Come si calcola il valore economico netto di un giorno di ferie

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ogni anno tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto alle ferie, che variano in base al contratto nazionale di lavoro, ma anche al tipo di attività che si svolge (impiegato, operaio, dirigente). Inoltre vi è la possibilità per la fine dell'anno di ottenere la restituzione in denaro degli eventuali giorni di ferie non goduti, e che si decide di non recuperare nell'anno lavorativo successivo. A tale proposito, nei passi successivi di questa guida, vediamo come si calcola il valore economico netto di un giorno di ferie.

24

Per calcolare un giorno di ferie non goduto, occorre recuperare l'ultima busta paga ricevuta, e considerare l'importo chiamato Reddito Annuo Lordo, che va diviso per 12, per ottenere la somma mensile. In tal caso, abbiamo una cifra più alta dello stipendio lordo percepito ogni mese, poiché viene erogato più di 12 volte l'anno, se sono previste la tredicesima e la quattordicesima, a seconda del contratto di lavoro.

34

Un'altra importante differenza che bisogna fare, è tra chi lavora 5 giorni a settimana e chi 6. Infatti, nel primo caso, per gli impiegati che lavorano 5 giorni a settimana, bisogna dividere l'importo calcolato nel passo precedente per 22, invece per coloro che lavorano 6 giorni a settimana, dobbiamo dividerlo per 26. Il risultato ottenuto in entrambi i casi, sarà il valore economico del singolo giorno di ferie, al lordo di tutte le ritenute fiscali e sociali. Le ritenute sociali sono il 9%, quindi possiamo moltiplicare il valore lordo calcolato per 91% (ossia la differenza tra 100% e 9%). Nella busta paga vicino all'importo della trattenuta Irpef vi è un'aliquota, cioè la somma che paghiamo sulla parte di reddito più alta, e che supera l'ultimo scaglione Irpef raggiunto. Facciamo un esempio, e diciamo che l'aliquota dello scaglione di reddito è pari al 27%: moltiplicando il valore ottenuto alla fine del passo precedente per 73% (ossia la differenza tra 100% e 27%) otteniamo il valore economico netto del giorno di ferie, ossia l'importo che verrà effettivamente percepito dal lavoratore dipendente.

Continua la lettura
44

A margine di questa guida, possiamo dunque asserire che i soggetti lavoratori possono decidere se è più conveniente godere di alcuni giorni di ferie, oppure farseli retribuire in busta paga. Tutto ciò, è ovviamente dettato da esigenze strettamente personali, che si possono rivelare fondamentali per ottenere maggiore liquidità mensile, oppure approfittarne anche magari solo tre giorni, per visitare una città d'arte italiana o europea.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come regolarizzare una colf

Regolarizzare una colf non è così difficile. È però importante conoscere bene quali sono i diritti e i doveri che hanno sia il datore che il collaboratore. Vediamo dunque i passi fondamentali per andare incontro a una assunzione senza rischi. Vedremo...
Lavoro e Carriera

Come controllare la busta paga

Per un impiegato è fondamentale saper controllare la propria busta paga. Questo documento rilasciato dal datore di lavoro comprende una serie di voci e di informazioni per il dipendente. La loro lettura informa sul calcolo effettuato per addivenire al...
Aziende e Imprese

Come calcolare la paga oraria

Generalmente per paga oraria si intende il guadagno percepito da un lavoratore per un'ora di lavoro. Spesso, sia per i lavoratori dipendenti che per quelli autonomi, può servire calcolare la paga oraria per venire a conoscenza di tale valore. Questo...
Finanza Personale

Come calcolare il TFR netto

Il TFR, ovverosia il trattamento di fine rapporto (conosciuto anche liquidazione o buona uscita) spetta a coloro che hanno concluso un rapporto lavorativo con il proprio datore di lavoro. Si tratta di una somma in denaro che il datore deve consegnare...
Finanza Personale

Come calcolare i contributi Inps della badante

Un paese civile si può avere anche regolarizzando il lavoro nero, purtroppo una piaga della nostra nazione. Ogni lavoratore ha bisogno di essere tutelato regolarizzando il proprio lavoro attraverso un adeguato contratto. Le famiglie che assumono dei...
Finanza Personale

Come leggere la busta paga: dallo stipendio lordo al netto

La busta paga altro non è che un documento che include ciò che spetta al lavoratore da parte del datore di lavoro, per un'attività lavorativa svolta dal lavoratore. Questa guida fornirà alcune informazioni, utili e pratiche, per imparare come leggere...
Lavoro e Carriera

5 cose da sapere sulla tredicesima in busta paga

Sapete quali sono i mesi preferiti da una certa categoria di lavoratori? Senza dubbio quelli di dicembre e giugno. Perché, vi starete chiedendo? Perché a dicembre si lavora meno per le vacanze natalizie? Oppure perché a giugno iniziano le prime ferie...
Finanza Personale

Come calcolare il reddito netto

Molto spesso, a causa della crisi economica, molte persone possono tendere a controllare di persona i propri conti e le proprie spese. Spesso infatti, si cerca il risparmio e magari anche la verifica di eventuali inesattezze nei conti che forse possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.