Come richiedere il rimborso delle polizze scadute

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le polizze scadute, dette altresì polizze dormienti, sono quelle polizze vita stipulate, e mai riscosse dai beneficiari, in caso di scadenza o di morte dell' intestatario. Attualmente, dopo 10 anni dalla morte dell' intestatario, queste polizze vanno in prescrizione, ma precedentemente bastavano solo 2 anni per essere prescritte e depositate in un fondo detto "Fondo dormienti". Per richiedere il rimborso delle polizze scadute bisogna compilare una domanda da inviare al Consap (Concessionaria servizi assicurativi pubblici S. P. A.) di cui si allega successivamente il link. Come richiedere il rimborso delle polizze scadute? Di seguito vediamo i passaggi.

25

Per prima cosa bisogna essere in possesso dei requisiti necessari per richiedere il rimborso delle polizze scadute: - La polizza deve essere andata in prescrizione prima del 01/01/2011- La polizza deve essere scaduta, o l' intestatario morto, dopo il 01/01/2006 -La compagnia assicurativa non deve avere acconsentito il pagamento dell' indennizzo perché la polizza è già stata trasferita al Fondo dormienti.

35

Successivamente bisogna richiedere alla compagnia assicurativa l' attestazione di deposito della polizza nel Fondo dormienti, con una lettera raccomandata e ricevuta di ritorno. La risposta è fondamentale per avere il parere positivo. La lettera di richiesta deve contenere i dati della polizza e dell' intestatario e come oggetto deve indicare "richiesta di attestazione di devoluzione di somme al Fondo" ed enunciare la legge a cui fa riferimento " di cui all' art. 1, comma 343, legge n. 266/2005 (Rapporti dormienti)".

Continua la lettura
45

La risposta data dalla compagnia assicurativa, che riceveremo a casa per posta, dovrà essere allegata al modulo per la domanda di rimborso delle polizze dormienti presente nel sito della Consap con copia di un documento d' identità del beneficiario, codice fiscale e copia della polizza assicurativa. Il tutto dovrà essere poi spedito alla Consap mediante lettera raccomandata dal 01/03/2017 e non oltre il 30/04/2017 per quanto riguarda l' anno in corso. Normalmente le richieste saranno valutate dalla Consap in base all' ordine di arrivo che, se la documentazione dovessere essere incompleta, potrà richiedere una integrazione entro 90 giorni a partire dal giorno successivo il termine della presentazione della domanda, che per l' anno 2017 è il 01/05/2017. In caso di parere positivo, si avrà diritto al risarcimento della polizza scaduta.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Polizze assicurative a consumo: 5 cose da sapere

Se il premio assicurativo annuo della nostra auto ci risulta particolarmente oneroso, e non intendiamo correre il rischio di non poter fronteggiare la spesa annuale o semestrale per pagarlo, è importante sapere che si può sfruttare un tipo di polizza...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare le imposte sui rendimenti delle polizze vita stipulate entro il 2000

In questa guida, come da titolo, cercheremo di spiegare come, nella maniera più esaustiva, calcolare le imposte sui rendimenti delle polizze vita.Il calcolo di tale imposta è sottoposto a diverse normative, infatti, esso varia in base al momento in...
Previdenza e Pensioni

Come si calcolano le imposte sui rendimenti delle polizze vita stipulati dopo il 2000

Il rendimento delle polizze assicurative sulla vita è soggetto ad imposizione fiscale. Per le polizze stipulate a partire dal duemilauno si applica l'imposta sostitutiva del 12,5% mentre per i rendimenti fino al duemilaundici e per quelli successivi...
Previdenza e Pensioni

Come si calcola la rivalutazione delle polizze vita

Le polizze vita sono dei contratti stipulati tra privati e compagnie assicurative.Nel momento in cui dovesse accadere qualcosa al contraente, la compagnia dovrà liquidare il beneficiario con una somma di denaro oppure sotto forma di una rendita.Il...
Previdenza e Pensioni

Tutto su polizze e assicurazioni auto

Che cos'è una polizza assicurativa? Si tratta semplicemente di un'assicurazione, resa obbligatoria dal 1969 per tutti. Riguarda principalmente l'auto (ma anche il conducente e i passeggeri trasportati). In caso di incidente, sarà una compagnia assicurativa...
Previdenza e Pensioni

Come si calcola il costo medio annuo delle polizze vita

Il calcolo del costo medio annuo delle polizze vite rappresenta una voce molto importante sull'intero budget economico familiare. Le spese che una famiglia deve sostenere, all'interno di un anno, sono tante. Naturalmente per non avere delle brutte sorprese...
Previdenza e Pensioni

Come calcolare l'imposta di bollo nelle polizze di capitalizzazione

Per chi non lo sapesse, sulle polizze di capitalizzazione, anno 2012 e 2013, ma anche in altri anni ove richiesta, va applicata l'imposta di bollo, così come già previsto da tempo per i conti correnti bancari. Ma in questo caso, è il meccanismo di...
Previdenza e Pensioni

Come si calcolano le provvigioni delle polizze sulla vita

Chi vuole intraprendere l'attività di agente assicurativo deve sapere che in genere questa figura professionale non percepisce un reddito fisso mensile come un impiegato, il reddito percepito dell'agente assicurativo è costituito dai compensi, che percepirà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.