Come scrivere una richiesta ferie al datore di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Come scrivere una richiesta ferie al datore di lavoro è una domanda che ci siamo posti un po' tutti. Il superiore non ci è sembrato così convinto della nostra richiesta verbale, dunque preferiamo formalizzare la pratica in ufficio all'attenzione della Direzione. Non occorre un avvocato e non serve niente di più che carta e penna.

26

Occorrente

  • foglio e penna
  • modulo prestampato (se previsto)
36

Per scrivere una richiesta ferie al datore di lavoro bisogna prima di tutto utilizzare un tono gentile e non essere subito aggressivi. Non è necessario citare la Legge che ci consente di andare in ferie ma è sufficiente fare una richiesta in carta semplice. Magari il nostro diretto superiore non ci è sembrato convinto ma la Direzione, anzi, ha bisogno di farci effettuare le ferie maturate e non godute. Teniamo sempre conto che i superiori diretti sono una cosa e la direzione aziendale è un'altra. Rispondono a mansioni molto diverse. Per cui la gentilezza lessicale è buona norma e migliora le possibilità di successo.
Ovviamente se è previsto un modulo interno precompilato, va privilegiato quello attenendosi alla formula burocratica stabilita dall'Azienda.

46

Se il motivo è valido ed urgente, ma soprattutto se non abbiamo alcun problema a comunicarlo in Direzione, possiamo inserirlo nelle note in maniera chiara e ben argomentata. Di fronte ad una richiesta ferie, un dirigente che magari nemmeno ci conosce, può pensare che quel giorno di astensione da lavoro ci serva per andare al mare esattamente come per una cosa ben più grave tipo una visita obbligata ad un parente stretto od un carissimo amico che sta male. Non indicando il motivo od indicandolo in termini vaghi, è altamente probabile che l'approvazione o meno della nostra richiesta privilegi l'esigenza aziendale di produzione rispetto a quella personale. Quindi è meglio essere chiari e diretti. Educati ma determinati ad illustrare la nostra causale.

Continua la lettura
56

E se venissero respinte? Possiamo eventualmente fare un nuovo tentativo di richiesta, sempre che ci sia rimasto tempo prima della scadenza che ci siamo posti. Si può spiegare meglio, verbalmente o per scritto, che quelle ferie ci servono e che proprio non possiamo fare diversamente. Lo diremo prima al nostro superiore poi invieremo una nuova richiesta scritta, stavolta con un tono più formale e pungente. Nei casi più gravi, per esempio quando il datore di lavoro non ci lascia mai andare in ferie o di proposito ostacola ogni nostra richiesta costringendoci magari a turnazioni massacranti e riposi insufficienti, si può ricorrere all'assistenza di un patronato o di un sindacato che valuterà anche da un punto di vista legale, il da farsi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • utilizzare la modulistica prevista
  • chiedere prima verbalmente
  • motivare in modo articolato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come fare richiesta di ferie in una società cooperativa

La difficile e perdurante congiuntura economica negativa sta impattando in maniera notevole sulle dinamiche di gestione delle cooperative e delle imprese. Senza dubbio i datori di lavoro cercano di garantirsi la piena produttività in modo da abbattere...
Lavoro e Carriera

5 caratteristiche del contratto a tempo indeterminato

La crisi economica di questi ultimi anni ha portato diverse aziende alla chiusura; a sua volta, questo ha determinato la perdita di numerosi posti di lavoro. Molte persone si sono trovate senza un'occupazione, accettando successivamente nuove forme di...
Lavoro e Carriera

I principali diritti del lavoratore subordinato

La legislazione prevede la tutela dei lavoratori dipendenti per garantire loro un corretto rapporto con il datore di lavoro. Il lavoratore ha una posizione di inferiorità rispetto a lui ed è fondamentale quindi che le leggi regolamentano il rapporto...
Finanza Personale

Come calcolare i contributi Inps della badante

Un paese civile si può avere anche regolarizzando il lavoro nero, purtroppo una piaga della nostra nazione. Ogni lavoratore ha bisogno di essere tutelato regolarizzando il proprio lavoro attraverso un adeguato contratto. Le famiglie che assumono dei...
Lavoro e Carriera

Le domande da non fare al primo colloquio di lavoro

Affrontare un colloquio di lavoro non è facile. Nonostante le numerose esperienze lavorative, può essere stressante sottoporsi ad una candidatura. Chi ha fatto molta esperienza in questo campo, conosce già le regole di base. Tra queste ci sono le norme...
Lavoro e Carriera

Come gestire un lavoratore domestico

Nei passi che comporranno questa guida ci porremo l'obiettivo di andare a spiegarvi come gestire un lavoratore domestico, che è un ruolo che negli ultimi anni ha subito diversi interventi dal punto di vista legislativo, al fine di velocizzare e rendere...
Lavoro e Carriera

Come chiedere e usufruire del congedo matrimoniale

Il matrimonio è il coronamento del sogno di ogni coppia di innamorati, grazie al quale due persone possono unirsi in un vincolo che li legherà per il resto della loro vita, e con il quale potranno dare vita ad una vera famiglia ed usufruire di alcuni...
Lavoro e Carriera

Come inoltrare una vertenza sindacale

Nella guida che segue vi saranno spiegati i vari passaggi che consentono di inoltrare una vertenza sindacale, compresi i pre-requisiti necessari per potersi affidare a lei e le situazioni nelle quali normalmente si procede. Una vertenza sindacale è di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.