Come si diventa business coach

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Oggi parleremo di un'attività professionale un po' particolare, ovvero quella del business coach. Essere il coach di qualcuno significa aiutare una persona a pianificare le varie giornate, sia per quanto attiene la sfera privata, sia quella pubblica o professionale, in modo da poter raggiungere gli obbiettivi che si sono prefissati. Nello specifico, se l'attività è rivolta al miglioramenti della posizione professionale di una persona, allora parliamo di business coaching. In questa guida vi spiegheremo il percorso da seguire su come si diventa business coach.

24

Caratteristiche individuali del coach

Per poter aspirare di diventare un buon business coach occorre essere in possesso di alcuni requisiti personali, senza i quali è meglio lasciar perdere. Prima di tutto bisogna essere dotati di esperienza imprenditoriale e conoscere il linguaggio aziendale e professionale dei clienti. Poi, occorre avere grandi capacità comunicative e saper ascoltare attentamente, anche il linguaggio del corpo. È doveroso saper instaurare un rapporto di fiducia con il cliente, catturando la sua attenzione ed il suo tempo. Inoltre, si deve necessariamente disporre di etica, di riservatezza e di un notevole pragmatismo.

34

Percorso formativo

La professione di coach non è riconosciuta dal punto di vista formale e legislativo. Dunque, non esistono, al momento, scuole o percorsi formativi istituzionali, riconosciuti dallo Stato. In questo caso infatti si deve, pertanto, ricorrere ad enti privati che rilasciano un riconoscimento oppure una certificazione che però non ha validità legale di abilitazione. Tra i vari enti internazionali, spiccano l'International Coach Federation e l'International Association of Coaching.

Continua la lettura
44

Certificazione ICF

L'International Coach Federation rilascia la certificazione ICF, che attesta la professionalità raggiunta e le competenze che si sono apprese ed è identica in tutti i Paesi in cui ICF è presente. Tale certificazione, pur non avendo alcuna validità formale, rappresenta una sorta di garanzia del coach. La certificazione ICF può essere di tre livelli ed essere membro della ICF, non vuol dire, necessariamente, essere in possesso della certificazione. Numerosi altri istituti forniscono formazioni adeguate, i cui programmi sono allineati agli standard ICF. Una volta ottenuto il certificato comunque è necessario dotarsi di esperienze personali e di aumentare il bagaglio culturale personale, in modo da potersi far conoscere e per poter fornire i consigli e le competenze corrette ai futuri clienti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come avviare una start up in Germania

La Germania è una potenza economica di livello mondiale, con decine di migliaia di società che vanno dalle piccole imprese individuali ai grandi conglomerati. Il governo tedesco è molto aperto alla creazione di tutti i tipi di imprese, soprattutto...
Aziende e Imprese

10 idee per fare business con un terreno agricolo

Negli ultimi anni il senso di appartenenza al territorio è diventato qualcosa di molto importante in ognuno di noi. Sarà forse per la vita stressante che conduciamo ogni giorno, ma i weekend in campagna affascinano chiunque. Passare le giornate all'aria...
Lavoro e Carriera

Come fare un business plan semplificato in 10 punti

Un business plan è un documento che sintetizza i contenuti e le caratteristiche di un progetto imprenditoriale. Questo documento serve a far capire se la tua idea di business è realizzabile o no, è se è realizzabile spiega come si può realizzare,...
Aziende e Imprese

10 passi per la redazione di un business plan

Il Business Plan è un documento che viene redatto da una nuova azienda per sintetizzare ed illustrare un progetto imprenditoriale che verrà realizzato in futuro. Il Business Plan è uno studio realizzato per delineare le linee guida di un progetto,...
Lavoro e Carriera

Creare un business da casa

Molti individui, tra cui categorie come disoccupati, studenti, casalinghe, pensavo sia talvolta assurdo pensare di potersi mettere in proprio, dedicando direttamente da casa un po' di tempo di tempo da una sorta di "tele-business". È infatti molto meno...
Aziende e Imprese

Business plan: consigli per un piano efficace

Se volete intraprendere la carriera imprenditoriale, di qualsiasi tipo essa sia, dovete necessariamente redigere un business plan: un business plan è un documento di sintesi dell'intero progetto che avete in mente, che indichi gli obiettivi da raggiungere,...
Finanza Personale

5 cose da sapere prima di fare e-commerce

L'aumento del commercio elettronico ha offerto una straordinaria opportunità agli imprenditori. Questo tipo di attività tuttavia, comporta alcune sfide e prima di creare e intraprendere un business di e-commerce, è necessario conoscere le basi e le...
Aziende e Imprese

Come ideare una campagna pubblicitaria

Per pubblicizzare un qualsiasi tipo di business, la campagna pubblicitaria è sicuramente la colonna portante, nonché lo strumento che, in assoluto, può aiutare a portare un business al successo. Una campagna pubblicitaria è una serie di messaggi pubblicitari,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.