Il Post

Come richiedere il porto d'armi

di Antonietta Poziello difficoltà: media

Come richiedere il porto d'armi In Italia vigono molte leggi che regolamentano in modo molto rigido e restrittivo il possesso di armi da fuoco. Tuttavia, se si ha intenzione di tenerne una in casa, bisogna richiedere alle autorità preposte la concessione di un porto d’armi, ossia l’autorizzazione ad essere muniti di un'arma da fuoco. Esistono diversi tipi di porto d’armi, a seconda del motivo di ciò che si vuole fare/praticare (sport, caccia, difesa personale). Questa guida vi spigherà, attraverso i passi successivi, come richiedere il porto d'armi.

1 Come richiedere il porto d'armi In base al genere di concessione, si hanno determinate regole per l’utilizzo dell’arma. Per esempio: un permesso per uso sportivo, si ha la possibilità di portare con sé l'arma (ovviamente scarica) fino al centro sportivo dove si svolgerà il tiro a segno o al piattello, non la si può portare in altri posti. Chi possiede un fucile da caccia potrà usufruirne solamente nei periodi in cui la caccia è aperta. Maggiori informazioni sono presente sul portale della Polizia di Stato. L'autorizzazione che garantisce maggiore libertà nell'utilizzare l'arma è quella per la difesa personale, ma proprio per questo motivo è molto complicato ottenerla. Nei passi successivi, si vedrà in pratica come ottenerlo.

2 Per prima cosa, bisogna recarsi alla ASL del Comune di appartenenza e farsi rilasciare un attestato che dichiari l'idoneità psico-fisica, per poter usare un'arma (si può anche richiedere direttamente al comando di Polizia di Stato). Questo documento serve per provare che mentalmente si è stabili (oltre che in grado di prendere la mira…). Se si pretende di manipolare un’arma, bisogna provare di saper utilizzarla. Non ci sono molti modi per imparare: o si è svolto il servizio militare (in questo caso basta portare un attestato che lo comprova) oppure si è frequentato un corso di Tiro a Segno Nazionale, (che potrà rilasciare un certificato di competenza per il maneggio delle armi).

Continua la lettura

3 Ora si deve redigere una dichiarazione sostitutiva nella quale l'attestate “di non trovarsi in situazioni ostative previste dalla Legge”; indicare poi le credenziali delle persone conviventi e, soprattutto, dichiarare di non essere obiettore di coscienza.  Dopodiché, si devono allegare due marche da bollo del valore di euro 14,62 (da applicare una sulla richiesta e un'altra sul nulla osta).  Approfondimento Come ottenere il porto d'armi per uso sportivo (clicca qui) Già presentando questi documenti è possibile ottenere l’autorizzazione per l'acquisto di armi e munizioni, ma attenzione, non è ancora un “porto d'armi ” cioè il permesso per portarle con sé e conservarle in casa.  Per fare ciò, occorre che si presenti alla Questura un modulo (reperibile sul sito della Polizia di Stato) nel quale si denuncia la detenzione dell'arma.  Anche se viene ereditata, la denuncia è necessaria.. 

4 Come richiedere il porto d'armi Fatto tutto ciò, c'è solo da attendere che la Questura decida di concedere il porto d’armi che è stato richiesto. I tempi di attesa variano molto da città a città (minimo sono 30 giorni).

Come diventare guardia giurata Come denunciare il possesso di un'arma Come richiedere la licenza per armi da collezione Come diventare guardia giurata

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili