Come presentare la domanda di messa a disposizione per le scuole

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Al fine di avere più possibilità di essere chiamati dalle scuole per ricevere incarichi, è necessario presentare una domanda di messa a disposizione, conosciuta anche con il nome di Mad. È possibile presentarla per mezzo di diverse modalità, che spiegheremo in questa guida. Ecco quindi come presentare la domanda di messa a disposizione per le scuole.

25

Compilare il modulo

Per presentare la Mad, occorre seguire poche semplici istruzioni. Questo documento, infatti, può essere consegnato alle scuole in formato cartaceo, compilando un fac-simile con i dati personali e la preferenza sulla materia di insegnamento. L'aspirante insegnante potrà presentare questa domanda a tutte le scuole che vorrà e dovrà inserire, nel piano di studi, la materia per la quale ha conseguito il titolo di accesso all'insegnamento.

35

Inserire il curriculum vitae

È importante conoscere anche i più piccoli dettagli che potrebbero servire per ottenere un incarico da qualche scuola. Ad esempio, bisogna sapere che il periodo più consono per inviare la domanda è all'inizio dell'anno scolastico. La Mad dovrà inoltre avere in allegato il curriculum vitae e il suo invio sarà valido fino alla fine dell'anno scolastico corrente.

Continua la lettura
45

Presentare la domanda

La Mad potrà essere inviata da tutti gli aspiranti insegnanti che abbiano conseguito il titolo di studio di accesso all'insegnamento, cioè la laurea magistrale o triennale specialistica. Il modulo potrà essere inviato sia alle scuole pubbliche che a quelle paritarie. Per presentare la Mad non è necessario essere iscritti nelle graduatorie di istituto. Chi invece è iscritto, e ha presentato il modello B per la scelta delle scuole, potrà presentare la domanda ad altri istituti scolastici della stessa provincia, al fine di permettere la valutazione del punteggio nella graduatoria in cui sono iscritti.

55

Scegliere le istruzioni scolastiche

Chi è incluso nelle graduatorie di istituto può inviare la Mad alle scuole non scelte e inserite nel modello B, in modo da avere la possibilità di garantirsi incarichi in un numero maggiore di scuole. Chi non è incluso nelle graduatorie può scegliere le istruzioni scolastiche senza riserve. Non c'è un vero e proprio numero di domande che è possibile inviare. La Mad può essere inviata per posta privata, posta certificata, oppure può direttamente essere consegnata a mano presso la segreteria della scuola, che prenderà in carico il documento e lo archivierà. Per tutto l'anno scolastico corrente sarà possibile ricevere incarichi di insegnamento. Ogni anno sarà necessario rinnovare l'invio della Mad e ovviamente si avrà anche la possibilità di cambiare le proprie scelte, in relazione ad eventuali titoli conseguiti in seguito, ad esempio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare insegnante

Quella dell'insegnante è una bellissima professione, di grande importanza per lo sviluppo della società. Si ha la fortuna di esercitare continuamente la cultura e di essere a contatto con giovani menti. Dal punto di vista umano il contatto con i propri...
Lavoro e Carriera

Come entrare nelle graduatorie del personale scolastico

Entrare nelle graduatorie del personale scolastico è un'operazione non complessa se si è in possesso delle giuste conoscenze burocratiche. È bene però sapere che le tempistiche, in genere, sono abbastanza lunghe. Dunque se siete interessati ad avventurarvi...
Lavoro e Carriera

Abilitazione all'insegnamento: come conseguirla

Se siamo alla ricerca di un lavoro ed il nostro sogno è quello di diventare degli insegnati, prima di riuscirci dovremo intraprendere un particolare percorso formativo che ci porterà alla fine ad ottenere una apposita abilitazione all'insegnamento....
Lavoro e Carriera

Insegnanti di sostegno nella scuola primaria: titoli e concorsi

La figura dell'insegnante di sostegno, nasce come docente specializzata per seguire bambini portatori di handicap; la sua preparazione esula totalmente da quella dei comuni insegnanti. La sua introduzione nell'ambito della scuola, soprattutto in quella...
Lavoro e Carriera

Come diventare dirigente nella pubblica amministrazione

Quando si parla di dirigente della pubblica amministrazione si sta parlando di un impiegato statale che ha il compito di dirigere un ufficio amministrativo locale, regionale, nazionale o talvolta internazionale. Intraprendere una carriera di questo tipo...
Lavoro e Carriera

Come diventare professore di chimica

In questa breve guida vi insegnerò come intraprendere una carriera affascinante e spesso ricca di soddisfazioni. In parole povere vi spiegherò come diventare professore di chimica. Il percorso, è bene chiarirlo dall'inizio, almeno alla luce della normativa...
Lavoro e Carriera

Come presentare domanda di supplenza di terza fascia

La terza fascia di istituto è aperta ai docenti non abilitati, ma in possesso del titolo di studio valido per l'insegnamento. Per iscriversi alla terza fascia occorre essere in possesso di una laurea magistrale e aver conseguito tutti i crediti necessari...
Lavoro e Carriera

Come diventare professore di chimica e fisica

Ogni giorno chi decide di intraprendere la strada dell'insegnamento sceglie una strada lunga e difficile, in quanto questa richiede molto impegno e molto interesse nello studio della materia che si desidera insegnare. Se si desidera insegnare materie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.