Come si fa una fattura

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando occorre emettere le prime fatture di una nuova gestione, ci si può facilmente trovare ad essere soggetti ad alcuni dubbi, ma questo fatto è abbastanza normale: fare una fattura non è difficoltoso ma le prime volte può sicuramente risultare una procedura non immediata. Ma nel momento in cui si apre una partita Iva, il problema della fatturazione si presenta solo in un secondo momento: prima di tutto è infatti necessario scegliere il regime fiscale a cui si intende aderire.
Una volta effettuata la propria scelta e stabilito il regime adatto alle vostre esigenze, si possono presentare alcuni "problemi", per questo motivo, nei prossimi passaggi, vi daremo dei consigli su come si fa una fattura.

24

Teoria e pratica

I primi dubbi che spesso si presentano sono di tipo teorico: ci si chiede quando va emessa la fattura, i casi in cui va emessa ed in cosa consiste il caso che riguarda cessioni di beni o prestazioni di servizi. Mentre i dubbi di tipo pratico riguardano principalmente il come fare la fattura vera e propria. Solitamente, per emettere delle fatture verso la clientela è sufficiente dotarsi di un piccolo foglio di calcolo in Excel dove sarà possibile gestire la fatturazione passiva con semplicità e flessibilità. Ricordiamo che la fattura va emessa in tutti i casi di cessione di beni o servizi da tutti i titolari di partita iva, salvo alcuni casi particolari come i venditori al dettaglio che la devono emettere su richiesta del cliente.

34

Inserimento delle cifre

Nella sezione dedicata alla base imponibile, dovrete indicare il valore del bene ceduto o del servizio prestato. Va inserita l'aliquota Iva o gli eventuali tipi di esenzione ed obbligatoriamente l'ammontare dell’Iva, arrotondando il tutto al centesimo; infine inserirete il numero di partita IVA del committente. In caso di firma elettronica, ricordate che è necessaria la firma digitale. I costi in fattura andranno inseriti nelle voci che formano la base imponibile Iva, successivamente troverete i rimborsi spese che verranno richiesti al cliente, ovviamente se presenti.

Continua la lettura
44

I preavvisi di parcella

Dovete inoltre tenere sempre presente, che molti dei preavvisi di parcella che un professionista invia in anticipo ai propri clienti, vengono già considerati come delle vere e proprie fatture: come tali esse si potranno registrare e contabilizzare. Ricapitolando i dati che necessariamente devono comparire in una fattura "standard" sono la denominazione del venditore, quella del cliente, gli articoli o i servizi venduti con le relative quantità e prezzi, specificando l'aliquota Iva ed il suo ammontare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come fare le fatture

Occuparsi personalmente della contabilità non è semplice. Per alcuni è un mondo a parte, astruso e complesso. Tuttavia, se possiedi un'attività commerciale e la partita IVA devi necessariamente emettere una fattura. Il documento fiscale accompagna...
Aziende e Imprese

Come emettere fattura nel regime dei minimi

La fattura è un documento che attesta una vendita. Questa può avere varie natura e viene emessa attestando numerazione, descrizione, natura, qualità e la quantità delle merci. Per poi potere elencare nella parte tabellare il prezzo unitario, complessivo,...
Aziende e Imprese

Regime dei minimi: come fatturare a un cliente estero

Il regime fiscale, che consente ad una ben precisa categoria di persone di diminuire le spese amministrative in modo molto vantaggioso, è il cosiddetto regime dei minimi. Interessa in maggior modo le imprese individuali e quelle professionali. In questa...
Lavoro e Carriera

Come compilare e ordinare correttamente una fattura

Tutti i soggetti fiscali hanno l'obbligo di emettere la fattura, un documento che dimostra l'avvenuta cessione di beni o la prestazione di servizi. Il soggetto venditore ha l'obbligo di compilare correttamente questo documento per poi ottenere il diritto...
Aziende e Imprese

Come compilare Una Fattura

Chi è titolare di Partita Iva sa benissimo che deve emettere fattura nel momento in cui vende o presta un servizio. Come sicuramente sapete, la fattura è un documento fiscale obbligatorio, che il venditore deve compilare per dimostrare l’avvenuta...
Aziende e Imprese

Come emettere una nota di credito

La gestione di un'impresa o di un negozio non è facile. Servono le giuste conoscenze non solo della materia trattata, ma anche di tante piccole regole che la burocrazia tende a rinnovare in continuazione. Tra le cose che più creano dubbi si trova la...
Aziende e Imprese

Come compilare una nota di credito

Una nota di credito, conosciuta anche come nota di accredito, è essenzialmente un documento utilizzato soprattutto per regolare o correggere eventuali errori presenti in una fattura di vendita che è già stata elaborato ed inviata al cliente. Nel caso...
Aziende e Imprese

Come comunicare la correzione di un dato di fatturazione

Durante l'emissione delle fatture potrebbe accadere, che per un errore di stampa o di distrazione venga immesso un dato errato. Questo può riguardare la data, l'IVA, l'importo imponibile, i dati del cliente. Ma come rimediare a tale errore? Innanzitutto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.