Come richiedere il riscatto della laurea ai fini pensionistici

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per tutti coloro che hanno conseguito la laurea, l'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale permette il riscatto degli anni di studio universitario a fini pensionistici, anche se l'utente non sta attualmente lavorando. Questa pratica consente di avere fino ad un massimo di cinque anni di contributi equiparati come anni lavorativi, in modo da raggiungere nel minor tempo possibile i tanto agognati quaranta anni di versamento dei contributi. Nella guida che segue illustreremo le procedure per richiedere il riscatto della laurea.

26

Occorrente

  • modello di domanda inps
  • fotocopie certificato esami
  • documenti e CF
36

La domanda di riscatto degli anni della laurea va richiesta direttamente agli Uffici dell'INPS della propria provincia. Se non si ha il tempo o il modo per potersi recare fisicamente all'INPS, si può incaricare un intermediario, che può essere o il proprio commercialista o un funzionario del Patronato. Tuttavia, potendo scegliere, meglio sempre andare in prima persona, perché occorrono comunque le proprie informazioni personali e una serie di firme in calce.

46

La raccolta della documentazione necessaria è molto cospicua. In primis, occorre richiedere il modello di domanda per il riscatto della domanda: tale modello è disponibile, oltre che ovviamente negli uffici dell'INPS, anche presso le sedi dei patronati e dei Centri di Assistenza Fiscale (meglio noti come CAF). Al tempo stesso, bisogna recarsi presso il proprio ateneo e richiedere la documentazione dove viene certificato il conseguimento della laurea, con inclusi tutti gli esami sostenuti e le rispettive date.

Continua la lettura
56

Alla certificazione degli esami, bisogna allegare anche una fotocopia del proprio documento d'identità e del proprio codice fiscale. Raccolta la documentazione, è necessario compilare la domanda in ogni suo punto, specificando soprattutto la quantità degli anni da recuperare. (il massimo degli anni che si possono riscattare sono cinque, sono riscattabili anche le lauree triennali, e non possono essere conteggiati i cosiddetti anni "fuoricorso". Come già accennato, l'intera documentazione va consegnata all'INPS, che valuterà in base al reddito attuale e alla fascia contributiva dell'università di riferimento. Una volta stabilita la cifra, ricordiamo che la stessa può essere versata in un'unica soluzione o in comode rate mensili, spalmabili in circa dieci anni senza alcun tipo di tasso d'interesse.

66

Un consiglio: a partire dalla data del conseguimento della laurea, più tempo passa, più la cifra da pagare diventa alta. Per questo il consiglio è richiedere il riscatto della laurea il prima possibile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Previdenza e Pensioni

Riscatto anni di laurea: come fare per andare prima in pensione

Ai giorni d'oggi entrare in pensione è sempre più complesso e difficile. Bisogna raggiungere un totale di 40 anni di carriera lavorativa. Inoltre, bisogna avere 67 anni. Considerando che ogni anno viene prorogata l'età per avere la pensione, servono...
Richieste e Moduli

Riscatto laurea: condizioni e costi

Conseguire la laurea è al giorno d'oggi sicuramente molto faticoso e dispendioso, sia in termini di studio che di spese economiche. Queste ultime però possono essere in qualche modo rimborsate effettuando il cosiddetto riscatto di laurea. Si tratta...
Previdenza e Pensioni

Come controllare i contributi INPS

Tanti anni di lavoro per assicurarci domani una pensione. Quando e con quale rata andremo in pensione dipende dalle ritenute e dai versamenti fatti negli anni di lavoro. A questi concorrono sia i contributi figurativi (i versamenti da lavoro) che quelli...
Case e Mutui

Come affittare una casa con diritto di riscatto

In questo articolo vogliamo aiutarvi a capire come poter affittare una casa, però con il diritto di riscatto. Specie in questo periodo di forte crisi economica, si sente la necessità di poter effettuare dei passi sicuri, in modo da non mettersi in debiti...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare il valore di riscatto di una polizza vita a premio unico

In questo semplice ed esauriente articolo andremo a parlare del valore di riscatto di una polizza assicurativa sulla vita. Occorre, innanzitutto, partire dal presupposto che è necessario conoscere che il suddetto valore consiste nell'importo che viene...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare il valore di riscatto di una polizza vita a premi periodici

Le polizze vita sono polizze stipulate dal cliente con l'agenzia assicuratrice e garantiscono ingenti somme di denaro in caso di morte o invalidità, permanente o non. Queste polizze presentano una scadenza, e solo le persone minori di una certa età...
Previdenza e Pensioni

Fondi pensione: come fare per trasferimento e riscatto

La crisi economica che si sta protraendo e le ultime riforme in merito di previdenza hanno fatto sì che sempre più persone abbiano deciso di creare dei fondi di pensione alternativi. Purtroppo però, la recessione che non allenta la morsa ha obbligato...
Case e Mutui

Affitto a riscatto per acquistare casa: come funziona

La crisi che viviamo nel nostro secolo, purtroppo si percepisce in ogni settore, sopratutto in quello immobiliare. I mutui o i prestiti agevolati concessi dalle banche ai privati cittadini sono sempre meno e, molto spesso, è quasi impossibile ottenerli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.