Come prorogare un contratto di locazione

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Capita molto spesso, alla scadenza di un contratto d'affitto, di preferire un prolungamento dello stesso alla ricerca di una nuova locazione. Generalmente un contratto d'affitto viene stipulato ogni quattro anni, e la data di inizio e quella di scadenza sono già definite. Tuttavia è certamente possibile prolungare la durata del contratto in questione. Nella guida che segue, a tal proposito, vi sarà spiegato come procedere, passo dopo passo, per prorogare un contratto di locazione in scadenza.

25

Trovate un accordo con il proprietario

La procedura illustrata in seguito riguarda il contratto di locazione ''a canone fisso'' e ''concordato''. Il primo passo consiste nell'accordo con il proprietario dell'immobile. Questo perché, oltre alle necessità personali dell'individuo, il rinnovo o prolungamento di un contratto richiede alcune spese che vanno tenute in considerazione. Una volta trovato l'accordo definitivo con il proprietario, sarà possibile procedere al passaggio successivo.

35

Compilate il modello F23

Dopo aver raggiunto l'accordo con il proprietario dell'immobile, sarà necessario adempiere al pagamento di un'imposta di registro. Le opzioni per la modalità di tale pagamento sono di due tipi: dilazionabile o a soluzione unica. Il locatore e il conduttore devono effettuare tale pagamento tramite la compilazione del modello F23. Il compito dovrà essere portato a termine entro 30 giorni dalla data di scadenza. Qualora il vostro caso riguardasse accordi registrati in data antecedente al 30 giugno 2010, si renderà necessario un ulteriore passaggio: dovrete allegare un altro modello chiamato "Cdc". Questo modulo dovrà essere compilato e contenere tutti i vari dati catastali dell'immobile oggetto del contratto.

Continua la lettura
45

Effettuate il pagamento online

Per rendere più rapide queste operazioni, il sito dell’Agenzia delle Entrate offre un comodo servizio di pagamento online. In questo modo eviterete l'obbligo di presentare la modulistica cartacea. Per provvedere all'assolvimento del dazio, bisognerà selezionare la corretta opzione e inserire le coordinate del conto corrente postale o bancario personale. Potrete in seguito verificare la corretta riuscita dell'operazione nella sezione denominata "Ricevute". Qualora non vi trovaste a vostro agio con le operazioni online, che offrono agevolazioni soprattutto per quanto riguarda le tempistiche, un consiglio generale è sempre quello di affidarsi alle "vecchie maniere", così da non rischiare di cadere in errore o, semplicemente, in perdite di tempo inutili.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Qualora il vostro caso riguardasse accordi registrati in data antecedente al 30 giugno 2010, si renderà necessario un ulteriore passaggio: dovrete allegare un altro modello chiamato "Cdc".
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come disdettare anticipatamente un contratto di locazione

Il Codice Civile nostro, prevede anche il contratto di locazione, fra gli altri tipi di contratto. Esso non è altro che un contratto di fitto mediante il quale il locatore, cioè il proprietario di un immobile, conferisce in affitto la sua proprietà...
Case e Mutui

Come funziona l'affitto con riscatto

L'affitto con riscatto è una valida alternativa all'acquisto di un immobile attraverso il ricorso all'accensione di un mutuo bancario. Chi non riesce ad ottenere un mutuo per i più svariati motivi (reddito non sufficiente, inidonee condizioni di età,...
Case e Mutui

Affittare con contratto 4+4: errori da evitare

Avere un appartamento da mettere in affitto rappresenta oggi una rendita aggiuntiva, che per molte famiglie significa avere la possibilità di integrare in modo adeguato le proprie entrate mensili. Sia che si tratti di una proprietà ereditata da una...
Case e Mutui

Locazione con comodato d'uso: 5 cose da sapere

Utilizzata di frequente in ambito famigliare o tra conoscenti, la locazione con comodato d'uso è un contratto tra 2 soggetti (disciplinato dal Codice Civile, articoli da 1803 a 1812) in cui uno cede all'altro, a titolo gratuito, l'utilizzo di un determinato...
Case e Mutui

5 tipologie di contratti di locazione residenziali

In Italia esistono ben 5 tipologie di contratti di locazione per fini residenziali. È facile confondersi e non sapere bene quale scegliere. In questa lista troverai indicate tutte le tipologie con le loro caratteristiche ed i loro regolamenti così da...
Case e Mutui

Come si stipula un contratto di affitto transitorio

Decidere se acquistare casa oppure affittarla può rappresentare spesso un grande problema, specialmente per i più giovani. La scelta, infatti, risulta spesso obbligata dalla precarietà del lavoro e dall'impossibilità di ottenere un mutuo. Talvolta,...
Case e Mutui

Come fare la disdetta di un contratto di affitto

Fare la disdetta di un contratto di affitto può essere un'operazione piuttosto farraginosa perché richiede la conoscenza di numerose leggi: per questo motivo è di fondamentale importanza informarsi correttamente e soprattutto rivolgersi alle persone...
Case e Mutui

Contratti locazione: le 5 tipologie di affitto

Se hai una casa nella quale non risiedi e che non utilizzi in modo continuativo una soluzione per ripagarsi delle spese è quella di metterla a reddito ossia fare in modo che questa si possa pagare da sola e magari generare una rendita passiva. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.