Come presentarti a un cliente

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Sono sempre di più le persone che svolgono un lavoro che li pone a stretto contatto con altri individui. Cercare clienti, rappresenta una vera e propria sfida, se si calcolano poi anche le difficoltà di mantenere nel tempo quella presunta relazione se si è bravi, ma anche se la fortuna è dalla nostra parte.
La prima impressione si sa che è fondamentale, è quella che determina inevitabilmente l'esito del nostro futuro rapporto, per ciò è necessario attuare determinati accorgimenti.
In questa guida, vi sarà spiegato passo per passo, come presentarsi ad un nuovo cliente e vedrete che vi sembrerà tutto più facile!

24

La stretta di mano

Dopo l'aspetto estetico, la stretta di mano rappresenta uno dei momenti più fondamentali di una conversazione. Meglio evitare strette di mano troppo forti che vorrebbero dimostrare la nostra superiorità, troppo deboli per mostrarsi inferiori, meglio puntare ad una via di mezzo.
Lasciate che a porgere la mano sia prima il cliente, molto spesso ci si ritrova in situazioni in cui il cliente ci conosce poco e risulta abbastanza restio al contatto fisico, quindi è bene che sia quest'ultimo ad iniziare il gioco. Non dimenticate il contatto visivo durante la stretta di mano, rappresenta sicurezza e fiducia, elementi abbastanza importanti se volete conquistare il vostro cliente.

34

Il nome

Nel momento delle presentazioni, potrebbero interferire rumori che possono impedire la chiarezza della conversazione, quindi è necessario scandire per bene il proprio nome e cognome ed il nome dell'azienda per la quale lavorate.
Se avete dimenticato il nome del cliente, oppure non lo avete capito bene, non esitate a richiederlo, è molto meglio farsi ripetere il nome piuttosto che sbagliarlo mentre si parla con quest'ultimo.
Ripetendo il nome durante la chiacchierata, oltre a portare effetti positivi nei confronti del cliente, aiuta molto la nostra memoria, ciò ritorna utile sopratutto nella presenza di un grande giro di clienti.

Continua la lettura
44

La sincerità

In un'epoca moderna come questa, il cliente è oramai diventato un soggetto abbastanza acculturato, meno ingenuo e meno influenzabile, ciò comporta anche una maggiore difficoltà ad intavolare una conversazione fruttuosa. Quale tecnica ci rimane allora?
Non esiste miglior arma al mondo, se non la più potente, della sincerità.
Mostriamoci al nostro cliente per come siamo, niente fronzoli o tecnicismi, solo la verità che verrà apprezzata maggiormente ed aumenta considerevolmente le possibilità di successo.
Ora non vi resta altro che adoperarvi per conquistare il vostro cliente. Buona fortuna e buon lavoro!!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

10 errori da evitare quando si conduce una trattativa

Almeno una volta nella vita ci siamo trovati (o ci troveremo) ad affrontare una trattativa da concludere e in alcuni casi a condurla personalmente; che sia un contratto di fornitura di servizi, che sia un contratto per un immobile etc. Non tutti sanno...
Lavoro e Carriera

Customer care: consigli per gestire clienti arroganti

Lavorare a contatto con il pubblico, si sa, non è mai semplice; le tensioni della vita quotidiana vengono riversate sui poveri commessi, o più in genere con gli impiegati degli uffici pubblici, od addetti al customer care, a volte con veri e propri...
Aziende e Imprese

Frasi da evitare durante una vendita telefonica

I venditori riescono ad intavolare un discorso durante un contatto telefonico con potenziali clienti giocando con le proprie parole, che rappresentano il loro strumento principe di lavoro; pertanto la scelta di queste ultime risulta di fondamentale importanza...
Lavoro e Carriera

Come gestire un cliente arrabbiato o insoddisfatto

Se abbiamo un'attività commerciale e nonostante l'impegno profuso, ci capita qualche volta di incappare in qualche cliente che si dimostra arrabbiato o insoddisfatto del nostro operato, è importante sapere che ci sono alcune linee guida da seguire,...
Lavoro e Carriera

Come presentare un progetto a un cliente

Nel mondo del lavoro capita di frequente che un prodotto o un progetto venga accompagnato da una presentazione, in modo da illustrare nel migliore dei modi le qualità di ciò che si vuole vendere ad un cliente. Una buona presentazione, esplicativa e...
Aziende e Imprese

Come gestire le lamentele di un cliente

Tutti coloro che gestiscono un'attività, oppure che semplicemente vi lavorano, sono chiamati ad intraprendere quotidianamente delle relazioni con i clienti. Indipendentemente dal tipo di prodotto o di servizio offerto, in qualsiasi tipo di impiego si...
Aziende e Imprese

Come gestire efficacemente un ordine di un cliente

Imparare e conoscere il meccanismo con cui avviene la gestione degli ordini è un compito importante per tutti coloro che mirano ad accrescere il proprio business. Dopotutto, bisogna dire che un business in crescita che gestisce gli ordini in modo accurato...
Lavoro e Carriera

Come gestire il front office

In ogni luogo di lavoro vi sono diverse figure che operano per soddisfare i bisogni di un cliente. All'interno di ogni azienda, piccola o grande che sia, si distinguono gli operatori che si occupano del back office e quindi della parte amministrativa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.