Come richiedere il certificato ipotecario all'Agenzia delle Entrate

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se stai operando nel settore del mercato immobiliare o devi semplicemente acquistare casa mediante trattativa tra privati dovrai saper destreggiarti tra la documentazione necessaria al fine di operare bene. Un documento che non puoi sottovalutare è il certificato ipotecario. Averlo non è difficile ed in questa guida ti spiegheremo tutti i passi relativi a come richiedere il certificato ipotecario all'Agenzia delle Entrate.

27

Occorrente

  • modulo preimpostato e marca da bolllo da 16,00 euro
37

Entrando nello specifico il Certificato ipotecario è un documento ufficiale che rende noti tutti i passaggi relativi ad un immobile quali ad esempio trascrizioni ipotecarie, annotazioni varie, iscrizioni ipotecarie e simili. Nel caso in cui non risulti alcuna iscrizione o trascrizione o annotazione sull'immobile oggetto di richiesta, verrà rilasciato il certificato attestante la mancanza di alcuna delle tipologie descritte. Viene rilasciato dalla conservatoria dei registri immobiliari e può essere richiesto presso l'Agenzia delle Entrate.

47

Per richiedere il certificato ipotecario basta recarsi presso gli uffici territoriali competenti dell'Agenzia delle Entrate e precisamente presso il Reparto Servizio di pubblicità immobiliare per la provincia a cui fa riferimento. Gli orari sono quelli di apertura al pubblico di tutti gli uffici dell'Agenzia delle Entrate per cui dal lunedì al venerdì. Se il tuo immobile ricade nelle province di Trento e Bolzano allora non dovrai richiederlo presso gli uffici dell'agenzia delle Entrate ma presso gli uffici provinciali delle rispettive città in quanto gestiti direttamente dalla provincia.

Continua la lettura
57

Richiedere il certificato ipotecario è semplicissimo poiché basta compilare uno specifico modulo, il modello 311 per la precisione, che ti verrà consegnato al momento della richiesta presso gli uffici stessi. Puoi scegliere se richiedere il certificato oppure solo una copia, questo varia in base agli usi che devi farne. Se ti serve per esibirlo o attestare la presenza di qualche iscrizione in particolare che ti interessa allora è meglio chiedere il certificato, se ti serve solo a titolo informativo oppure perché stai facendo una ricerca o una indagine preliminare va bene una semplice copia.

67

Appena fatta la richiesta ti verrà rilasciata una ricevuta con indicate le somme da pagare in base alla richiesta che hai fatto. Per ogni nota che verrà trovata ti verranno chiesti 2,00 euro da pagare, per ogni copia di nota rilasciata 10,00 euro. Al momento della domanda dovrà essere allegata una marca da bollo da 16,00 euro salvo il caso in cui il bollo sia virtuale e quindi pagabile a vista. Ti verrà anche indicato il giorno in cui il certificato ipotecario sarà pronto per il ritiro.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • porta con te tutti i dati relativi all'immobile oggetto della richiesta

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Mutuo vitalizio ipotecario: cos'è e come funziona

Il mutuo vitalizio ipotecario è uno strumento finanziario anglosassone entrato in Italia dal 2005 con la legge n.248. Grazie a questa legge chi ha un'età maggiore di 65 anni può avvedere a finanziamenti a medio e lungo termine. In questo modo chi ha...
Richieste e Moduli

Prestito vitalizio ipotecario: cos'è e come funziona

Il mondo della finanza permette tantissime forme di prestito diverso ed uno davvero insolito è il prestito vitalizio ipotecario. Questi tipo di prestito, sebbene sia stato introdotto i Italia nel 2005, è tutt'oggi ancora poco conosciuto e sfruttato....
Richieste e Moduli

Come ottenere una certificazione notarile

Quando su un immobile pende un’istanza di pignoramento o qualsiasi altro cavillo burocratico, è necessario poter disporre (per i creditori) di una certificazione notarile. Nello specifico si tratta di un documento che sostituisce il vecchio certificato...
Case e Mutui

Come pagare in anticipo un mutuo ipotecario

Qualora tu abbia acceso un mutuo con la banca, tieni presente che hai la possibilità di estinguerlo prima della scadenza, facendo in modo di ridurre notevolmente l'ammontare degli interessi dovuti. Questa operazione viene effettuata dal debitore, o perché...
Case e Mutui

Come calcolare il tasso d'interesse di un mutuo

Uno dei fattori principali da considerare prima di chiedere l'erogazione di un mutuo è il tasso d'interesse: esso rappresenta l'importo aggiuntivo che il cliente deve versare alla banca. Il calcolo del tasso di interesse è influenzato molto dalle dimensioni...
Case e Mutui

Ispezione ipotecaria: 5 cose da sapere

L'ispezione o visura ipotecaria è un documento che viene redatto al fine di conoscere i dettagli relativi ad un determinato immobile al momento del suo acquisto o passaggio di proprietà.Per mezzo di questo documento, reperibile presso gli appositi registri...
Case e Mutui

Come fare un mutuo senza garante

Fare un mutuo è sicuramente un passo importante della nostra vita, sia per acquistare una casa, per costruirla oppure per altre finalità. Il mutuo, indubbiamente, va ad incidere per anni sul nostro reddito, per cui vanno presentati dei documenti,...
Banche e Conti Correnti

Prestiti per disoccupati

Come tutti sappiamo purtroppo oggi nel nostro paese la disoccupazione è uno dei maggiori problemi, soprattutto quella giovanile. Nel nostro paese ai disoccupati possono essere concessi dei prestiti. L'ottenimento di questi ultimi però non è semplice...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.