Come sapere quale tasso d'interesse si nasconde dietro le offerte a tasso zero

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Negli ultimi anni le aziende e le finanziarie hanno aumentato le proposte di finanziamenti per l’acquisto di auto, di mobili, di case, e di tanti altri beni. Anche il numero delle proposte di prestiti in denaro a tassi molto convenienti è aumentato in maniera vertiginosa. Alcune volte il tasso di interesse reclamizzato da cartelloni pubblicitari, insegne, spot televisivi e cartellini dei prezzi ai grandi magazzini è addirittura pari a zero. Quando però qualcuno promette di “prestare” del denaro senza interessi, forse c’è qualche cosa di nascosto che non vuole rivelare. In questa guida sarà spiegato come sapere quale tasso d'interesse si nasconde dietro le offerte a tasso zero.

24

Innanzitutto esistono due tipologie di tassi a cui le aziende fanno riferimento in questi casi. Il primo è il cosiddetto “TAN”, cioè il Tasso Annuo Nominale. Questo è solitamente pari a zero, ed è quello che viene propagandato con caratteri cubitali nelle pubblicità. Il secondo è il “TAEG” che rappresenta il Tasso Annuo Effettivo Globale e che è il vero tasso di interesse che il cliente deve pagare. In pratica, il “TAN” indica il tasso del finanziamento calcolato senza tener conto delle spese accessorie relative alla sua istruttoria, il “TAEG” invece ricomprende il tasso del finanziamento e tutte le varie spese accessorie.

34

A questo punto è facile intuire come il “TAN” non sia corrispondente al vero interesse da pagare. Per poter capire il vero tasso di riferimento, è quindi necessario fare sempre riferimento al “TAEG” che indica il vero costo del prestito. Di seguito viene riportato un semplice esempio che aiuta a capire questo meccanismo. Comprando una lavatrice che costa 1.000 euro a tasso di interesse zero ma con spese accessorie pari a 100 euro, si ha un'offerta caratterizzata da “TAN” pari allo 0% ma "TAEG" pari al 10%. Per questo motivo, sebbene il tasso d'interesse sia pari a zero, il vero esborso è pari a 1.100 euro. Il costo totale della lavatrice è quindi accresciuto da quel 10% del prezzo ricompreso nel "TAEG".

Continua la lettura
44

Per ultima cosa è importante stabilire i confini di questo fenomeno. Solitamente i prestiti a tasso zero sono tipici di offerte appartenenti al cosiddetto “credito al consumo”. In questo insieme di operazioni finanziarie rientrano i piccoli finanziamenti o pagamenti rateali che sono generalmente legati all'acquisto di beni di consumo (come ad esempio auto, elettrodomestici, computer, telefoni ecc...). Queste offerte si rivolgono direttamente al consumatore finale che non sempre è in grado di capire immediatamente il tasso effettivo del finanziamento offerto. Una cosa di cui si può stare certi è che non ci si può limitare a fidarsi ciecamente di quanto dicono le pubblicità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

5 regole per risparmiare sul mutuo

Per cercare un mutuo per la casa conveniente è bene seguire alcune semplici regole, in maniera tale da poter scegliere l'opzione più adeguata alle vostre esigenze, come la scelta dello Spread o la valutazione del TAEG, o le varie agevolazioni che si...
Case e Mutui

Mutui: quale scegliere?

Molto spesso, soprattutto a causa della crisi economica, le persone fanno affidamento ai mutui. In poche parole quando non si hanno tante disponibilità economiche, il soggetto per far fronte ad una determinata spesa (acquisto di casa, ristrutturazione...
Finanza Personale

Il finanziamento: TAEG e TAN

Nell'arco della vita, prima o poi ci ritroviamo ad affrontare delle spese, per le quali non possiamo far fronte a causa di svariati motivi; ecco che in questo caso siamo costretti a rivolgerci presso agenzie di prestito finanziario, che ci permettono...
Finanza Personale

Le cose da controllare quando si chiede un finanziamento

Capita di compiere acquisti di una cera entità e necessitare di un finanziamento sotto forma di prestito o mutuo. Così come la banca o la finanziaria, chiederanno al clienti documentazione in grado di attestarne la solvibilità, il cliente ossia, colui...
Banche e Conti Correnti

Come leggere il modulo Secci

Quando richiedete un finanziamento agli istituti di credito, ricevete uno schema conosciuto con il nome di modulo Secci, contenente le informazioni europee basilari sul credito ai consumatori e rilasciato all'acquirente gratuitamente come una comunicazione...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso di interesse effettivo

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di leggere un articolo che tratta argomenti di economia ma di non riuscire a capire il significato perché vengono utilizzati termini tipici di questo settore. Se vogliamo iniziare a capire gli argomenti...
Case e Mutui

Mutuo a tasso fisso: come sottoscriverlo

L’acquisto di una casa spinge molte persone a rivolgersi a banche e società finanziarie per ottenere un mutuo utile ad affrontare l’ingente esigenza di risorse monetarie. Il mutuo è una forma di finanziamento, il cui rimborso avviene tramite rate...
Case e Mutui

Mutuo: come sceglierlo

Pur essendo un periodo di crisi, sempre più italiani compiono il grande passo di "andare a vivere da soli". E sempre più persone optano per comprare una casa, piuttosto che affittarla. Comprare una casa però, richiede necessariamente il dover stipulare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.