Come richiedere il pagamento rateale di una multa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Può capitare a tutti, anche ai guidatori più rispettosi del codice della strada, di ricevere una multa per svariate ragioni, che vanno dall'eccesso di velocità alla sosta in zona vietata o ad un parcheggio non pagato. In un periodo in cui si ha difficoltà ad arrivare a fine mese, aggiungere anche il pagamento di una multa può risultare una spesa difficile da sostenere, soprattutto se essa ha un importo elevato. Tuttavia, quando si ha un reddito basso riconosciuto, si può usufruire di un'agevolazione che consiste nel pagare a rate la suddetta multa. Questo articolo ha la finalità di dare alcuni consigli efficaci su come richiedere il pagamento rateale di una multa e non far gravare troppo questa spesa sul bilancio familiare.

25

La procedura da seguire quando si riceve una multa e la si vuole pagare a rate, è quella di capire se ci siano quattro condizioni fondamentali. Innanzitutto è necessario che l'importo da versare sia superiore ai duecento euro; poi il reddito annuale dell'individuo non deve superare i 10.628,16 euro; come terza condizione la multa si deve riferire ad un unico verbale e per ultimo non si deve già aver fatto ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace.

35

La richiesta per la rateizzazione, deve essere inoltrata entro e non oltre trenta giorni dalla data di contestazione o notificazione della multa. Qualora la violazione fosse stata accertata dalla polizia di Stato, bisognerà inviare la richiesta al Prefetto, invece se l'accertamento avvenisse tramite la polizia locale, si dovrà inoltrare la richiesta al sindaco, o al presidente della giunta regionale o provinciale. Bisogna rperverràecarsi ad un ufficio postale e compilare la richiesta, inviandola poi tramite una raccomandata con annessa ricevuta di ritorno.

Continua la lettura
45

L'organo al quale arriverà la richiesta dovrà adottare, nel termine di novanta giorni, un provvedimento di accoglimento oppure uno di rigetto. Se non dovesse giungere alcuna risposta, tenere in considerazione il fatto che la richiesta in questione si deve ritenere rigettata. In questo caso si dovrà pagare la multa entro trenta giorni dalla data di notifica del provvedimento di respinta, o entro novanta giorni trascorsi nel caso di rigetto che deriva da silenzio.

55

Se l'istanza viene accolta, il Prefetto o gli altri organi competenti comunicano all'ente accertatore della violazione l'importo delle rate che è stabilito sulla base dell'entità dell'importo e sulle reali condizioni economiche dell'individuo. Considerare che si può ottenere un massimo di dodici rate quando sono multe fra i 200 e i 2000 euro, un massimo di ventiquattro rate se l'importo è compreso fra i 2000 e i 5000 euro, infine un massimo di sessanta rate se la multa è superiore a 5000 euro. Ogni rata da pagare non dovrà essere minore di cento euro e verranno addebitati anche gli interessi. Se non si pagheranno le prime due rate stabilite, decadrà in maniera automatica il beneficio della rateizzazione della multa e bisognerà pagare la cifra tutta insieme. Dopo aver letto questa guida dovrebbe essere più chiaro il procedimento da seguire, e pagare una multa potrebbe risultare meno oneroso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come contestare una multa

In questo breve articolo vedremo insieme come poter contestare una multa. Il codice stradale comporta serie sanzioni per la sua violazione, e queste sanzioni devono essere chiaramente pagate. Le multe, a volte però, potrebbe essere fatte ingiustamente:...
Finanza Personale

Contestare una multa: 5 cose da sapere

Quando sul tergicristallo della propria auto ci si ritrova un foglietto di carta subito risale il forte dubbio di aver preso una multa. Ebbene quando ci si ritrova in questa situazione bisogna provvedere al pagamento della stessa per evitare aumenti di...
Richieste e Moduli

Come si contesta una multa sbagliata

Tutti noi sappiamo quanto sia importante rispettare il codice della strada, non solo ai fini di sicurezza (nostra e degli altri) e per evitare situazioni di pericolo, ma anche per evitare di andare incontro a sanzioni pecuniarie anche abbastanza elevate,...
Richieste e Moduli

Come contestare una contravvenzione

Una violazione è un bene che è stato originariamente rilasciato dalla polizia o da un consiglio locale di un'altra autorità; normalmente può assumere la forma di un avviso di infrazione e può essere consegnato direttamente o inviato al proprio indirizzo...
Richieste e Moduli

Multa per ZTL: come fare ricorso

Avete beccato una multa errata per violazione del varco ZTL? Prima di entrare nel panico, c'è da chiarire che la sigla ZTL per chi non lo sapesse, non è altro che una sigla che sta ad indicare una zona a traffico limitato. In molte città dell'Italia,...
Richieste e Moduli

Come impugnare una contravvenzione

Il foglietto bianco sotto il parabrezza o la lettera raccomandata che non avresti voluto ricevere: una contravvenzione è sempre una brutta sorpresa e ci sono occasioni in cui, magari a buon diritto, ritieni che non avrebbero dovuto mettertela. Il rispetto...
Finanza Personale

Errori da evitare prima di fare un ricorso per multa

Non piace sicuramente a nessuno di noi pagare una multa. Molte volte le multe si prendono per disattenzione o perché si è in ritardo ad un appuntamento di lavoro o privato. Poi c'è anche chi si dimentica di pagare il biglietto del parcheggio. Sicuramente...
Richieste e Moduli

Come chiedere l'annullamento di una multa

A tutti sarà capitato almeno una volta nella vita di ricevere a casa una multa da pagare. Molto spesso ci si sente vittime di ingiustizie, ma non sempre purtroppo è così. Pensiamo di non avere commesso nessuna infrazione eppure può capitare anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.