Come richiedere un risarcimento all'Inail

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La guida illustra le procedure di accesso alle prestazioni assicurative. Ci sono sezioni specifiche che mostrano i diversi tipi di prestazioni, economica eassistenza sanitaria. Altre informazioni di carattere generale sono disponibili sul sito www. Inail. It; altre informazioni possono essere richieste al numero verde 803.164 o presso gli uffici INAIL locali. Le informazioni di tipo personale, per quanto riguarda i singoli casi di incidenti o malattie, possono essere richieste presso la sede operativa INAIL che hanno competenza territoriale per gestire il caso in cui è domiciliato il lavoratore interessato. Ecco come richiedere un risarcimento all'INAIL.

25

Per tutelare i lavoratori dipendenti vittime di infortunio o malattia professionale Il "Testo unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali" (D. P. R. 1124/1965), ha previsto infatti, una specifica assicurazione obbligatoria per tutti i datori di lavoro che occupano i lavoratori dipendenti in attività che la legge identifica come rischiose. Essa consente al lavoratore dipendente di beneficiare di prestazioni sanitarie specifiche e di richiedere all'Istituto Nazionale "INAIL" un indennizzo tanto più cospicuo quanto più è stato grave l'evento traumatico e le conseguenze che ne sono derivate.

35

Tuttavia potete richiedere il vostro indennizzo all'INAIL solo se il vostro infortunio o malattia professionale rientra in una delle due definizioni date dalla legge (D. P. R. 1124/1965). Essa definisce l'infortunio sul lavoro come: "l'evento che avviene per causa virulenta, in occasione di lavoro e dal quale sia derivata la morte o un'inabilità permanente al lavoro, assoluta o parziale oppure un'inabilità temporanea assoluta che importi l'astensione dal lavoro per più di tre giorni".

Continua la lettura
45

Se il vostro infortunio o malattia professionale, rientra in una delle definizioni appena illustratevi, allora potrete richiedere un'indennizzo all'INAIL seguendo le seguenti regole. Per chiedere l'indennizzo per infortunio sul lavoro: dovete informare subito il datore di lavoro dell'infortunio subito durante l'orario di lavoro; il datore di lavoro, ricevutane notizia, ha il dovere di inviare entro 2 giorni la relativa denuncia all'INAIL. Tuttavia nel caso di infortunio mortale o che comporti pericolo di vita, il datore di lavoro ha il dovere di effettuare la denuncia entro 24 ore dall'evento e l'INAIL avrà l'obbligo di informare il P. M. Affinché possa avviare un'indagine penale.
Invece per chiedere l'indennizzo per malattia professionale: dovete comunicare al vostro datore di lavoro, di avere contratto la malattia professionale entro 15 giorni.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Infortuni sul lavoro: come comportarsi

La piaga degli infortuni sul lavoro si sta allargando sempre di più. Gli incidenti nell'esercizio della propria professione, purtroppo, sono sempre più frequenti. In questi casi un lavoratore si stente a disagio e ha netta la sensazione di essere abbandonato...
Aziende e Imprese

Infortunio: come calcolare l'integrazione a carico dell'azienda

In qualunque azienda ci si trovi, può capitare di assistere ad un infortunio sul lavoro, oppure di esserne vittima. Molto spesso, ciò si verifica per ragioni differenti, come una scarsa sicurezza messa a disposizione dall'azienda o la presenza di attrezzature...
Previdenza e Pensioni

Infortunio casalinghe: come ottenere la rendita

Essere casalinghe significa compiere un vero e proprio lavoro, e tutto ciò è previsto anche dalla legge italiana. Infatti, in caso di infortunio grave, anche le casalinghe possono ottenere una rendita, detta generalmente pensione d'invalidità. Per...
Lavoro e Carriera

Cosa fare in caso di infortunio sul lavoro

La normativa attualmente vigente in tema di diritto del lavoro prevede alcune importanti previsioni nel caso in cui un lavoratore subisca un infortunio durante le ore lavorative dando la possibilità a quest'ultimo di ricevere un risarcimento adeguato...
Richieste e Moduli

Come compilare la modulistica di infortunio

Non è bello, ma può succedere ed in questo caso occorre intervenire tempestivamente per dare la possibilità agli attori coinvolti di ottenere il giusto risarcimento. Stiamo parlando di una situazione in cui si verifica un infortunio. In questo tutorial...
Previdenza e Pensioni

Assicurazione casalinghe: come mettersi in regola

Per "assicurazione" si intende essenzialmente quella polizza stipulata per essere risarciti per uno specifico tipo di danno. Esistono diversi ambiti dove è possibile avviare delle assicurazioni, tra queste si annoverano quelle sulla casa, sulla vita,...
Finanza Personale

Come assicurarsi contro gli infortuni domestici

Da ormai qualche anno, è ormai diventata obbligatoria l'assicurazione contro gli infortuni che riguardano le casalinghe. Qualora voi svolgeste il mestiere di casalinga, sappiate che vi sarà molto utile seguire questa guida. Infatti, passo dopo passo,...
Aziende e Imprese

Come denunciare all'INAIL l'esecuzione di un lavoro temporaneo

Il lavoro temporaneo, disciplinato dalla legge n. 196 del 1997, è quel lavoro, anche di lunga durata, che ha un termine finale, certo o almeno presunto, e che è classificabile alla stessa voce di tariffa, ovvero col medesimo rischio lavorativo presente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.