come ottenere il regime dei minimi con la partita iva agevolata

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Partita IVA non significa sempre imprenditore o libero professionista con redditi invidiabili. Molto spesso, infatti, sono le aziende che richiedono ai loro collaboratori di aprire la partita IVA. Un vantaggio per il committente, che non ha altri oneri oltre il puro costo del lavoratore (più il 20% di IVA che poi però scarica). Per il lavoratore, invece, si tratta di un altro pedaggio da pagare alla flessibilità e spesso alla possibilità di lavorare. La partita IVA bisogna aprirla se si intraprende un'attività o se si svolge un lavoro con una sede fissa o una libera attività. Aprirla è facile, e lo si può fare anche per via telematica, collegandosi al sito delle Agenzie delle Entrate. Si può anche andare di persona agli uffici suddetti, ed in giornata si otterrà il proprio numero. Il legislatore ha voluto fare un po' di differenza tra le partite IVA, agevolando quelle più povere. Per questo motivo il precedente governo Prodi varò, con la legge finanziaria per il 2008, il "regime dei contribuenti minimi". Una semplificazione per i redditi inferiori a una certa soglia. Vediamo come si applica e quali sono i possibili vantaggi.

24

Se siete un professionista che lavora in proprio come un consulente o un venditore telematico, potrete avvalervi del regime dei minimi. Attenzione, però, non sempre è possibile, ma solo se il vostro volume di affari non supera i 30.000 euro lordi all'anno e le spese non superano i 15.000 euro nei primi tre anni da quando avete iniziata la vostra attività. È basilare informarvi, perché lo stato offre in questi casi importanti agevolazioni.

34

Potrete, innanzitutto, avere la riduzione delle trattenute fiscali che vi consente di non gettarvi nel lavoro fatto a nero, e poi sarete esenti dal pagare l'IVA e l'IRAP e non sarete obbligati a tenere i libri contabili che come sapete sono per legge obbligatori. Ricordate sempre però, che entro i tre anni di attività, dovete stare attenti a non superare la somma indicata prima cioè dei 15.000 euro altrimenti non potete usufruire di nessun regime.

Continua la lettura
44

Anche il solo sfiorare la cifra consentita, vi darà l'obbligo di pagare IRAP, IVA e la tenuta dei libri contabili, quindi questa operazione deve essere tenuta sempre sotto estremo controllo per non rischiare di cadere nelle varie sanzioni pecuniarie previste dalla legge. Successivamente, è bene ricordare che il regime dei minimi stabilisce che non bisogna avere dipendenti subordinati, né di vendere dei beni, ma solo dei servizi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Richieste e Moduli

Come e quando usufruire dell'Iva agevolata

In questa guida vi verrà illustrato come e quando poter usufruire dell'Iva agevolata e come trarne molteplici vantaggi. La partita Iva agevolata permette di poter beneficiare di un determinato regime fiscale mediante il quale vengono esonerati parzialmente...
Aziende e Imprese

Come applicare il nuovo regime forfettario

In questa guida metteremo in evidenza come applicare il nuovo regime forfettario, quindi il passaggio dal regime dei minimi al nuovo regime forfettario dell'anno 2015. Sembra difficile da capire completamente, ma in realtà non lo è affatto. Viene subito...
Aziende e Imprese

10 cose da valutare prima di aprire partita IVA

Molto spesso i benefici di una partita IVA vengono superati dai lati negativi della stessa. Con la nuova legge di Stabilità sopratutto i giovani dovrebbero decidere accuratamente prima di aprirne una poiché proprio per gli under 30 i rischi sono non...
Aziende e Imprese

Come emettere fattura nel regime dei minimi

La fattura è un documento che attesta una vendita. Questa può avere varie natura e viene emessa attestando numerazione, descrizione, natura, qualità e la quantità delle merci. Per poi potere elencare nella parte tabellare il prezzo unitario, complessivo,...
Aziende e Imprese

Come aderire al regime dei minimi

Il regime forfettario o regime dei minimi ha subito diverse variazioni anche molto consistenti con l’inizio del 2016. All’interno del vasto panorama di internet esiste molta confusione verso quello che veniva definito, fino a dicembre 2015, il regime...
Aziende e Imprese

Partita IVA regime dei minimi: 5 cose da sapere

Il regime dei minimi è un regime fiscale agevolato. Le vigenti leggi prevedono che le aliquote progressive alla tassazione comune vengano sostituite con l'Irpef in misura del 25% e che si venga esentati dal versare l'Iva. Il regime dei minimi può essere...
Aziende e Imprese

Regime dei minimi: come fatturare a un cliente estero

Il regime fiscale, che consente ad una ben precisa categoria di persone di diminuire le spese amministrative in modo molto vantaggioso, è il cosiddetto regime dei minimi. Interessa in maggior modo le imprese individuali e quelle professionali. In questa...
Aziende e Imprese

10 cose da valutare prima di chiudere la partita IVA

In contesto quale quello attuale, caratterizzato da una lenta ma progressiva crescita dei consumi e dalla conseguente ripresa delle assunzioni da parte delle aziende, chiudere la partita IVA per tornare al lavoro dipendente sembra essere a molti la soluzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.