Come rettificare o integrare il Modello Unico

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Il Modello Unico è un modello unificato di dichiarazione dei redditi mediante il quale è fattibile fare più dichiarazioni fiscali. Se dopo aver presentato quest'ultimo ci si accorge di aver commesso degli errori o di aver dimenticato di indicare alcuni oneri sostenuti, il lavoratore deve sapere che la normativa ha previsto i tempi per correggere i medesimi errori. In base al principio dell'autonomia delle dichiarazioni, non è possibile rimediare all'errore modificando i saldi con la dichiarazione dell'anno successivo. Si dovrà, altresì, presentare una dichiarazione integrativa a favore o una dichiarazione integrativa da ravvedimento operoso. In questa guida verrà spiegato come è necessario procedere per rettificare o integrare il Modello Unico.

28

Occorrente

  • Modello Unico
  • Penna
  • Denaro
38

Innanzitutto è fondamentale presentare, in entrambi i casi, barrando l'apposita casella" nella dichiarazione integrativa" situata nella seconda facciata, un nuovo Modello Unico Persone Fisiche, anche in fotocopia, conforme a quello relativo al periodo di imposta cui si riferisce la suddetta dichiarazione da correggere. Il medesimo deve essere compilato in tutte le sue parti ed inviato, poi, per via telematica.

48

Nel caso della dichiarazione integrativa a favore: entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa all'anno di imposta successivo è fattibile presentare un nuovo Modello Unico integrativo per correggere errori od omissioni, che abbiano causato l'indicazione di un maggior reddito, o di un maggior debito di imposta, oppure di un minor credito. Nel medesimo caso non si applicano multe e l'eventuale credito risultante dalla nuova dichiarazione può essere adoperato in compensazione o richiesto a rimborso. Per il 2014 il termine di scadenza per i liberi professionisti, titolari e autonomi è stato fissato al 30 settembre.

Continua la lettura
58

Le dichiarazioni integrative da ravvedimento operoso possono, invece, essere presentate nelle seguenti tre ipotesi:

- il contribuente può presentarla entro il termine il termine di scadenza per la presentazione della dichiarazione successiva. In questo caso le sanzioni edittali vengono ridotte ad un decimo del minimo (258 euro), quindi 26, 80 euro, e ad un decimo degli interessi per ritardato pagamento dell'imposta, quindi il 3%.

68

- Il contribuente può anche presentare, nei 90 giorni successivi, la dichiarazione precedentemente omessa e le sanzioni edittali vengono ridotte ad un dodicesimo del minimo, cioè 21, 50 euro, e al 2,50 % dell'imposta dovuta e non versata a titolo di interessi.

78

-La dichiarazione integrativa può essere presentata per correggere errori od omissioni mediante successiva dichiarazione entro il termine di decadenza dell'azione di accertamento, ossia il 31 dicembre del quarto anno successivo a quello della presentazione della dichiarazione originaria. Il contribuente dovrà procedere al contestuale pagamento del tributo dovuto e degli interessi. La sanzione sarà applicata poi dall'Amministrazione finanziaria.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I moduli occorrenti sono disponibili sul sito www.agenziaentrate.gov.it

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Ravvedimento operoso: come regolarizzare le imposte omesse

Il ravvedimento operoso rappresenta un'operazione che viene eseguita per regolarizzare le imposte omesse. Tramite questo tipo di procedimento il contribuente beneficia di alcune riduzioni sulle irregolarità commesse, anche se deve pagare la multa entro...
Finanza Personale

Come mettersi in regola con fisco

Annualmente l'Agenzia delle Entrate invia, a una determinata quota di contribuenti, degli avvisi in merito a delle anomalie riguardati la dichiarazione dei redditi e la non dichiarazione dei canoni di locazione. I soggetti sopracitati vengono richiamati...
Finanza Personale

Come compilare la dichiarazione IVA

Tra gli argomenti più ostici e meno facili da capire ed interpretare c'è sicuramente quello che riguardo il sistema tributario, in merito a ciò infatti abbiamo pensato di realizzare questa guida per spiegare come compilare la dichiarazione Iva. Essa...
Finanza Personale

Come correggere il modello 730

Almeno una volta all'anno è necessario compilare il modello 730 per la dichiarazione dei redditi, in modo da comunicare allo Stato quanti beni abbiamo e così sapere la quantità di tasse da pagare. Però non sempre è così semplice, e non tutti capiscono...
Aziende e Imprese

Ravvedimento operoso lungo: 5 cose da sapere

Il ravvedimento operoso è una possibilità, messa a disposizione dall'Agenzia delle Entrate, per consentire a chiunque non abbia pagato le dovute tasse entro il tempo stabilito di rimediare. Si può quindi effettuare il pagamento in ritardo, pagando...
Finanza Personale

Come richiedere l'attestazione isee

Il Modello Isee è un documento Indicatore della Situazione Economica Equivalente, il quale è valevole per la richiesta di prestazioni sociali agevolate oppure per l'accesso agevolato ai servizi di pubblica utilità. Nel momento in cui viene richiesta...
Finanza Personale

Come fare la dichiarazione dei redditi

In questa guida vi illustrerò come fare una dichiarazione dei redditi, spero che la mia spiegazione sia il più semplice possibile. Vi parlerò per mia esperienza, e di come ho fatto io, per dichiarare il reddito, è molto semplice, vi aiuterò passo...
Previdenza e Pensioni

Come funziona la deducibilità in caso di previdenza integrativa

La previdenza integrativa è l'insieme delle forme di integrazione delle pensioni pubbliche con rendite private. Le necessità previdenziali sono soddisfatte con un mix di pubblico-privato in cui lo Stato copre le necessità con un sistema pensionistico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.