Come si calcola e cos'è Il "diritto di seguito"

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il diritto di seguito, detto anche Droit de Suit, è il diritto dell'autore di un'opera dell'arte figurativa o di manoscritti a ricevere una percentuale sulla vendita, successiva alla prima, delle proprie opere in originale. Con il D. Lgs. N.118/2006 il Governo italiano ha recepito nel nostro ordinamento la Direttiva Comunitaria 2001/84/CE che contiene disposizioni riguardanti il diritto dell'autore di un'opera d'arte sulle successive vendite dell'originale.

In questo articolo approfondiremo meglio che cos'è il "diritto di seguito", chi sono i soggetti beneficiari di tale diritto e come si calcola.

25

In base alla normativa vigente si considera opera d'arte la creazione originale dell'artista. Vi rientrano, quindi: i quadri, i collages, sculture, arazzi, dipinti, ceramiche, opere in vetro, fotografie ed i manoscritti, nonché tutti gli esemplari considerati come opera d'arte.
Il compenso previsto dal diritto di seguito è posto a carico del venditore. Si sostanzia nella percentuale sul prezzo di vendita dell'opera d'arte e si applica al passaggio di proprietà dell'opera compiuto nelle gallerie d'arte, nelle aste d'arte o dai mercanti d'arte. Ne sono esclusi i passaggi avvenuti tra privati.

35

Incaricata ad incassare il diritto di seguito è la SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori). Essa agisce, nell'incassare le relative percentuali, per conto degli artisti anche se non associati all'ente.
L'importo del compenso è espresso in percentuale sul prezzo di vendita, al netto delle imposte ed in relazione a diversi scaglioni ben individuati.
1) Per opere il cui prezzo di vendita è compreso a Euro 50.000,00 il compenso da versare è del 4%;
2) Per opere il cui prezzo di vendita è compreso Euro 50.000,01 a 200.000,00 il compenso da versare è del 3%;
3) Per opere il cui prezzo di vendita è compreso tra Euro 200.000.01 a 350.000,00 l'importo da versare è pari a 1%;
4) Per opere il cui prezzo di vendita è compreso tra Euro 350.000,01 a 500.000,00 l'importo da versare è pari 0,50%;
5) Per opere il cui prezzo di vendita è superiore a Euro 500.000,01 l'importo da versare è pari allo 0.25%.

Continua la lettura
45

Le opere soggette al diritto di seguito sono:
- le opere d'arte in originale prodotte dall'autore;
- le copie prodotto in numero limitato dallo stesso autore o da persona autorizzata, numerati e firmate dall'autore.
I soggetti beneficiari del diritto di seguito sono gli artisti Italiani e Comunitari, nonché i loro eredi.
Se non vi sono eredi entro il sesto grado, il compenso viene devoluto all'ENAP (Ente Nazionale Addestramento Professionale).
Il diritto si seguito a favore dei beneficiari dura tutta la vita dell'autore e settanta anni dopo la sua morte.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

ISEE: che cos'è e come si calcola

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di ISEE. Nello specifico, come avrete ben potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi, che cos'è e come si calcola l'ISEE.Ogni anno, durante...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare I Ricavi Delle Agenzie Di Pubblicità

Quando si ha un'agenzia di pubblicità solitamente bisogna saperne controllare la contabilità. Questo compito però non risulta essere sempre facile per tutti. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare per...
Finanza Personale

Come si calcola l'Ispe

Un indicatore chiamato ISPE viene oggi molto utilizzato da coloro che intendono dimostrare la propria situazione patrimoniale, oppure ottenere agevolazioni fiscali così come usufruire di una borsa di studio o di eventuali bonus. In riferimento a ciò,...
Previdenza e Pensioni

Come riscuotere una polizza vita di cui si è beneficiari

Chiunque abbia sottoscritto una polizza assicurativa a vita deve sapere quali sono i suoi diritti e soprattutto conoscere quali sono i suoi diritti nel caso in cui voglia divenire in possesso oltre che del capitale anche degli interessi maturati nei confronti...
Finanza Personale

Come si calcola la duration di un portafoglio di titoli

All'interno di questa guida ci soffermeremo sulla spiegazione del procedimento che ci porterà a capire come si calcola la duration di un portafoglio di titoli La "duration" di un portafoglio di titoli è costituita primariamente, dalla durata media finanziaria...
Finanza Personale

Come Si Calcola La Conversione In Rendita Di Un Capitale Assicurato

In un contratto assicurativo si possono individuare tre persone, il contraente che stipula il contratto, l'assicurato che sarà l'oggetto del contratto e il beneficiario, ovvero la persona che riceverà i benefici derivanti dal contratto. Spesso due di...
Previdenza e Pensioni

Come si calcola la rivalutazione delle polizze vita

Le polizze vita sono dei contratti stipulati tra privati e compagnie assicurative.Nel momento in cui dovesse accadere qualcosa al contraente, la compagnia dovrà liquidare il beneficiario con una somma di denaro oppure sotto forma di una rendita.Il...
Previdenza e Pensioni

Come si calcola il costo medio annuo delle polizze vita

Il calcolo del costo medio annuo delle polizze vite rappresenta una voce molto importante sull'intero budget economico familiare. Le spese che una famiglia deve sostenere, all'interno di un anno, sono tante. Naturalmente per non avere delle brutte sorprese...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.