Come richiedere il libretto di lavoro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il libretto di lavoro era un particolare documento che aveva il compito di tenere nota delle competenze e delle esperienze lavorative del suo portatore. Attualmente, quello che conoscevamo con il nome di libretto di lavoro, si chiama invece scheda lavorativa/professionale del lavoratore. Questa scheda contiene tutte quelle che sono le diverse esperienze certificate, le varie qualifiche possedute dal soggetto in cerca di occupazione e la durata complessiva del rapporto lavorativo. Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo di vedere come bisognava procedere per richiedere il libretto di lavoro, con tutte le peculiarità annesse.

26

Occorrente

  • Documenti di identità
36

Innanzitutto è bene sapere che per richiedere questa certificazione erano sufficienti pochi requisiti. Bastava, infatti, essere maggiorenni e presentarsi allo sportello del proprio comune di residenza con i documenti d'identità. Un funzionario dell'ufficio si occupava quindi di fornire un apposito modulo da compilare e firmare. Oltre a questa via, era possibile presentarsi direttamente presso una delle sedi di Cisl, Cgil o Uil nella propria zona di domicilio. Nel caso in cui il richiedente fosse un soggetto minorenne, era necessario effettuare una richiesta obbligatoria dei genitori o di chi ne facesse le veci. In tal caso i genitori/tutori avevano in compito di certificare che il minore avesse adempiuto all'obbligo di istruzione scolastica.

46

Il vecchio libretto di lavoro ha lasciato il posto, come abbiamo anticipato, alla scheda professionale del lavoratore. Questa viene rilasciata dalle sedi decentrate per l'impiego e racchiude tutti i dati relativi alle esperienze formative del lavoratore. Sulla base di questi dati nacque anche il SIL, il Sistema Informativo Lavoro. Durante le prime fasi di attuazione si registrarono i dati di chi già si trovava nelle liste di collocamento. Attualmente vengono inseriti i dati anagrafici di tutte quelle persone inoccupate, disoccupate o anche occupate che cercano un nuovo lavoro. Vengono inoltre registrate le informazioni relative al nucleo familiare e il livello di istruzione.

Continua la lettura
56

Dopo l'abolizione del libretto di lavoro, i datori non ne fanno più richiesta. Chiunque cerchi un nuovo lavoro dovrà quindi recarsi presso uno dei centri per l'impiego e dichiararsi disoccupato, restando in lista per future potenziali assunzioni. In caso positivo, sarà il datore di lavoro a comunicare al centro d'impiego il suo interesse per il soggetto. Allo stesso modo si comunica la fine del rapporto di lavoro. In genere, capita che sia il centro per l'impiego a rilasciare al richiedente la scheda professionale, ma considerata la mole di assunzioni che oggigiorno avviene per via telematica, la consegna della scheda al datore di lavoro non è richiesta né indispensabile.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come richiedere il libretto delle vaccinazioni

Il libretto delle vaccinazioni, è un peculiare documento comprovante l'effettuazione di determinati vaccini in capo al soggetto, (con le relative date e timbri). Questa certificazione, viene attualmente inviata al domicilio del soggetto, (tramite mezzo...
Finanza Personale

Come estinguere un libretto postale

In questa guida ci occuperemo di un argomento molto attuale ed interessante richiesto da moltissimi risparmiatori che desiderano accedere alle varie forme di risparmio. Chi ha la possibilità di mettere qualche euro da parte, in genere, opta per un tradizionale...
Banche e Conti Correnti

Cosa fare in caso di smarrimento del libretto di risparmio

Il libretto di risparmio è un oggetto indispensabile che bisogna avere quanto si apre un conto di risparmio presso una banca. Tuttavia se questo libretto viene perduto è necessario agire prontamente prima di ricevere delle brutte sorprese. Nella seguente...
Lavoro e Carriera

Come inoltrare una vertenza sindacale

Nella guida che segue vi saranno spiegati i vari passaggi che consentono di inoltrare una vertenza sindacale, compresi i pre-requisiti necessari per potersi affidare a lei e le situazioni nelle quali normalmente si procede. Una vertenza sindacale è di...
Banche e Conti Correnti

Come denunciare lo smarrimento del libretto di risparmio postale

A volte sul libretto postale ci sono i risparmi di una vita e con essi i nostri sogni. Specialmente le persone anziane sono molto attaccate al loro libretto di risparmio e se lo perdono hanno giustamente paura che qualche malfattore possa appropriarsi...
Finanza Personale

Come prelevare dal libretto postale col Bancomat

Evitare le lunghe file alle Poste per prelevare denaro dal libretto di risparmio al giorno d'oggi sembra impossibili ma in realtà non lo è affatto. Recentemente infatti Poste Italiane rilascia a richiesta una carta, simile a quella che normalmente usiamo...
Finanza Personale

Come aprire il libretto di risparmio tuo junior da 11 a 17 di banca sella

I figli e i nipoti crescono e, arrivati a una certa età, sarebbe bene iniziare a mettere da parte qualche soldo da spendere poi un domani per la scuola e per tutto ciò che riguarda il loro futuro. La maggior parte delle persone per fare ciò si serve...
Finanza Personale

Come aprire il libretto di risparmio tuo baby da 0 a 10

In questi tempi di crisi il futuro dei nostri figli ci preoccupa e non poco e ci orienta verso la ricerca di possibili soluzioni che possano in qualche modo garantire dei risparmi per far sì che il loro futuro sia roseo e non vi siano delle carenze economiche....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.