Come ottenere l'attestato di prestazione energetica (APE)

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le norme burocratiche sono in continuo aggiornamento e spesso rimaniamo dubbiosi su molti aspetti. Uno di questi è l'attestato di prestazione energetica della nostra abitazione, sintetizzato con la sigla APE. Questo è infatti un rimodernamento del vecchio ACE (Attestato di Certificazione Energetica). Il certificato APE serve per stimare la classe energetica di un'abitazione ed è richiesto, nonché necessario in diverse occasioni che vanno dalla compravendita di un immobile, ai lavori di ristrutturazione che ricoprono una percentuale pari o maggiora al 25% della superficie dell'involucro (tetti e pareti) dell'intero edificio. Ottenere questo attestato è semplice. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • Documentazione sulle caratteristiche dell'immobile (come riportato al passo 1).
37

L'attestato di prestazione energetica è tutt'altro semplice da ottenere. Occorrono diversi documenti, che allegati all'APE, daranno validità a quest'ultimo. I documenti che proprio non possono mancare sono diversi, tra questi ci sono:
- planimetria dell'immobile;
- informazioni sull'anno di costruzione,
- Ubicazione dell'edificio, città e provincia;
- Libretti di eventuali impianti a caldaia o centralizzati
.

47

Non esistono costi "standard" per l'attestato di prestazione energetica. Questi possono variare a seconda del professionista cui ci si rivolge. Possiamo però farci un'idea sulla base della dimensione dell'immobile. Per un appartamento di circa 100 mq il costo dell'attestato di prestazione energetica può andare dai 150 ai 250 euro. Questo può variare anche in base ai documenti forniti allo specialista certificatore. Egli dovrà valutare diversi aspetti prima di rilasciarvi l'attestato APE. Fra i primi vi è un'attenta valutazione dell'area climatica. Proseguirà con l'analisi dell'orientamento dell'appartamento. Poi verrà l'impianto di ventilazione/condizionamento/riscaldamento e l'impianto idrico. E ancora l'eventuale presenza di impianti per la produzione di energia "pulita".

Continua la lettura
57

Non lasciatevi trarre in inganno da "tecnici" che vi offrono consulenze ed attestati a prezzi vantaggiosi. Questi solitamente non sono riconosciuti come tecnici certificati e per questo motivo l'attestato che rilasceranno non sarà valido in termini di legge. Dal momento che non tutte le regioni sono dotate di un albo o un registro di certificatori accreditati, non è sempre semplice riconoscere questi finti "tecnici" e difendervi dalle truffe.

In possesso di tutta la documentazione fornita, il tecnico farà le dovute valutazioni. Il professionista da voi incaricato sarà dunque capace di assegnare un indice di prestazione energetica. Questo significa anche che potrà assegnare la classe energetica di merito all'appartamento. L'attestato di prestazione energetica ha durata di dieci anni. L'APE può decadere se nel frattempo doveste effettuare ulteriori modifiche all'immobile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se disponibile, fornite anche il documento della legge 10/91.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come usufruire di agevolazioni fiscali per il cambio infissi

Per le persone che decidono di modificare gli infissi della propria abitazione sono previste delle particolari agevolazioni fiscali. In modo dettagliato queste consistevano nella detrazione dall'IRPEF del 65%, per le corresponsioni effettuate tra il periodo...
Case e Mutui

5 motivi per vendere casa con un'agenzia immobiliare

Quando si cambia casa e si decide di vendere la vecchia spesso è utile ricorrere ad un'agenzia immobiliare. Spesso non si sa cosa fare o come muoversi e grazie all'agenzia immobiliare possono essere evitati moltissimi stress e problemi. Nel mercato ci...
Case e Mutui

10 errori da non fare mai quando si prende una casa in affitto

Stando ai dati statistici dell'ISTAT la questione è piuttosto chiara: nel nostro paese gli acquisti di case di proprietà sono sensibilmente diminuiti negli ultimi anni a causa della difficoltà di trovare mutui agevoli. A controbilanciare questo trend,...
Finanza Personale

Come richiedere il bonus per l'acquisto di un eco immobile

Se è già nelle nostre intenzioni acquistare un eco-immobile, è bene ricordare che dal 3 novembre 2010 è ancora possibile usufruire di 100 milioni di euro dei 300 milioni stanziati lo scorso marzo. Diciamo pure che parlando di eco-immobili, ci riferiamo...
Case e Mutui

5 tipologie di contratti di locazione residenziali

In Italia esistono ben 5 tipologie di contratti di locazione per fini residenziali. È facile confondersi e non sapere bene quale scegliere. In questa lista troverai indicate tutte le tipologie con le loro caratteristiche ed i loro regolamenti così da...
Case e Mutui

Come preparare la documentazione per la vendita di una casa

Se abbiamo deciso di vendere una nostra vecchia casa, una delle prime cose da fare dopo aver trovato l' acquirente e dopo esserci messi d' accordo con lui, è quella di preparare tutta la documentazione. In questa guida vedremo come preparare la documentazione...
Case e Mutui

Documenti necessari per vendere una casa

Per vendere una casa è necessario presentare determinati documenti e certificazioni, che consentiranno innanzitutto di effettuare una vendita regolare, e in secondo luogo di non trovarsi impreparati di fronte all'interesse di un eventuale acquirente....
Case e Mutui

Locazione a canone libero: 5 cose da sapere

Il contratto di locazione a canone libero (detto anche 4+4) è stato introdotto dalla legge 431 del 1998 ed è una forma di locazione che prevede che siano il locatore (colui che possiede il bene immobile) e il futuro inquilino (o conduttore) a decidere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.