Come redigere un contratto di leasing

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il contratto di leasing, chiamato anche "Contratto di locazione finanziaria", è una forma di finanziamento diventata popolare nel 1980, quando le persone hanno cercato di trovare dei modi più accessibili per possedere delle automobili senza però acquistarle. È possibile redigere il leasing anche per altri beni oltre all'automobile, come un'immobile ecc.
Consiste nel pagare un cannone periodico stabilito in base al contratto stipulato. Rispetto ai normali prestiti di denaro offre diversi sconti ed agevolazioni.
Questa formula di "acquistare" dei beni potremo anche chiamarla come un prestito con il diritto di riscatto, dove se quest'ultimo avviene si paga una somma finale sempre stabilità dal contratto iniziale.
Se siete interessati a come redigere un contratti di leasing continuate a leggere la guida per tutti i suoi dettagli.

26

La fase iniziale per redigere un contratto di leasing è quella istruttoria. Ovvero nella quale il concedente (la società di leasing), decide se concederlo o no il leasing. Questa fase è necessaria per verificare l'affidabilità del cliente (utilizzatore del bene concesso), esaminando il suo profilo finanziario e quello economico. Oltre a questo, in base al valore del bene richiesto, la società concedente potrebbe chiedere più garanzie, come possono essere le fideiussioni o pegni.
Se questa fase è stata superata si può passare a quella successiva, ovvero, la stipulazione del contratto di leasing.

36

La stipulazione del contratto si può ritenere la fase più importante dell'intero processo. È qui che la società concedente propone il contratto, con tutti i doveri da parte loro e del cliente rispettare, oltre ai termini del contratto. Per renderlo valido sarà necessario firmarlo.
L'operazione potrebbe comportare un costo per l'apertura della pratica, oltre a dover versare in anticipo per poter prendere in leasing il bene scelto.
D'ora e in avanti il cliente potrà usufruire del bene, che però resta di proprietà del concedente.

Continua la lettura
46

Una volta ricevuto il bene, l'utilizzatore dovrà rispettare i termini e le condizioni nel contratto precedentemente stipulato, pagando un cannone il più delle volte mensile. È importante rispettare i tempi dei pagamenti, in caso contrario il concedente ha tutto il diritto di recidere il contratto e di rimpossessarsi del bene che vi è stato concesso.
I danni causati da terzi, non dal cliente, saranno ripristinati dalla società di leasing.

56

Terminati il pagamento di tutte le rate del cannone, il cliente ha il diritto di riscattare il bene secondo l'importo stabilito nel contratto stipulato. Diventando il suo effettivo proprietario. O nel caso decidesse di non riscattarlo restituirlo senza pagare ulteriormente.
Qualunque di queste due operazione venga effettuata il contratto precedentemente stipulato con l'azienda concedente si interrompe.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di firmare leggere attentamente i termini del contratto

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come aprire un'attività di leasing finanziario

Oggi se si vuole acquistare un'auto, una casa, un computer, ma non si hanno i soldi per pagare subito, si ha la possibilità di farlo con il leasing finanziario, corrispondendo un canone prestabilito. In concomitanza con l'aumento della domanda di questa...
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Il Leasing Operativo

Che cos'è il leasing operativo? Questa domanda è assolutamente lecita, e procediamo pertanto a darne una generale quanto breve definizione. Per leasing operativo s'intende tutto ciò che è strettamente legato al periodo di utilizzo di un bene, mobile...
Finanza Personale

Come calcolare la quota interessi di una canone di leasing

Il leasing rappresenta un contratto con il quale un'azienda concede in locazione ad un'altra, dietro l'impegno di corrispondere un determinato numero di canoni periodici, un bene mobile o immobile. Alla conclusione della locazione, la società utilizzatrice...
Finanza Personale

Contratto di leasing: cos'è e come funziona

Il leasing è uno strumento finanziario in cui la proprietà del bene locato rimane alla società che lo ha concesso in leasing, mentre il locatario ottiene il diritto di utilizzare il bene pagando un canone di locazione per la durata del contratto. Alla...
Richieste e Moduli

Come ottenere un leasing auto

Un contratto di leasing è sicuramente un'ottima agevolazione per coloro i quali vogliono utilizzare sempre macchine nuove risparmiando rispetto a quanto avrebbero speso con l'operazione d'acquisto. Questo tipo di "accordo" è più simile ad una forma...
Finanza Personale

Come calcolare il tasso d'interesse di un leasing a rata costante

Per ammortizzare i costi derivanti dall'acquisto di un'automobile, spesso si ricorre al leasing, una forma di compravendita particolare vincolata ad un periodo di tempo predefinito. Capita spesso di sentir dire che si possiede un'auto in leasing, ma cosa...
Finanza Personale

Come costruire il piano di ammortamento di un Leasing a Rata Costante

I leasing rappresentano dei finanziamenti particolari, in cui il finanziatore acquisisce un determinato bene che consente di utilizzare, dietro il pagamento di un canone. A seconda dell'attività svolta dal soggetto che concede in locazione i beni, si...
Aziende e Imprese

Come Inserire I Leasing In Bilancio

La guida in questione andrà a occuparsi di aspetti di carattere economico e, come avrete notato dal titolo, il fulcro del discorso girerà intorno alla risoluzione di Come inserire i leasing in bilancio. Partiamo andando a definire che cosa sia un contratto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.