Come Sanare L'Omessa Comunicazione Di Cessazione Attività

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Oggi con questa guida cercherò di spiegare a tutti i lettori come comprendere, in modo semplice, come sanare l'omessa comunicazione di cessazione dell'attività. La prima cosa che bisogna sapere è che i contribuenti titolari di partita iva inattiva, fino a poco fa potevano ricevere una multa da parte del fisco per inadempienza e mancata dichiarazione di cancellazione dell'iva. Il tutto poteva essere pagato in forma ridotta o mediante il ravvediemento operoso, ma alla fine dei conti ciò che si doveva pagare era sempre troppo elevato. Ora non le nuove leggi, le regole sono cambiate! Vediamo insieme come procedere e come fare per sanare tala comunicazione.

27

Occorrente

  • modello AA7/9
37

La legge inizialemnte affermava che: chiunque non presentava una dichiarazione di inizio, variazione, cessazione dell'attività, omesse informazioni o le abbia immesse ma in modo scorretto; poteva correre ai ripari pagando una multa che andava dai 512 oltre i 2000 euro. Il tutto logicamente doveva essere sotto i 30 giorni dalla ricevuta comunicazione da parte dell'agenzia delle entrate. I poche parole se si provvedeva a pagare la sanzione dopo 30 giorni dall'arrivo della lettera non era possibile ricevere la riduzione.

47

Il modello da compilare era l' F24. In questo vi sono due campi importanti da riempire: "codice tributo" e "anno di riferimento". Nel primo bisogna inserire il codice 8120 mentre nel secondo va indicato l'anno di effettiva cessazione dell'attività. Una volta compilato il tutto bastava recarsi sul sito web dell'agenzia delle entrate ed effettuare il pagamento dall'apposito link offerto. In alternativa era anche possibile pagare il tutto direttamente in ufficio, ma non prima di aver compilato il modulo cartaceo.

Continua la lettura
57

Il pagamento online era molto comodo per i contribuenti. Infatti tale procedimento, semplificava di molto la procedura poiché, tramite pagamento della sanzione online, non era necessaria la presentazione del Modello AA/9 (o modello per la dichiarazione di cessazione dell'attività) poiché il versamento fungeva da sostituto.

67

Cio che invece molti non sanno è che adesso, con la nuove legge di bilancio 2017 non è piu necessario versare all'Agenzia delle entrate una somma per la sanzione riguardante l'omessa comunicazione di cessazione attività; in quanto è stata completamente abolita dallo Stato per aiutare i contribuenti in difficoltà. Per maggiori informazioni, consiglio di leggere la guida sulla cancellazione della sanzione per sanare la comunicazione di cessazione attività.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se la procedura apparisse poco semplice o se si hanno dubbi, ci si può rivolgere ad intermediari affidabili come quelli che lavorano nei Caf.
  • Fino a poco fa interveniva una legge apposita per la partita iva inattiva, cioè quella contenuta nell'articolo 5 comma 6 D. Lgs, n 471/1997.
  • Questa rapida guida può aiutare il contribuente che non è assolutamente a conoscenza nè dell'iter da seguire per porre rimedio ad una spinosa vicenda, nè ha certezze sull'ammontare della somma da pagare.
  • Va detto e ripetuto che chi è a conoscenza di aver commesso un errore, deve comunicarlo quanto prima. Far finta di nulla nella speranza che la pratica si perda è un comportamento non soltanto scorretto ma che porta, più avanti nel tempo, al pagamento di una sanzione salatissima.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso

Questa breve guida cercherò di spiegarvi come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso in modo semplice ed esaustivo. La spiegazione indicata è anche un strumento di informazione a carattere generale molto utile al contribuente "onesto" che...
Finanza Personale

Come sanare gli errori del 730

Il modello 730 in Italia viene utilizzato per la dichiarazione dei redditi maturati l'anno precedente alla presentazione della domanda. Per la compilazione del modello 730 sono necessari numerosi documenti come il cud del datore di lavoro, ricevute di...
Aziende e Imprese

Come usufruire del concordato fallimentare

Il concordato fallimentare nell'ordinamento giuridico italiano è una causa legale di cessazione del fallimento. Esso rappresenta uno strumento il cui scopo è quello di realizzare il soddisfacimento di tutti i creditori ammessi al passivo. Il concordato...
Finanza Personale

Come mettersi in regola con fisco

Annualmente l'Agenzia delle Entrate invia, a una determinata quota di contribuenti, degli avvisi in merito a delle anomalie riguardati la dichiarazione dei redditi e la non dichiarazione dei canoni di locazione. I soggetti sopracitati vengono richiamati...
Richieste e Moduli

F24 a saldo zero: 5 cose da sapere

Per la maggior parte delle imposte e dei pagamenti tributari in Italia è utilizzato il modello F24, un documento standard che consente di facilitare la difficile e complessa operazione del pagamento delle tasse. A seconda del versamento da effettuare...
Finanza Personale

Come rimediare alla mancata registrazione del contratto di locazione

Nel caso in cui dovessi abitare sotto un tetto che non è di tua proprietà, ossia sei un affittuario e nel momento in cui il locatore dell'abitazione in cui vivi ti ha ceduto la sua casa, un problema che può capitare è che non ti ha proposto alcun...
Finanza Personale

Come rettificare o integrare il Modello Unico

Il Modello Unico è un modello unificato di dichiarazione dei redditi mediante il quale è fattibile fare più dichiarazioni fiscali. Se dopo aver presentato quest'ultimo ci si accorge di aver commesso degli errori o di aver dimenticato di indicare alcuni...
Lavoro e Carriera

Come si calcola la liquidazione del TFR

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) chiamato anche liquidazione, è un compenso che viene corrisposto al lavoratore in maniera differita, ossia alla cessazione del rapporto di lavoro. Per questa ragione l'accantonamento annuo del TFR viene considerato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.