Come prelevare i soldi attraverso la postamat

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La posta offre moltissimi sevizi oltre alla spedizione di lettere e pacchi ed uno dei più utili è sicuramente la possibilità di aprire un conto corrente. Se non sappiamo come fare per riuscire ad aprire ed utilizzare un conto corrente delle poste, potremo provare a ricercare su internet delle guide redatte da utenti che utilizzano già questo tipo di servizio e che potranno aiutarci a sfruttare al massimo il nostro conto corrente. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a prelevare correttamente i soldi attraverso la postamat. La postamat è la carta di credito associata ad un conto corrente delle poste italiane.

25

Occorrente

  • Conto corrente Bancoposta
  • Carta di credito Postamat
35

Per ricevere la carta Postamat, bisogna possedere un conto corrente presso gli uffici postali. In caso contrario, potremo recarci tranquillamente presso l'ufficio postale più vicino a casa nostra ed aprirne uno, richiedendo la carta all'operatore dello sportello che ci guiderà in tutti i passaggi dell'apertura del conto. Dopo qualche settimana, la carta sarà recapitata direttamente al nostro domicilio, correlata di codice di sicurezza (o pin) di cinque cifre con tutte le istruzioni e informazioni utili per l'utilizzo. Ovviamente i codici di sicurezza vanno usati e trascritti con cautela in posti che conosciamo solo noi.

45

Per prelevare contanti dalla nostra carta, basterà recarci presso un qualsiasi sportello bancario o postale, situato accanto all'ufficio postale o bancario che sia, inserire la carta e attendere disposizioni. A questo punto dovremo selezionare il comando del prelievo e digitare il codice di sicurezza premurandosi di coprire con l'altro mana i numeri selezionati ed accertandosi che non ci sia nessun occhio indiscreto.

Continua la lettura
55

Dopodichè ci comparirà la schermata dell'importo, dove ci saranno gli importi predefiniti; se nessuno di questi sarà nostro gradimento, potremo selezionare la voce "Altri importi" e proseguire con l'operazione. Infine, ritiriamo la carta dalla fessura entro 30 secondi, senza perderla d'occhio e di seguito ritirare il contante richiesto, premurandosi sempre di controllare quanto ritirato (non si sa mai). Ovviamente, questa non è l'unica operazione effettuabile da questa ingegnosa carta, infatti si possono fare altre operazioni, tipo pagamento di bollettini e ricariche telefoniche. A questo punto potremo finalmente utilizzare la carta di credito postamat per riuscire a prelevare i soldi presenti sul nostro conto corrente delle poste italiane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come richiedere la carta libretto postale

Se siete già possessori di un Libretto Postale Nominativo Ordinario, dovete necessariamente sapere, che già da tempo, le Poste Italiane hanno offerto un servizio destinato ai detentori di tale libretto; infatti, è possibile richiedere, in maniera...
Finanza Personale

Come aprire un conto corrente postale

Ormai, negli ultimi anni, scegliere di aprire un conto corrente postale, si rivela un'operazione molto conveniente non solo per gli esercenti ma, soprattutto, per i consumatori. Infatti, le poste, al giorno d'oggi, sono in grado di offrire tutti quei...
Finanza Personale

Come bloccare la carta Postamat in caso di furto o smarrimento

Utilizzare una carta di credito, come ad esempio il Postamat, rappresenta una delle più grandi comodità quando si decide di effettuare degli acquisti, sia di persona, sia direttamente online. Ma dietro questa grande facilitazione, che permette di fare...
Banche e Conti Correnti

Come aprire un libretto postale

Negli ultimi anni, la crisi ha segnato l'economia familiare. Tasse, alimentari, vestiario, caro benzina, spese scolastiche, sanitarie ed imprevisti lasciano poco spazio al risparmio. Nell'eventualità, converrebbe depositare la piccola somma in un libretto...
Finanza Personale

Come effettuare una ricarica Postepay

La Postepay è una carta di pagamento che si ricarica; essa è rilasciata dalle Poste Italiane a chi ne fa richiesta. È utilizzata sia per lo shopping online che nei negozi che accettano carte di credito del circuito Visa. A ciascuna Postepay è associato...
Finanza Personale

Come aprire un conto corrente BancoPosta

Aprire un conto corrente BancoPosta è un'operazione abbastanza semplice e comoda, in quanto ci agevola l'operazione che andremo ad effettuare, evitando di fare la coda allo sportello. Tuttavia, come si dovrebbe fare ogni volta che stipuliamo un contratto,...
Finanza Personale

Come ottenere la Postepay

La Postepay è una carta ricaricabile del circuiti "VISA Electron prepagata". Con questa carta è possibile effettuare pagamenti on-line attraverso tutti i punti vendita in tutto il mondo, che ovviamente accettano carte Visa Electron. È inoltre possibile...
Finanza Personale

Come evitare la fila alla posta

Si sa che fare la fila alla posta è un'operazione assolutamente snervante e avvilente. Il nostro prezioso tempo libero, infatti, rischia di essere messo alla mercè di impiegati lenti, di clienti petulanti e logorroici o di eventuali furbetti che tentano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.