Come scrivere una fattura

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Prima di spiegare l'esatta procedura su come scrivere una fattura, iniziamo col spiegare cos'è l'IVA. Essa è un'imposta sul consumo indiretta, istituita nel 1972 in Italia, regolata con il decreto IVA 2006 che ha praticamente sostituito l'imposta generale sull'entrate. Il meccanismo impositivo dell'IVA si fonda su due precisi istituti: la rivalsa e la detrazione. Le operazioni soggette all'IVA sono la cessione di un bene, la prestazione di servizi, le importazioni da paesi extracomunitari, gli acquisti nell'Unione Europea non sono soggetti all'IVA, le prestazioni sanitarie e le attività educative. Dopo questa breve premessa, vediamo come scrivere correttamente una fattura.

27

Occorrente

  • documentazione e pratiche al riguardo
37

Come prima cosa, una fattura, per essere valida, deve contenere alcuni requisiti essenziali, pena la nullità della stessa. I requisiti sono la data di emissione e il numero progressivo attribuito ed i dati identificativi dell'emittente, ossia il nominativo o la ragione sociale, mentre nel caso di società, l'indirizzo, il numero di partita IVA ed il codice fiscale, oltre che l'iscrizione al Registro delle imprese. I dati identificativi del compratore sono: il nominativo o la ragione sociale (sempre nel caso di società) insieme all'indirizzo, al tipo di pagamento, agli estremi dei documenti di trasporto, cioè data e numero progressivo dei DDT, se si tratta di fattura differita.

47

Successivamente, deve essere presente la natura, la qualità e la quantità dei beni ceduti, il prezzo unitario dei beni ed il prezzo complessivo (ottenuto moltiplicando quantità per prezzo unitario). Un tipico esempio di compilazione di una fattura è il seguente: nome e cognome, via, città, codice di avviamento postale, codice fiscale e luogo e data di nascita dell'acquirente (chi acquista). In alto, si deve indicare l'intestazione con la ragione sociale, insieme alla via (con annesso numero civico) e alla partita IVA. Inoltre, si deve indicare cosa si acquista escludendo d'IVA dal prezzo ed il totale, ovviamente compreso d'IVA (circa il 20%). Tutti questi elementi sono indispensabili per la stesura di una fattura.

Continua la lettura
57

Tuttavia, bisogna specificare se si tratta di una fattura di vendita merce. Un esempio pratico potrebbe essere il seguente: Imponibile + IVA (pari al 20% dell'imponibile) = totale (da pagare a cura del cliente). Se è una fattura effettuata da libero professionista emessa verso l'azienda:
Imponibile (giornate x tariffa) + IVA (pari al 20% dell'imponibile) - Ritenuta d'acconto (pari al 20% dell'imponibile) = totale. Attenzione: la ritenuta d'acconto non è da esporre in fattura nel caso in cui si avvalesse della 388/2000. Buon lavoro!

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come Ricavare A Ritroso I Dati Di Una Parcella Usando Un Foglio Di Calcolo

Spesso capita di negoziare una prestazione, senza essere a conoscenza di quanto ci si ritroverebbe in realtà in tasca, oppure di ricevere un pagamento e dover compilare la fattura. Usando un foglio di calcolo ed un paio di formule, si può creare un...
Aziende e Imprese

Come fatturare gli acconti ricevuti dai clienti

Chiunque possegga un'attività autonoma deve vedersela con tediosi aspetti burocratici e contabili. Quest'ultimi in particolare, sono fondamentali per mandare avanti l'attività senza intoppi e senza beghe che si ripercuotano sulle proprie finanze. Per...
Aziende e Imprese

Come registrare una fattura di un professionista

I soggetti interessati all'emissione di fatture e parcelle sono moltissimi, tutte queste figure abitualmente si definiscono “professionisti”. In queste rientrano tutti gli individui dotati di un Albo Professionale come per esempio: notai, avvocati,...
Lavoro e Carriera

Come compilare una fattura per una prestazione occasionale

Alcuni individui effettuano prestazioni lavorative occasionali che non raggiungono valori di fatturazioni elevati, tanto da obbligare all'apertura della partita IVA, in questi casi generalmente si ricorre alla fattura per prestazione occasionale la quale,...
Lavoro e Carriera

Come fare le fatture

Occuparsi personalmente della contabilità non è semplice. Per alcuni è un mondo a parte, astruso e complesso. Tuttavia, se possiedi un'attività commerciale e la partita IVA devi necessariamente emettere una fattura. Il documento fiscale accompagna...
Lavoro e Carriera

Come compilare e ordinare correttamente una fattura

Tutti i soggetti fiscali hanno l'obbligo di emettere la fattura, un documento che dimostra l'avvenuta cessione di beni o la prestazione di servizi. Il soggetto venditore ha l'obbligo di compilare correttamente questo documento per poi ottenere il diritto...
Aziende e Imprese

Come integrare fattura intracomunitaria

Questa guida illustrerà come integrare fattura intracomunitaria.La materia è regolata dalle seguenti disposizioni normative:- Decreto del Presidente della Repubblica 633/1972;- Decreto Legge n. 331/93;- Legge n. 228/2012 c. D. "Legge di Stabilità...
Richieste e Moduli

Come fare un'autofattura

La fattura è un documento che si emette ogni volta che si acquista un bene o si riceve un servizio. In alcuni casi bisogna sostituire la fattura con un'autofattura. Ciò significa fatturare la vendita o la cessione a se stessi. La legge prevede l'obbligo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.