Come richiedere il fido bancoposta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Oggi il conto BancoPosta può essere equiparato in tutto e per tutto ad un conto corrente bancario perché dà la possibilità di eseguire le stesse identiche operazioni. Fra queste vi è, per i titolari del presente conto, l'opportunità di richiedere anche il fido, vediamo in questa guida cos'è e come ottenerlo.

26

Occorrente

  • Conto corrente bancoposta
  • Reddito canalizzato
36

Specialmente in periodi di crisi economica come quella che stiamo vivendo, o magari in presenza di spese impreviste, potrete avere la necessità di prendere dalla vostra banca una somma di denaro superiore all'importo presente nel vostro conto corrente. Questa opportunità si chiama per l'appunto fido, servizio che non è automatico in nessun conto ma che deve essere espressamente richiesto. Anche alle poste, come in tutti gli istituti di credito, questa operazione deve avere un minimo di copertura, infatti è autorizzabile solo a soggetti che accreditano stipendi o pensione, e per un importo calcolabile in base al nostro versamento mensile. Inoltre il fido ha anche dei costi, di apertura e di interessi, in base alla somma eccedente richiesta, variabili da banca a banca.

46

Benché oggi molte operazioni di sportello possono essere effettuate online, per richiedere il fido dovete obbligatoriamente recarvi all'ufficio postale dove avete aperto il vostro conto. Seppur i correntisti godano di una corsia preferenziale all'interno dell'ufficio postale, sarebbe meglio fissare un appuntamento telefonicamente, in modo da non perdere tempo o addirittura di essere costretti a tornare. Per la richiesta del fido dovete compilare un modulo che vi fornirà il dipendente, che sarà a disposizione per qualunque dubbio sulla compilazione; mettete la data e la firma, e ricordate di verificare sempre di aver scritto le informazioni correttamente e in modo leggibile. Al presente modulo, allegate copia del cedolino dello stipendio o della pensione e copia dell'ultimo estratto conto dove risulti l'accredito. Non scordate inoltre il documento di identità e il codice fiscale. A seguito della presentazione della domanda, occorreranno al massimo alcuni giorni per l'approvazione, dopo di che sarà lo stesso istituto a comunicarvi l'accettazione della pratica e potrete immediatamente iniziare ad usufruirne.

Continua la lettura
56

Come in qualunque contratto che firmate è bene leggere tutte le condizioni: il fido infatti può essere paragonato per certi versi ad un prestito personale, in quanto anch'esso ha dei costi fissi e dei tassi di interesse. Nello specifico attualmente il fido delle Poste Italiane ha un canone annuale che varia dagli 11 ai 25 euro, calcolato in base agli importi, un TAN del 9,25% e un TAEG massimo dell' 11,57%.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete richiedere il fido solo se il vostro stipendio canalizzato è superiore ai 500 euro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Banche e Conti Correnti

Come ottenere un fido bancario

Quando un privato o più facilmente un'azienda, specialmente se è piccola, hanno una liquidità di denaro insufficiente rispetto alle reali esigenze, possono rivolgersi a una banca, chiedendo di poter usufruire di una speciale forma di finanziamento....
Banche e Conti Correnti

Fido bancario: cos'è e come funziona

Il fido bancario rappresenta uno strumento di credito che gli istituti bancari concedono ai propri clienti, per consentirgli di possedere uno scoperto oppure del denaro disponibile, che successivamente dovranno rimborsare non appena avranno un rientro...
Banche e Conti Correnti

Come chiedere alla banca la restituzione degli interessi presi indebitamente sullo scoperto del proprio conto corrente

Qusta guida interesserà sicuramente a tutti coloro che hanno o hanno avuto un conto corrente con un fido, e che spesso avendo fatto ricorso al fido hanno finito con il pagare alla banca interessi esorbitanti non solo sulla somma oggetto del proprio...
Finanza Personale

Come estinguere un conto bancoposta

Ormai non sono poche le persone che decidono di eliminare il proprio conto Bancoposta, infatti i costi di gestione di questo conto sono superiori rispetto agli ormai quasi gratuiti conti online delle nuove banche, e le persone preferiscono rivolgersi...
Case e Mutui

Come richiedere il mutuo BancoPosta

Quando si sta per cambiare casa o per ristrutturare la propria, emerge la necessità di fondi economici. I risparmi non sono sempre a disposizione di ogni cliente. Di conseguenza, bisogna richiedere un mutuo. Esistono mutui di diversi generi e dalle molteplici...
Finanza Personale

Come chiedere l'accredito dello stipendio sul conto Bancoposta

La società Poste Italiane, come tanti altri istituti di credito, offre la possibilità ai suoi clienti di chiedere gratuitamente l'accredito del proprio stipendio (ma anche la propria pensione) comodamente sul Conto BancoPosta di proprietà: nella seguente...
Finanza Personale

Come aprire il conto online Bancoposta click

Tutti gli utenti sognano un conto che non preveda alcun costo fisso o spese e, inoltre, che possa essere gestito direttamente da casa attraverso un personal computer evitando le lunghe file agli sportelli della posta o della propria banca. Adesso Poste...
Finanza Personale

Come aprire un conto corrente BancoPosta

Aprire un conto corrente BancoPosta è un'operazione abbastanza semplice e comoda, in quanto ci agevola l'operazione che andremo ad effettuare, evitando di fare la coda allo sportello. Tuttavia, come si dovrebbe fare ogni volta che stipuliamo un contratto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.