Come richiedere e ottenere la certificazione EMAS

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

L'EMAS è uno strumento creato per l'adozione di un Sistema di Gestione Ambientale (SGA), che consente la registrazione di un'impresa in un apposito elenco dell'Unione Europea, riservato alle attività che gestiscono il loro impatto ambientale secondo standard elevati. L'obiettivo che si propongono tutte le aziende che aderiscono a questo tipo di programma, è quello di migliorare l'efficienza ambientale della propria impresa consentendole di ottenere uno sviluppo economico che vada di pari passo al rispetto del mondo circostante. In questa guida ci occuperemo di spiegare quelli che sono i passi da compiere per richiedere e ottenere questo tipo di certificazione.

27

Occorrente

  • Analisi ambientale iniziale
  • Programma ambientale e un sistema di gestione ambientale (SGA)
  • Dichiarazione ambientale validata da un verificatore accreditato dal Comitato EMAS
37

La prima cosa che dovremo fare per poter aspirare a questo tipo di riconoscimento, consiste ovviamente nell'adottare una corretta politica ambientale. Rispettare le normative europee, e il contenuto del documento in cui sono fissati gli obiettivi ed i principi d'azione dell'impresa riguardo all'ambiente, diventerà fondamentale perché la nostra richiesta venga presa in considerazione

47

Per attuare l'SGA dovremo realizzare un'analisi ambientale iniziale, evidenziando quindi tutto il materiale inquinante che la nostra attività produce. Andranno quindi elencate eventuali emissioni di gas nell'atmosfera, così come la produzione di rifiuti solidi o liquidi. Dovremo poi provvedere a redarre un programma ambientale che dovrà comprendere la pianificazione delle attività, gli obiettivi per l'attuazione della politica ambientale, i sistemi e i processi previsti, e infine le apparecchiature che saranno utilizzate per raggiungere i suddetti scopi.

Continua la lettura
57

Solo una volta che avremo reso operativo l'SGA potremo richiedere la certificazione ambientale EMAS. Per ottenere la certificazione EMAS sarà necessario elaborare una dichiarazione ambientale specifica; questa viene redatta da organi appositi delle ARPA Provinciali, o Enti addetti, in seguito ad analisi effettuate direttamente sul posto. Se le informazioni contenute nella dichiarazione ambientale saranno valutate attendibili, la nostra posizione sarà trasmessa, e giudicata dall'organismo competente (Comitato in materia di Ecoaudit - ANPA).

67

L'organismo che si occuperà di giudicare, richiederà come informazioni: la denominazione dell'impresa, la localizzazione del sito, la descrizione delle attività svolte nel sito, ed il nome del verificatore ambientale che avremo accreditato per la dichiarazione. Dovremo poi allegare anche la descrizione del sistema di gestione ambientale e la dichiarazione ambientale convalidata.

77

In media tutte le certificazioni e le verifiche relative alla nostra azienda, affinché l'iter possa ritenersi concluso e l'impresa iscritta e pubblicizzata nell'albo dell'Unione Europea e sulla Gazzetta Ufficiale, avranno un tempo che si aggira intorno ai 12 mesi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare verificatore ambientale

Se avete seguito un percorso di studi in ambito scientifico e avete una grande passione per la natura, se siete anche delle persone precise e con una buona capacità di gestione, propensi a lavorare nel campo ambientale e della consulenza alle aziende,...
Aziende e Imprese

Come implementare un sistema di gestione

Nel complesso, la gestione di un’azienda risulta un’attività molto complessa in quanto ci si deve mantenere costantemente aggiornati sui molteplici cambiamenti normativi garantendone il pieno rispetto. Oggi esistono molti “strumenti” per garantire...
Lavoro e Carriera

Come diventare ingegnere ambientale

Esistono moltissimi mestieri che attirano ogni giorni milioni di giovani, i quali speranzosi e pieni di voglia di imparare si iscrivono all'università. La scelta del percorso universitario costituisce un passo importante per le notevoli implicazioni...
Lavoro e Carriera

Come diventare giurista ambientale

Quella del giurista ambientale è una figura che fornisce consulenze in merito a questioni di diritto ambientale. Quest'ultima è una branca della giurisprudenza che dagli anni Novanta del secolo scorso si sta sempre più sviluppando, grazie alla maggiore...
Lavoro e Carriera

Come diventare consulenti ambientali

Conosciuto anche come "tecnico addetto all'igiene ambientale e del lavoro", il consulente ambientale è una figura che negli ultimi tempi è molto richiesta nel mondo del lavoro. Questo un po' per la sensibilizzazione mondiale verso il pianeta e un po'...
Aziende e Imprese

Come ottenere la certificazione ISO

Possedere i requisiti a norma di legge quando viene esercitata una qualunque attività è indispensabile per chiunque voglia cimentarsi in un lavoro abbastanza impegnativo. La legge europea stabilisce che è necessario munirsi di una certificazione ISO...
Aziende e Imprese

Politica agricola comune europea (PAC): cos'è

La Politica Agricola Comune Europea, detta anche PAC, è una delle politiche varate dalla Comunità Europea per promuovere lo sviluppo rurale dei Paesi membri, il cui scopo è soprattutto quello di arrivare ad un'integrazione comune delle diverse legislazioni...
Richieste e Moduli

Come fare un esposto per violazione paesaggistico-ambientale

In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le spiegazioni utili su come fare un esposto per violazione paesaggistico-ambientale. Questa procedura si rende necessaria nel caso in cui si verifichino ad esempio dei lavori che possano provocare inquinamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.