Come richiedere la quattordicesima pensione Inpdap

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La quattordicesima pensione INPDAP è un incremento della pensione che può variare da un minimo di 336 euro ad un massimo di 504 euro in funzione dell'anzianità contributiva posseduta dal pensionato che la richiede. Queste somme non vengono riconosciute ed erogate in automatico ma sarà necessario eseguire una procedura per poterle ottenere. In questa guida, quindi, vedremo come fare per riuscire a richiedere correttamente la quattordicesima pensione INPDAP.

26

Assicurarsi di essere titolari di una pensione a basso importo

Per poter ottenere la quattordicesima pensione INPDAP per prima cosa dovremo essere titolari di una pensione a basso importo, per cessazione di attività regolamentare lavorativa, e in carico a Inps, Indpap o Enpals. Altro requisito imprescindibile è avere un'età maggiore o uguale a sessantaquattro anni, in relazione alla data del 30 giugno. Tuttavia, se la nostra data di nascita rientra nel periodo successivo, potremo fare comunque richiesta e in caso questa venga accettata, ci verrà versata la quota della quattordicesima nella prossima mensilità di dicembre. Dovremo presentare ad un qualsiasi Ente di Previdenza Obbligatoria il nostro reddito annuale, che sarà idoneo a ricevere il supplemento se non supera i 9.370,34 euro.

36

Presentare tutti i documenti personali

Oltre ai nostri documenti personali, quali il codice fiscale e la carta di identità, dovremo presentare quindi all'Ente di Previdenza Sociale anche il prospetto del nostro reddito annuale, corredato da eventuali altri redditi supplementari che non rientrano nel compenso pensionistico. A questo punto la nostra richiesta verrà inoltrata agli uffici competenti. Ricordiamoci che annualmente, l'Inps, in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, provvederà a verificare la regolarità delle dichiarazione dei redditi e dei precedenti pagamenti.

Continua la lettura
46

Le cifre degli anni di contribuzione

Se il nostro reddito annuale supera il tetto massimo, potremo fare comunque richiesta della Quattordicesima, che ci verserà comunque un compenso aggiuntivo in base agli anni di lavoro pari alla differenza dei due importi. Se i nostri anni di contribuzione sono 15, l'importo aggiuntivo sarà pari a 336 euro, mentre se abbiamo lavorato per un periodo compreso tra i 15 e i 25 anni, riceveremo 420 euro. Infine se siamo andati in pensione dopo 25 anni di contributi, la quota arriverà ai 504 euro.

56

Effettuare la richiesta della quattordicesima

A questo punto, se siamo in possesso di tutti i requisiti indicati all'interno di questa guida, non ci resta altro da fare che provare subito ad effettuare la richiesta della quattordicesima pensione INPDAP. Chi non ha molta esperienza con questo tipo di pratiche, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati, ma con un po' di pazienza e facendoci aiutare da qualcuno più esperto di noi, riusciremo alla fine ad eseguire correttamente queste operazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Prestiti Inpdap: guida alle nuove regole

L'INPDAP, ossia l'Istituto Nazionale di Previdenza dei Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica, è stato fondato nel 1994, tramite il Decreto Legislativo numero 479 del 30 giugno dello stesso anno. Precisamente, è sorto a seguito della fusione dell'ENPAS,...
Finanza Personale

Come richiedere il codice PIN INPDAP

L'Istituto nazionale di previdenza e assistenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica (INPDAP) era un ente pubblico non economico. L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS) è il principale ente previdenziale italiano, presso cui...
Finanza Personale

Come stampare il cedolino pensione INPDAP

I dipendenti dell' Amministrazione Pubblica in pensione che desiderano stampare la rata pensione dell'ultimo mese (anche dei mesi/anni precedenti) possono farlo sfruttando i servizi online messi a disposizione dall'INPDAP. Vediamo come fare con questa...
Previdenza e Pensioni

Regole per il calcolo della pensione minima

La pensione è una somma mensile corrisposta al lavoratore al raggiungimento dell'età pensionabile, quando cessa l'attività lavorativa e passa sotto il regime pensionistico erogato dall'INPS, l'ente nazionale previdenza sociale.ub">Sopratutto in passato...
Previdenza e Pensioni

Come si calcolano le pensioni INPDAP

L'INPDAP, vecchio ente di gestione del sistema contributivo dei dipendenti pubblici, venne assorbito dall'INPS nel 2012. Pertanto, il calcolo delle pensioni attualmente viene effettuato da quest'ultima. Con la nuova gestione, la procedura ha subito significativi...
Previdenza e Pensioni

Come controllare la pensione online

A partire da Giugno 2013, l’INPS ha messo a disposizione dei lavoratori aventi diritto la possibilità di controllare attraverso il sito dell’istituto il proprio estratto conto online relativo ai contributi pensionistici. Il nuovo estratto conto integrato,...
Case e Mutui

Come fare richiesta per un mutuo Inpdap

Quando acquistate la prima abitazione, l'Inpdap può darvi sicuramente una mano. L'organizzazione vi fornisce una somma di denaro per l'acquisto dell'immobile. Tuttavia, prima di inoltrare ogni domanda, dovete conoscere le regole dell'ente. Con l'introduzione...
Finanza Personale

Come estinguere un prestito Inpdap

Può capitare che in periodi poco prosperi sia necessari richiedere una piccola o una grande somma di denaro, per far fronte a determinate spese. Gli istituti di credito che offrono prestiti a tassi fissi o variabili sono molteplici, come ad esempio l'INPDAP...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.