Come richiedere la riduzione Tarsu per single

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La Tarsu è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti; l'imposta si deve pagare al proprio comune di residenza ed il ricavato viene impiegato non solo per lo smaltimento dei rifiuti prodotti all'interno della propria abitazione, ma anche per la pulizia delle strade della città. Il totale da pagare varia in relazione al di spazi occupati all'intero dell'abitazione e non è commisurabile alla quantità effettiva di rifiuti prodotti. Per questo motivo il titolare dell'immobile è tenuto a presentare una Denuncia con i dati relativi alla superficie dell'immobile, il tipo d'uso per cui è adibito ed ulteriori dati utili al calcolo dell'imposta. Nel caso in cui l'abitazione sia attestata ad un single, è prevista la possibilità di chiedere una riduzione sul totale da pagare; lungo i passi di questa guida vi forniremo alcune delucidazioni su come richiedere tale esenzione.

27

Occorrente

  • Modulo d'istanza
37

Tra le tipologie di esenzione più richieste, quella a favore dei single è la più diffusa. Per beneficiare di questo sconto è necessario presentare un'istanza, che risulterà valevole per l'anno successivo rispetto a quello in cui la documentazione in questione viene consegnata. Nel caso in cui le condizioni dovessero venire a cambiare ed il titolare dell'immobile non dovesse più vivere in qualità di unico occupante all'interno dell'abitazione, anche questo cambiamento deve essere denunciato, in modo tale da regolarizzare la situazione e pagare il giusto corrispettivo dell'imposta; in caso contrario spetta al comune di residenza avviare le procedure utili al recupero della somma evasa.

47

La tassa dei rifiuti viene ridotta ai single a discrezione del Comune, in alcuni casi sino ad un terzo dell'importo totale. Tuttavia possono influenzare la riduzione dell'imposta altre condizioni cumulabili, come ad esempio nel caso di abitazioni secondarie o tenute a disposizione. Se il titolare dell'abitazione risiede all'estero per un arco temporale maggiore a sei mesi l'anno, è prevista inoltre un'ulteriore riduzione dell'imposta. Perché il Comune disponga di tutti i dati relativi al calcolo del giusto corrispettivo, tenendo conto dei parametri relativi ad un'eventuale riduzione (in questo caso la condizione di unico occupante dell'edificio), è necessario presentare l'istanza.

Continua la lettura
57

Per la presentazione dell'istanza bisogna recarsi nel proprio Comune d'appartenenza, chiedendo preventivamente informazioni dettagliate all'URP (ufficio relazioni col pubblico) in merito alle linee guida stabilite per il pagamento della Tarsu nella propria città, poiché non tutte le amministrazioni seguono gli stessi identici parametri. Presso la sede Comunale si possono richiedere i moduli d'istanza; in alternativa si possono stampare dal sito internet del comune con allegate tutte le informazioni per la compilazione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiedete informazioni dettagliate all'URP della vostra città

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come presentare un'istanza in autotutela per gli accertamenti Tarsu

Hai ricevuto degli accertamenti ingiustificati da parte dell'amministrazione comunale riguardanti il tributo Tarsu? La legge mette a disposizione del cittadino la possibilità di presentare un'istanza in autotutela per riparare all'errore. Ovviamente...
Finanza Personale

Come ottenere l'esenzione della tassa sui rifiuti urbani

Le Amministrazione Comunali prevedono ogni anno delle facilitazioni nei pagamenti per chi ha delle difficoltà economica. Queste persone possono quindi avvalersi dell'esenzione dal pagamento della TARSU (tassa per i rifiuti solidi urbani). Per richiedere...
Case e Mutui

Tares: come si calcola

Il Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) non è altro che una tassa entrata in vigore nel 2013 e consiste in un’imposta calcolata in proporzione alla superficie dell’immobile. Grazie alla sua raccolta, ogni Comune potrà far fronte alle...
Finanza Personale

Come calcolare la Tarsu

Il decreto legislativo numero 507 del 15 novembre 1993, ha previsto, per dentro i confini italiani, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. L'applicazione di questa tassa è delegata dallo Stato centrale, alle istituzioni comunali presenti...
Finanza Personale

Come calcolare la IUC

Al giorno d'oggi il meccanismo delle tasse sulle abitazioni, in Italia, si è arricchito di un nuovo acronimo, che acquista la denominazione di IUC. Precisamente, parliamo della cosiddetta Imposta Unica Comunale, che è stata introdotta con la Legge di...
Richieste e Moduli

Come pagare meno TARSU preparando il compost con i rifiuti di cucina

La TARSU è la tassa per lo smaltimento dei rifiuti tossici urbani, introdotta in Italia con il decreto n°507 del 2003. È una spesa che bisogna pagare al Comune per ricevere un servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti stradali o anche per la pulizia...
Finanza Personale

Come disdire il pagamento della tassa rifiuti in caso di trasferimento

La tassa che tutti quanti pagano per la raccolta dei rifiuti soliti urbani, viene chiamata TARSU. In buona sostanza rappresenta una tassa obbligatoria a chiunque getti rifiuti. Pertanto viene pagata per il servizio di smaltimento dei rifiuti urbani che...
Finanza Personale

Come calcolare la Tares

I contribuenti italiani devono adempiere ai pagamenti, per una nuova tassa, denominata tares. Questa è la tassa sui rifiuti urbani, che riguarda quindi i servizi e nasce dalla fusione della tassa sullo smaltimento dei rifiuti urbani, cioè la tarsu e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.