Come scegliere un bravo amministratore condominiale

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

L'amministratore di condominio è senza ombra di dubbio una figura abbastanza importante per cui bisogna sceglierlo con molta cautela. I compiti ed i doveri principali sono: attuare le disposizioni dell'assemblea dei condomini, far rispettare il regolamento, assicurare i servizi in comune, incassare i contributi, gestire le quote per la manutenzione dell'immobile ed eseguire gli atti conservativi delle parti comuni dell'edificio. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come scegliere un bravo amministratore condominiale.

24

Quando si deve fare la scelta dell'amministratore è opportuno che i condomini presentano una lista di almeno 2/3 candidati all'assemblea. I condomini devono porre loro una serie di domande e si devono far consegnare i vari preventivi. In questo modo si può scegliere il migliore amministratore e raccogliere i consensi per un unico candidato. Un amministratore professionale prima di presentare il proprio preventivo deve effettuare un sopralluogo nel condominio. In questo modo può conoscere e quindi valutare la realtà del fabbricato.

34

Le qualità che bisogna tener presente prima della scelta sono l'esperienza e la vicinanza. Egli deve avere almeno 15 condomini nel proprio portafoglio e deve essere in grado di raggiungere rapidamente l'immobile in caso di necessità oppure di emergenza. È consigliabile raccogliere informazioni sulle sue referenze dagli altri condomini amministrati dal candidato. Un amministratore deve essere in possesso di almeno un diploma di scuola superiore; inoltre, deve essere iscritto ad un'associazione di categoria. Deve aver ricevuto un'idonea formazione, deve essere in possesso di un attestato di abilitazione e deve partecipare ai corsi di aggiornamento annuali.

Continua la lettura
44

L'amministratore deve avere conoscenze giuridiche, fiscali e tecniche. Si deve avvalere della consulenza di professionisti di alto livello. Per amministrare un condominio si deve essere un po' ingegnere, avvocato, fiscalista ed avere capacità organizzative. Un bravo amministratore deve recarsi periodicamente, di persona, presso il condominio per ispezioni e sopralluoghi. Egli non deve consentire ritardi nel pagamento delle quote condominiali e si deve occupare di problemi relativi a: risparmio energetico, ristrutturazioni e sicurezza degli impianti. L'amministratore deve essere reperibile tutti i giorni 24 ore su 24.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Aziende e Imprese

Come amministrare un condominio

Convivere con altre persone è difficile, possiamo immaginarci amministrare un gruppo di persone mettendo d'accordo tutti. Chi abita in condominio sa le difficoltà del convivere con i propri vicini, avere a che fare con le riunioni amministrative, prendere...
Lavoro e Carriera

Come Nominare E Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore è la figura con funzioni esecutive all'interno del condominio in quanto si occupa di amministrare e gestire i beni comuni e di dare esecuzione alle delibere dell'assemblea condominiale. Oltre ad una specifica serie di compiti che la...
Case e Mutui

Come gestire una sala condominiale

In quasi tutti i condomini nascono discussioni sull'utilizzo dei locali, sulla pulizia, sui rumori, etc... Molte di queste situazioni vengono risolte dall'amministratore di condominio che provvede ad inserire o modificare le regole per una pacifica convivenza....
Richieste e Moduli

Come fare una diffida stragiudiziale ad amministratore e condomini

Questa guida, che stiamo per proporre ai nostri lettori, darà una mano concreta, alla vita condominiale, che non sempre risulta essere una delle più semplici e felici. Si sa che la vita in condominio, riserva veramente tante sorprese ed anche svariate...
Case e Mutui

Amministratore di condominio: come sceglierlo

Quando la propria abitazione si trova all'interno di una palazzina, è necessario avere un buon amministratore di condominio. In questo modo si cerca di gestire al meglio la convivenza civile tra i condòmini. Le decisioni riguardanti gli aspetti comuni...
Richieste e Moduli

Come dimettersi da amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è quella figura che, nominata dagli aventi diritto, in sede di assemblea condominiale, assolve a tutti i compiti che riguardano la gestione ordinaria e straordinaria di uno stabile suddiviso in più proprietà, e ne assume...
Richieste e Moduli

Come sollecitare l'intervento dell'amministratore di condominio

A partire dal 18 giugno 2013, avere un amministratore di condominio è diventato obbligatorio per tutti gli stabili in cui vi alloggiano più di otto nuclei familiari. Questo perché, maggiore è il numero di abitanti in un palazzo, maggiore è il rischio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.