelta per potersi finanziare, ma deve considerare le diverse opzioni in base alle proprie necessità. Quindi, il tipo di finanziamento da adottare deve essere ben valutato prima di sottoscriverlo.

Alcuni link che potrebbero esserti utili: Le fonti di finanziamento delle aziende.

Come redigere l'analisi di bilancio Il bilancio d'esercizio, dal punto di vista sostanziale, è un ... continua » I finanziamenti per la costituzione di nuove imprese Se trovare un'occupazione alle dipendenze altrui è sempre più difficile ... continua » Come Determinare Il Ccno Come facilmente intuibile dal titolo della guida, ora ci dedicheremo a ... continua » 5 cose da fare per ottenere un finanziamento A causa della crisi che sta colpendo gli anni in corso ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come Calcolare il DSCR

Ogni società e impresa che si rispetti purtroppo deve far fronte a delle spese gestionali che comportano alcune volte dei rischi, ai quali è importante ... continua »

Come finanziare una srl

Probabilmente quasi tutti avrete sentito parlare delle SRL, ma, nel caso non lo sappiate, quest'acronimo sta per "Società a Responsabilità Limitata". Le SRL, in ... continua »

Come applicare l'IVA

In questa guida vedremo come applicare l'IVA. Per l'applicazione dell'Iva sono dunque necessari tre presupposti ovvero l'oggetto, il presupposto soggettivo e ... continua »