Come riscuotere i propri crediti

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Pressione fiscale, carenza di lavoro, stretta del credito e lunghi tempi di pagamento, sono solo alcuni dei tanti fattori che influiscono sulla crescita esponenziale del fenomeno dell'insolvenza. Per tutelare i propri diritti è fondamentale che ognuno sappia cosa fare e come muoversi per recuperare una somma di denaro, onde evitare di cadere in errori e di non poter più far valere il proprio diritto. Ecco una guida che spiega i passaggi fondamentali per riscuotere i propri crediti.

25

Le vie maestre per recuperare un credito sono essenzialmente due, quella giudiziale e quella stragiudiziale. La via stragiudiziale è la prima da seguire se si è creditori di una somma di denaro. Il primo passo da fare è richiedere la somma dovuta al debitore, inviando allo stesso una raccomandata con avviso di ricevimento. Tale formalità è indispensabile per manifestare la volontà di far valere il proprio diritto e bloccare il decorso della prescrizione. Con la lettera si avverte il debitore che, in caso non proceda al pagamento, si inizierà un'azione legale.

35

Se a seguito della richiesta il debitore non paga, non rimane che agire giudizialmente, al fine di ottenere un titolo esecutivo per riscuotere la propria somma. A seconda dell'entità del credito l'azione va proposta dinanzi al Giudice di Pace o al Tribunale competenti, intraprendendo una causa ordinaria, se non si dispone di una documentazione scritta che provi il credito, oppure un ricorso per decreto ingiuntivo, se si ha prova scritta del credito (es. Documento firmato dal debitore, atto notarile, fatture, assegno ecc.).

Continua la lettura
45

La via monitoria, quella cioè per decreto ingiuntivo, è la più rapida ed è quindi preferibile se ne ricorrono le condizioni. Si propone con ricorso, con il quale si chiede al giudice di ordinare al debitore il pagamento della somma. Nel ricorso, da depositare in cancelleria insieme alla documentazione, si devono indicare le prove del credito che si producono.

55

Accertata l'esistenza delle condizioni richieste dalla legge, ed in particolare che il credito è fondato su prova scritta, il giudice emetterà il decreto, ordinando al debitore il pagamento della somma, pur concedendogli un termine di 40 giorni per fare opposizione. Se il debitore farà opposizione inizierà un giudizio per accertare il diritto di credito; se invece non si opporrà, non provvedendo comunque al pagamento, si potrà procedere con l'esecuzione forzata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Il ricorso per decreto ingiuntivo

Vediamo perciò come dovrete procedere, se siete interessati a tale argomento, successivamente vi sarà spiegato come eseguire il ricorso per decreto ingiuntivo correttamente. Con il termine "decreto ingiuntivo", si intende il rimedio mediante il quale...
Richieste e Moduli

5 cose da sapere se ricevi un decreto ingiuntivo

È meglio che nessuno nella vita riceva un decreto ingiuntivo. Per chi non lo sapesse infatti è un ordine dato da un giudice su base di un creditore. Questo consiste nell'obbligare il debitore ad adempiere all'obbligazione assunta entro 40 giorni solitamente....
Previdenza e Pensioni

Pignoramento della pensione

Quando la pensione si pignora, si avvia un procedimento di pignoramento presso terzi. Il creditore il quale vanta dei crediti nei confronti di un soggetto debitore, può avvalersi di strumenti per il recupero dei propri crediti. Le somme di denaro in...
Richieste e Moduli

Come ottenere una sentenza contro un debitore

Spesso ci si ritrova in situazioni paradossali dove l'elargitore di una somma di denaro o di un bene materiale veda sfumare la sua fonte di guadagno o l possibilità di avere indietro il suo denaro. In questi casi come muoversi? L'unica soluzione che...
Finanza Personale

Pignoramento presso terzi: come funziona

Una delle cose più utili che fa parte della sfera del diritto privato e in particolar modo dei diritti di paranzia (pegno, privilegi e ipoteche) è rappresentata proprio dalla fattispecie del pignoramento. Di cosa si tratta? Il pignoramento altro non...
Richieste e Moduli

Come fare opposizione al decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è quello strumento che permette a qualsiasi creditore di ottenere la restituzione di una somma di denaro oppure la consegna di cose, senza che il debitore viene interpellato. Questo atto ha una procedura immediata, ma può essere...
Aziende e Imprese

Come fare un decreto ingiuntivo

Il decreto ingiuntivo è il provvedimento attraverso il quale il giudice competente tutela il diritto al credito di chi ne fa ricorso. Solitamente il debitore è tenuto a saldare il dovuto entro quaranta giorni dalla notifica; il l procedimento di ingiunzione...
Lavoro e Carriera

Come recuperare i crediti scaduti

Generalmente per recupero crediti si intende l'insieme di tutte le attività che il creditore svolge nei confronti del debitore, al fine di ottenere il pagamento di quanto gli spetta. Questo perché il più delle volte, alla scadenza fissata per pagare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.