Come Richiedere Una D.I.A. Denuncia di Inizio Attività

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

La Denuncia di Inizio Attività (D. I. A.) è una pratica amministrativa la quale, soprattutto nel mondo dell'edilizia, rappresenta oggi uno degli strumenti urbanistici più importanti. Nasce, sotto differente nome, con la Legge n. 47/85, che all'articolo 26 "Opere interne", costringeva chiunque volesse eseguire lavori interni a strutture, che non fossero in difformità dei regolamenti comunali vigenti, a presentare una relazione stilata da un professionista abilitato, come, ad esempio, un ingegnere, un architetto od un geometra iscritto al relativo Albo professionale. Oggi, la Denuncia di Inizio Attività serve alla Pubblica Amministrazione per compiere il ruolo di Vigilanza sull'attività edilizia che si svolge sul proprio territorio. Con una D. I. A. Si può, addirittura, costruire nuovi fabbricati, qualora sia presente un Piano Particolareggiato e regolamentato attualmente, nel Testo Unico dell'Edilizia, contenuto nel D. P. R. 380/2001 il quale, agli articoli 22 e 23, ne stabilisce il potere ed i limiti. In questa breve guida vi sarà spiegato come richiedere una D. I. A. Denuncia di Inizio Attività.

25

La Legge dice che con la Denuncia di Inizio Attività si possono eseguire i lavori non riconducibili ad attività edilizia libera, od al Permesso di Costruire; è pertanto richiesta per opere di restauro conservativo e ristrutturazione edilizia. Nessuna autorizzazione è prevista per gli interventi di manutenzione ordinaria, per i quali è sufficiente una semplice comunicazione da parte del titolare dell'unità abitativa al Comune, mentre quelli di manutenzione straordinaria sono, invece, assoggettati a C. I. L. (Comunicazione Inizio Lavori). La D. I. A. Può essere utilizzata, in alcuni casi, pure per le varianti al Permesso di Costruire che non comportino cambiamenti di sagoma, di superficie o di volume dell'edificio.

35

Si entra nell'illegalità e si diviene perseguibili a norma di legge in tre modi: 1) compiendo operazioni edilizie per le quali occorrerebbe un'autorizzazione differente dalla Denuncia di Inizio Attività; 2) avviando i lavori assoggettati a D. I. A. Prima dei trenta giorni previsti dal silenzio-assenso; 3) eseguendo opere difformi da come sono state presentate; 4) avviando attività senza richiedere l'autorizzazione per cui sarebbe obbligatoria. La punizione è rapportata al danno che si arreca. Se si è nel terzo caso, una volta compiuti abusivamente i lavori, si può presentare una Dichiarazione di Conformità la quale, a firma di un Tecnico iscritto al relativo Albo, attesta che, comunque, sono state eseguite delle opere conformi agli strumenti urbanistici. Viene, allora, elevata una contravvenzione, non inferiore a mille euro e non superiore a diecimila euro.

Continua la lettura
45

La Denuncia di Inizio Attività si presenta all'Ufficio Tecnico del Comune, a firma di un Tecnico Abilitato, e deve contenere un progetto grafico raffigurante lo stato di fatto e la situazione futura, una relazione tecnica in cui si descrivono in dettaglio le opere da compiersi ed i riferimenti regolamentari, nazionali e locali, che riguardano il provvedimento, e la certificazione del fatto che il progettista si assume la responsabilità che i lavori siano in conformità degli strumenti urbanistici vigenti al tempo del loro avvio. Tuttavia, la Parcella Professionale pretesa dal Tecnico è adeguata al rischio del servizio prestato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come sporgere denuncia contro ignoti

Spesso gli autori di comportamenti fuori legge sono ignoti, ma comunque le vittime vogliono sporgere denuncia presso le autorità competenti. Nei passaggi seguenti vi daremo alcuni consigli su come sporgere denuncia contro ignoti: non preoccupatevi del...
Richieste e Moduli

Come fare una denuncia dai carabinieri

Non abbiate timore, ecco come denunciare un illecito ai Carabinieri.La denuncia è un importante strumento di collaborazione da parte del cittadino che consente alla Magistratura ed alle Forze dell' ordine di perseguire gli autori dei reati, ricordiamo...
Richieste e Moduli

Come presentare una denuncia-querela

Quando si viene a conoscenza di un reato e si intende informarne gli organi competenti, è possibile sporgere una denuncia oppure una querela. La differenza tra i due atti consiste nel fatto che il primo può essere proposto da qualsiasi persona che sia...
Richieste e Moduli

Come sporgere denuncia alla polizia postale

La rapida diffusione dell'uso dei social network ha messo ulteriormente in evidenza i punti di debolezza della Rete, in particolar modo la sicurezza informatica. La Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa proprio di questo (sicurezza online),...
Richieste e Moduli

Denuncia cumulativa dei fondi rustici: normativa e prassi

Qualora sorgesse la necessità di affittare un immobile o di prenderlo in affitto, si dà vita ad un particolare contratto: quello di locazione, dove il locatore concede al locatario l'uso del proprio fabbricato, dietro corrispettivo di un prezzo che...
Finanza Personale

Come denunciare una truffa

Nella società odierna il pericolo di truffe sia on line che fisiche è in forte aumento, e ciò è dovuto ai mezzi sempre più sofisticati che i truffatori hanno a loro disposizione e allo studio di metodi particolarmente efficaci per tuffare l'ignara...
Finanza Personale

Come fare una denuncia di smarrimento documenti

Smarrire i documenti purtroppo diventa un problema poiché oltre a non avere dei documenti identificativi o il grande problema della patente e quindi il non poter portare l'automobile, si rischia che possano essere utilizzati da altre persone, come cambio...
Aziende e Imprese

Come denunciare all'INAIL l'esecuzione di un lavoro temporaneo

Il lavoro temporaneo, disciplinato dalla legge n. 196 del 1997, è quel lavoro, anche di lunga durata, che ha un termine finale, certo o almeno presunto, e che è classificabile alla stessa voce di tariffa, ovvero col medesimo rischio lavorativo presente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.