Come recedere dal contratto di affitto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Può capitare a chiunque prenda in affitto un immobile di voler recedere anticipatamente dal contratto. Il consiglio è sempre quello prima di firmare qualsiasi documento importante, di accertarci che poi saremo in grado di adempiere alle clausole stabilite dal contratto, per non avere brutte sorprese o comunque delle gravi difficoltà in caso vogliamo recedere dal contratto. In questa guida infatti vedremo come recedere dal contratto di affitto.

24

Per prima cosa, il contratto di affitto è un documento ufficiale stipulato da due persone, uno è il locatore ovvero chi mette a disposizione l'immobile, l'altro è il conduttore o anche inquilino che usufruisce dell'appartamento o dell' abitazione. Per legge è solamente il conduttore che può recedere dal contratto se riscontra grandi problematiche nell'immobile o se il locatore non ha mantenuto fede agli impegni dichiarati dal contratto. In alcuni casi capita che l'appartamento sia danneggiato in alcune sue parti o ci sia qualche nuovo impianto da fare al fine possa essere funzionale. Se ad esempio il locatore ci garantisce che provvederà di sue spese a riparare l'impianto o il danno dell'appartamento dichiarandolo anche sul contratto ma poi non procede nella riparazione, questo può essere sicuramente un valido motivo per recedere dal contratto.

34

Il recesso deve essere chiesto dal conduttore, con almeno sei mesi di anticipo rispetto alla data in cui desidera abbandonare l'immobile. Dovremo scrivere una vera e propria lettera ufficiale al locatore, che potremo tranquillamente spedire per raccomandata con ricevuta di ritorno. In questa raccomandata, dovremo specificare i gravi motivi che ci hanno portato ad abbandonare l'immobile prima della fine del contratto, in modo che anche il locatore possa visionare correttamente quale sia la problematica che ci ha portato a questa drastica decisione. Inoltre è fondamentale inserire su questa raccomandata anche tutti i nostri dati anagrafici e anche un numero di telefono su cui possiamo facilmente venir ricontattati.

Continua la lettura
44

È buona norma, prima di prendere qualsiasi immobile in affitto, verificarlo scrupolosamente per accertarci delle sue condizioni e soprattutto verificare che i vari impianti siano funzionali. Inoltre nel caso magari vogliamo prendere in affitto un appartamento in condominio, può essere d'aiuto parlare anche con gli altri condomini per chiedere informazioni e soprattutto per avere la certezza di star facendo un ottimo affare. Sicuramente il recedere da un contratto d'affitto facilmente e velocemente potrà darci delle grandissime gioie e soddisfazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come fare una scrittura privata per risoluzione consensuale del contratto di locazione

Spesso, quando si parla di locazione, si pensa immediatamente all'affitto di un'immobile, anche se esiste la possibilità di affittare un'automobile, una barca, persino vestiti e strumenti vari. Durante il periodo di locazione previsto, può accadere...
Richieste e Moduli

Come comunicare la risoluzione del contratto di locazione

Il contratto di locazione è il documentario mediante il quale il locatore (ovvero il proprietario dell'immobile) e l'affittuario (colui che prende in affitto l'immobile) si impegnano a rispettare tutte le clausole trascritte al suo interno. Il contratto...
Case e Mutui

Locazione: motivi di risoluzione anticipata

Il contratto di locazione è un contratto mediante il quale una figura, detta locatore, cede un bene o un servizio ad una seconda parte, detta locatario, dietro la prestazione, di quest'ultimo, di una somma di denaro con periodicità regolare. Detta in...
Richieste e Moduli

Le caratteristiche del contratto di affitto a canone concordato

La legge italiana prevede una serie di tipologie contrattuali relative all'affitto di locali ad uso abitativo. Ciascuna di queste corrisponde ad un'esigenza specifica a tutela del locatore e dell'affittuario, con precise disposizioni e conseguenti agevolazioni....
Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
Richieste e Moduli

Come annullare un contratto di locazione firmato

Un contratto di locazione firmato si può annullare per motivi di diversa natura. Ad esempio si trova un locale più confortevole, oppure ci si deve necessariamente trasferire presso una nuova abitazione. Se l'immobile si trova in affitto, si può decidere...
Case e Mutui

Locazione a canone libero: 5 cose da sapere

Il contratto di locazione a canone libero (detto anche 4+4) è stato introdotto dalla legge 431 del 1998 ed è una forma di locazione che prevede che siano il locatore (colui che possiede il bene immobile) e il futuro inquilino (o conduttore) a decidere...
Lavoro e Carriera

Regole di disdetta di un affitto in cedolare secca

Un argomento piuttosto delicato su cui spesso nascono controversie è quello dei contratti di affitto. Al momento della stipula e della firma del contratto, il proprietario dell'appartamento e l'inquilino stabiliscono di comune accordo la durata del contratto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.