Come scegliere l'amministratore del condominio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molte persone abitano in appartamenti situati all'interno di palazzi, solitamente gestiti da uno degli inquilini regolarmente votato e scelto per poter assolvere al compito di amministratore. Una figura importante che ha il compito di gestire e risolvere le varie problematiche che insorgono all'interno di un edificio o di un complesso.
In ogni condominio ci sono pratiche e procedura da seguire e rispettare. Per questo è importante avere una figura, esterna o interna al condominio, che ricopra il ruolo di amministratore. La figura dell'amministratore è fondamentale per il buon funzionamento del condominio, pertanto la sua nomina deve risultare da un’attenta valutazione. Gli spettano difatti tutta una serie di incombenze, spesso sottovalutate o ignorate dai condomini, che richiedono competenze in vari campi. In questa guida vedremo come scegliere l'amministratore di condominio adatto alle esigenze di tutti i condomini. Attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili suggerimenti che vi aiuteranno al meglio nella scelta. Mettiamoci al lavoro.

26

Nuove norme per l'elezione

Nel valutare un amministratore di condominio occorre tener presenti le innovazioni in materia introdotte dalla riforma entrata in vigore a partire dal 18 giugno 2013 con la Legge n. 220 dell’11 dicembre 2012. Innanzitutto non è più obbligatorio nominare un amministratore quando i condomini sono più di 4 ma quando superano gli 8. La sua carica dura un anno, alla cui scadenza dovrà essere confermato o revocato. L’intenzione fondamentale di questa nuova normativa è garantire una migliore protezione ai condomini, stabilendo da subito i requisiti professionali ed i doveri dell’amministratore. L'amministratore di condominio si occupa infatti di: tenere la contabilità, gestire il denaro in entrata ed uscita, eseguire adempimenti fiscali (col nuovo regolamento deve versare la ritenuta d’acconto Irpef sui pagamenti realizzati dal condominio e sui compensi professionali percepiti), tenere i registri (anagrafe condominiale, verbali delle assemblee, contabilità, nomina e revoca dell’amministratore, ora obbligatori), giusto per citare alcune delle sue incombenze.

36

Serietà dell'amministratore

Alla luce di ciò il primo passo da compiere nella scelta di un amministratore consiste nel richiedere a vari aspiranti al posto un preventivo: un indizio della serietà dell’amministratore si può riscontrare nel fatto che questi si rechi presso il condominio per prendere visione delle condizioni dell’immobile e redigere un’offerta consona alla vostra peculiare situazione. Il preventivo dovrà poi essere il più dettagliato e completo possibile includendo, oltre al compenso relativo alla gestione ordinaria nel corso dell’anno, i costi relativi all’amministrazione straordinaria, le competenze sui lavori straordinari, gli onorari derivanti dagli adempimenti tributari e dalla convocazione di assemblee straordinarie. Sarebbe buona prassi predisporre un elenco di domande concordate fra i condomini, da sottoporre a tutti i candidati, per valutarne tanto le caratteristiche personali quanto quelle tecnico-professionali. Un metodo pratico ci viene proposto dal Centro Consumatori, che ha stilato uno schema a punteggio molto utile, scaricabile online dal sito.

Continua la lettura
46

Requisiti personali

Possiamo distinguere i requisiti da prendere in considerazione fra quelli personali e quelli professionali. Tra quelli personali non devono mancare l'onestà (verificare ad esempio che non abbia rapporti privilegiati con ditte di conoscenti, verificando che sia disposto a fornire preventivi alternativi e che non chieda soldi extra per lavori non specificati); una parità di giudizio (essenziale nei soventi conflitti fra condomini e nei confronti di eventuali morosi); disponibilità (deve essere sempre reperibile, anche fuori orario lavorativo).

56

Requisiti professionali

Per quanto riguarda i requisiti professionali invece, serve un'ottima formazione e aver fatto corsi di approfondimento e aggiornamento delle pratiche condominiali; una buona esperienza nel settore e nella gestione degli obblighi condominiali; appartenenza ad associazione di amministratori e ad ordini professionali; copertura assicurativa (l’amministratore risponde civilmente e penalmente della sicurezza di persone e cose nel condominio, dipendenti quali portinai, addetti alle pulizie e giardinieri inclusi).
Scegliere l'amministratore per il proprio condominio non sempre è facile, e chi svolge questo ruolo ha la responsabilità di dover prendere decisioni per il buon funzionamento e mantenimento dell'edificio. Scegliere la figura adatta al ruolo tra gli inquilini del palazzo potrebbe rivelarsi arduo alle volte, ma seguendo i suggerimenti di questa guida potrete certamente avere qualche elemento in più che vi aiuterà a trovare la persona giusta per essere l'amministratore. Vi auguro quindi buon lavoro e buona fortuna.
Alla prossima.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La riforma del 2013 riconosce anche alle persone giuridiche, società di persone o di capitale, la possibilità di essere nominate amministratori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore di condominio è la persona che ha il potere esecutivo all'interno di un condominio. L'amministratore non instaura nessun rapporto con il condominio in quanto persona non giuridica, ma con i singoli condomini, che invece sono personalità...
Lavoro e Carriera

Come Nominare E Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore è la figura con funzioni esecutive all'interno del condominio in quanto si occupa di amministrare e gestire i beni comuni e di dare esecuzione alle delibere dell'assemblea condominiale. Oltre ad una specifica serie di compiti che la...
Richieste e Moduli

Come indire un'assemblea condominiale

Le assemblee condominiali servono a deliberare, e approvare bilanci annuali. Anche eventuali opere di ristrutturazione e manutenzione degli edifici. Generalmente vengono indette dall'amministratore dello stabile in oggetto. Vediamo, quindi, attraverso...
Lavoro e Carriera

Come diventare amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è una persona che gestisce le spese. Egli si fa carico dei lavori da effettuare nel condominio e successivamente della supervisione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che sono stati eseguiti. Generalmente...
Case e Mutui

L'amministratore di condominio: obblighi e responsabilità

In questa guida ci occuperemo di elencare tutti gli obblighi (o comunque quelli più importanti) e le responsabilità che deve rispettare qualsiasi amministratore di condominio. Infatti, come si sa bene, tutti i condomini hanno bisogno di un rappresentante...
Case e Mutui

Come cambiare amministratore di condominio

L'amministratore gestisce le criticità di un condominio. Risolve i problemi ed i disguidi per i beni comuni. Mitiga eventuali incomprensioni tra i condomini, trovando un accordo tra le parti. Non sempre però questa figura professionale svolge adeguatamente...
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Richieste e Moduli

Come dimettersi dalla carica di amministratore di condominio

Un edificio a più unità immobiliari. Necessita di una figura professionale per mettere tutti coloro che posseggono un appartamento nello stesso ugual piano. Seguendo, naturalmente le quote delle loro relative proprietà e le conosciute tabelle millesimali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.