Come preparare e registrare un contratto di affitto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se si vuole affittare un immobile è consigliabile preparare e registrare il contratto; in questo modo si ha la possibilità di poter essere tutelati da eventuali problemi che possono sorgere. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come procedere nella scelta del tipo di contratto di affitto, nella stesura e nella registrazione dello stesso.

26

È obbligatorio registrare il contratto di locazione presso l'Agenzia delle Entrate se supera la durata di 30 giorni. La registrazione può essere cartacea oppure telematica utilizzando i servizi Iris e Siria. Chi possiede almeno 10 immobili e ne affitta anche solo uno può fare solo la registrazione telematica. Per la procedura cartacea su Internet si trovano contratti già predisposti che devono essere solo stampati e compilati con i dati personali di entrambe le parti. A volte però bisogna apportare qualche modifica per tutelare l'immobile e decidere le condizioni del contratto.

36

Il contratto deve contenere i dati personali dell'affittuario e del locatore, la data di inizio e la durata, la descrizione dell'immobile, il prezzo del canone, l'aggiornamento ISTAT ed i dettagli della caparra. Un contratto a canone libero deve avere una durata minima di 4 anni; esso si rinnova automaticamente in mancanza di disdetta. Invece, un contratto a canone concordato (calmierato) ha una durata minima di 3 anni ed il rinnovo è automatico per altri 2, se non si fa la disdetta. Nel primo caso il canone lo decide il proprietario, nel secondo è stabilito dagli accordi tra sindacati degli inquilini e associazioni dei proprietari.

Continua la lettura
46

Se si vuole affittare un immobile per un tempo inferiore si hanno 2 possibilità. Una è un contratto temporaneo con una durata minima di 30 giorni, massima di 18 mesi e non è rinnovabile. Questo tipo di contratto può essere a canone libero o concordato a seconda della zona in cui si trova l'immobile. La seconda possibilità è il contratto per studenti che ha una durata minima di 6 mesi, massima di 36 ed è rinnovabile. Questo contratto è a canone concordato e l'affittuario deve essere uno studente fuori sede, cioè il luogo di residenza deve distare almeno 100 km dall'indirizzo dell'immobile.

56

Il contratto va registrato entro 30 giorni dalla stipula. La registrazione cartacea va fatta direttamente all'Agenzia delle Entrate con: 2 copie del contratto firmate da locatore e conduttore/i, modello 69 compilato, marche da bollo da applicare su ogni copia ed infine il modello F 23 che certifica il pagamento dell'imposta di registro. Se si sceglie la cedolare secca le marche da bollo non si pagano e il modello F 23 non va compilato. La cedolare secca sostituisce l'Irpef, l'imposta di registro e l'imposta di bollo e permette di non modificare il canone d'affitto.

66

Il proprietario può anticipare il termine di un contratto seguendo una determinata forma e tempistica; inviare una lettera almeno 6 mesi prima del termine di scadenza del contratto a mezzo raccomandata. Per i contratti ad uso transitorio il tempo di preavviso è di 3 mesi. Anche l'inquilino può disdire il contratto in qualsiasi momento per un grave motivo; la comunicazione va fatta con 6 mesi di preavviso. Inoltre, dal 1° gennaio 2014 è obbligatorio corrispondere il canone d'affitto tramite bonifico bancario o assegno per cui è vietato pagare l'affitto in contanti indipendentemente dal tipo di contratto e dalla somma pattuita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come detrarre il canone d'affitto dal 730

Chi vive in affitto ha diritto ad alcune detrazioni fiscali Irpef. Per molti è la voce più rilevante della dichiarazione dei redditi, proprio perché la spesa incide molto sul bilancio familiare. I vantaggi offerti dalle normative sono una buona occasione,...
Case e Mutui

Affittare con contratto 4+4: errori da evitare

Avere un appartamento da mettere in affitto rappresenta oggi una rendita aggiuntiva, che per molte famiglie significa avere la possibilità di integrare in modo adeguato le proprie entrate mensili. Sia che si tratti di una proprietà ereditata da una...
Case e Mutui

Come registrare un contratto di locazione a canone libero

Il contratto di locazione a canone libero è la tipologia di contratto più utilizzata. Con questo documento si da in uso il proprio immobile destinato ai fini abitativi, dietro pagamento di una quota concordata tra le parti. Al contrario, sono regolati...
Case e Mutui

Come valutare Un Contratto Di Locazione Con La Cedolare Secca

La “cedolare secca” è un regime facoltativo, che si sostanzia nel pagamento di un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali (per la parte derivante dal reddito dell’immobile). In più, per i contratti sotto cedolare secca non andranno...
Richieste e Moduli

Le caratteristiche del contratto di affitto a canone concordato

La legge italiana prevede una serie di tipologie contrattuali relative all'affitto di locali ad uso abitativo. Ciascuna di queste corrisponde ad un'esigenza specifica a tutela del locatore e dell'affittuario, con precise disposizioni e conseguenti agevolazioni....
Case e Mutui

Contratti locazione: le 5 tipologie di affitto

Se hai una casa nella quale non risiedi e che non utilizzi in modo continuativo una soluzione per ripagarsi delle spese è quella di metterla a reddito ossia fare in modo che questa si possa pagare da sola e magari generare una rendita passiva. In questa...
Case e Mutui

Come stipulare un contratto d'affitto

Se avete qualche appartamento, una piccola casetta per le vacanze o qualsiasi altro immobile che non utilizzate, affittarlo è la soluzione migliore per guadagnare qualcosa in più. Al contrario, se non avete una casa di vostra proprietà e state cercando...
Richieste e Moduli

Come redigere un contratto di locazione ad uso abitativo

Come vedremo nel corso di questa guida, la normativa attualmente vigente in tema di contratti, non prevede una specifica forma obbligatoria per la redazione dei contratti. Tuttavia la legge, impone agli stipulanti l'indicazione di alcuni elementi importanti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.