Come rimediare alla mancata registrazione del contratto di locazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Nel caso in cui dovessi abitare sotto un tetto che non è di tua proprietà, ossia sei un affittuario e nel momento in cui il locatore dell'abitazione in cui vivi ti ha ceduto la sua casa, un problema che può capitare è che non ti ha proposto alcun contratto di locazione. In questo caso non occorre avere particolari timori, in quanto in questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo dettagliatamente come occorre procedere. In pochi e semplici passaggi e con i nostri infallibili consigli, infatti, vi spiegheremo come è possibile rimediare alla mancata registrazione dell'accordo di locazione. Per prima cosa, precisiamo subito che per "locazione" si intende quel trattato tramite il quale un proprietario, definito con il termine di "locatore", si impegna a fare utilizzare e gestire un proprio bene ad un altro componente detto comunemente "locatario", in un determinato periodo di tempo, ricevendo come ricompensa un preciso corrispondente. Questo atto viene praticato non soltanto all'affittuario, che va a tutelarsi da un eventuale sfratto, ma anche al locatore, come garanzia per degli ipotetici ritardi nei pagamenti e per le azioni che potrebbero rovinare oppure devastare l'abitazione. È comunque necessario sapere che esiste una procedura particolare, dedita a regolarizzare le omissioni e le irregolarità commesse, sia che siano state fatte intenzionalmente ed illegalmente, sia che si è veramente incappati in una vera e propria dimenticanza. Per sanare la propria posizione è possibile volgersi soltanto al cosiddetto "ravvedimento operoso". A questo punto possiamo entrare nel vivo di questa guida ed esaminare la situazione in maniera più dettagliata possibile.

24

Innanzitutto, è doveroso comprendere che per usufruirne di questo genere di contratto non si deve necessariamente trovarsi in determinate condizioni. Per iniziare il tutto, precisamente, non si deve avere in corso, al momento del ravvedimento, alcun genere di attività amministrativa da parte dell'Ufficio delle Agenzie delle Entrate, come per esempio una procedura di contestazione della violazione, un eventuale accertamento, delle ispezioni oppure delle verifiche.

34

Tra le altre cose, inoltre, c'è da precisare che non ci si può volgere al "ravvedimento operoso" nel caso in cui siano scaduti i termini per usufruirne. Invece, nel caso in cui ci si possa avvalersene ancora, occorre tenere tuttavia in considerazione che si dovrà pagare una sanzione amministrativa non indifferente. Il "peso" della sanzione, precisamente, è direttamente proporzionale alla gravità del reato commesso.

Continua la lettura
44

Naturalmente aggraverà la situazione complessiva anche il tempo trascorso dalla scadenza del termine non rispettato, ed il momento in cui si ha preso la decisione di sanare l'omissione. Al pagamento della sanzione amministrativa, che benché ridotta non è per niente insignificante, si dovranno anche aggiungere le somme dovute a titolo di imposta e gli interessi di mora, su base giornaliera al tasso legale annuo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come mettersi in regola con fisco

Annualmente l'Agenzia delle Entrate invia, a una determinata quota di contribuenti, degli avvisi in merito a delle anomalie riguardati la dichiarazione dei redditi e la non dichiarazione dei canoni di locazione. I soggetti sopracitati vengono richiamati...
Aziende e Imprese

Ravvedimento operoso lungo: 5 cose da sapere

Il ravvedimento operoso è una possibilità, messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, per consentire a chiunque non abbia pagato le dovute tasse entro il tempo stabilito di rimediare. Si può quindi effettuare il pagamento in ritardo, pagando...
Case e Mutui

Locazione a canone libero: 5 cose da sapere

Il contratto di locazione a canone libero (detto anche 4+4) è stato introdotto dalla legge 431 del 1998 ed è una forma di locazione che prevede che siano il locatore (colui che possiede il bene immobile) e il futuro inquilino (o conduttore) a decidere...
Finanza Personale

Come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso

Questa breve guida cercherò di spiegarvi come pagare tasse e tributi con il ravvedimento operoso in modo semplice ed esaustivo. La spiegazione indicata è anche un strumento di informazione a carattere generale molto utile al contribuente "onesto" che...
Case e Mutui

Locazione: tutto sulla registrazione del contratto

In questa guida parleremo di locazione: ecco tutto sulla registrazione del contratto. Cominciamo col dire che registrare un contratto di locazione è un obbligo dell'affittuario. Generalmente si deve provvedere alla registrazione solo se la locazione...
Case e Mutui

Come fare la disdetta di un contratto di affitto

Fare la disdetta di un contratto di affitto può essere un'operazione piuttosto farraginosa perché richiede la conoscenza di numerose leggi: per questo motivo è di fondamentale importanza informarsi correttamente e soprattutto rivolgersi alle persone...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si prende una casa in affitto

Stando ai dati statistici dell'ISTAT la questione è piuttosto chiara: nel nostro paese gli acquisti di case di proprietà sono sensibilmente diminuiti negli ultimi anni a causa della difficoltà di trovare mutui agevoli. A controbilanciare questo trend,...
Case e Mutui

Come effettuare un subentro in un contratto di locazione

Il contratto di locazione rappresenta un'ottima modalità per l'affitto, poiché le garanzie sono davvero numerose sia per il locatore, che per l'affittuario. Tuttavia, così come per gli altri contratti, bisogna conoscere alcuni particolari vincoli e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.