Come richiedere l'assegno per il congedo matrimoniale

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'assegno per il congedo matrimoniale è un periodo di congedo (retribuito) di 15 giorni che viene concesso ai lavoratori che si sposano. Una volta fatta la richiesta, questo permesso, può essere utilizzato entro 30 giorni. Questa sospensione dal lavoro non è però per tutti, ma viene erogata solo ai lavoratori che presentano determinate caratteristiche. Attraverso questa guida vi spiegherò come richiedere l'assegno per congedo matrimoniale.

25

Chi può fare richiesta dell'assegno

Come già specificato, l'assegno per il congedo matrimoniale non è per tutti. Ne possono fare richiesta tutti i lavoratori assunti con un contratto regolare di almeno 7 giorni e che si siano sposati (con rito civile) nei 30 giorni precedenti alla richiesta. L'assegno non spetta ai dipendenti che risultano ancora in periodo di prova. Lo possono richiedere anche i disoccupati purché nei 90 giorni che precedono la data del matrimonio abbiamo lavorato (con regolare contratto) almeno 15 giorni. Infine, possono presentare domanda per l'assegno anche coloro che hanno un regolare contratto lavorativo ma che per vari motivi sono sospesi dal servizio.
In caso di richiesta dell'assegno per seconde nozze è possibile ottenerlo solo se vedovi o divorziati.

35

Durata del congedo matrimoniale

La durata del congedo matrimoniale è di 15 giorni di calendario e non lavorativi, quindi sono compresi anche i sabati, le domeniche e i giorni festivi. Il periodo concesso è appunto per il matrimonio e pertanto non è possibile frazionarlo, ma va fruito in maniera consecutiva.

Continua la lettura
45

Quando e come richiedere l'assegno

La domanda per avere l'assegno è competenza dell'Inps (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale). Coloro che sono in possesso di un contratto di lavoro regolare devono presentare la domanda al proprio datore di lavoro entro 60 giorni dalla data del matrimonio. Alla richiesta è necessario allegare il certificato di matrimonio o lo stato di famiglia.
I lavoratori che sono invece al momento disoccupati devono presentare la domanda online attraverso il servizio apposito o recandosi direttamente presso una sede Inps entro 12 mesi dalla data del matrimonio, esibendo inoltre la copia dell'ultima busta paga.
I lavoratori extracomunitari, oltre a presentare l'istanza, in caso di matrimonio all'estero, devono portare un certificato del Comune di residenza che attesti che il tale è sposato con la persona indicata sul certificato di matrimonio rilasciato dall'autorità estera.
La richiesta di congedo matrimoniale per i dipendenti pubblici segue le medesime procedure.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Come richiedere il congedo parentale per lavoratrice autonoma

Da quando è entrata in vigore, la legge italiana ha sempre operato in modo tale da permettere ai cittadini di conciliare la vita privata con il lavoro. Molte donne che lavorano devono affrontare un periodo di stop per via di una o più gravidanze. Questo...
Richieste e Moduli

Come compilare il modulo di maternità obbligatoria INPS

Il momento più bello della vostra vita è arrivato, finalmente siete in dolce attesa e dovete conciliare il lavoro con la maternità. All’inizio è facile e non avete nessun problema, ma quando il pancione inizierà a crescere non potrete più svolgere...
Previdenza e Pensioni

Le principali caratteristiche del congedo parentale

Nel diritto del lavoro italiano, il congedo parentale o astensione facoltativa, è una forma di previdenza facoltativa che prevede un periodo di astensione dall'attività lavorativa per consentire al lavoratore di adempiere appieno alla sua funzione familiare...
Lavoro e Carriera

Come richiedere il congedo parentale

Il congedo parentale consiste nel diritto spettante sia alla madre e sia al padre, di godere di un periodo di dieci mesi di astensione dal lavoro, da ripartire tra i due genitori e, da fruire nei primi dodici anni di vita del bambino. C'è da dire che...
Lavoro e Carriera

Il congedo di maternità facoltativo

Oltre alla tipologia di astensione dal lavoro più ricorrente, ovvero il "congedo di maternità obbligatoria", ne esiste una seconda tipologia detta "facoltativa". Il congedo di maternità facoltativo, anche detto "congedo parentale", presenta una serie...
Lavoro e Carriera

I principali diritti del lavoratore subordinato

La legislazione prevede la tutela dei lavoratori dipendenti per garantire loro un corretto rapporto con il datore di lavoro. Il lavoratore ha una posizione di inferiorità rispetto a lui ed è fondamentale quindi che le leggi regolamentano il rapporto...
Lavoro e Carriera

Come sfruttare il congedo parentale

Ultimamente in Italia è stata introdotta una novità per i genitori che lavorano (ci si riferisce ai lavoratori dipendenti); infatti, dal 31 gennaio 2013 c'è la possibilità di sfruttare il congedo parentale (un periodo di astensione facoltativa dal...
Richieste e Moduli

Come versare l'assegno di mantenimento

La pratica di divorzio è un fenomeno sempre più in continuo aumento. È sempre maggiore infatti il numero delle coppie che non andando più d'accordo e vivendo una situazione insopportabile di convivenza, decidono di mettere fine a livello legale del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.