Come organizzare un corso di make up

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Disegnare, sfumare, correggere, evidenziare, permettere al colore di esprimersi creando riflessi di luce e giochi di tonalità, "giocare" sapientemente con pennelli, terre e matite come lo sa fare un pittore, cavalcare le mode ma soprattutto offrire campo libero all'inventiva con un tocco di vera arte, valorizzando con armonia l'espressione di un viso e l'intensità di uno sguardo, magari dando vita a nuovi e sorprendenti stili: organizzare un corso di make up significa saper trasmettere tutto questo ai partecipanti, con insegnamenti dati da figure professionali altamente qualificate, dotate di una spiccata sensibilità artistica e una particolare propensione alla cura di ogni dettaglio.

27

Occorrente

  • percorso formativo
37

I corsi di make up possono avere durate diverse: da alcune settimane a diversi mesi. Ne esistono poi alcuni di poche ore (spesso tenuti presso profumerie e centri commerciali), ma ovviamente in essi si tratta di imparare solo i principali utilizzi dei vari prodotti. Possono essere frequentati sia da chi sceglie di intraprendere una professione ben precisa nella cura dell'immagine, sia da chi intende semplicemente arricchire e perfezionare le proprie capacità in questo affascinante campo. Solitamente viene presentato un percorso formativo iniziale in cui vengono insegnate le basi del maquillage correttivo, guidando gli allievi verso un attento studio delle fattezze morfologiche del viso.

47

Con opportune esercitazioni pratiche sul volto di alcune modelle, deve essere insegnato il corretto utilizzo dei prodotti secondo le differenti tipologie di pelle, vanno impartite lezioni su un look più naturale per il giorno e su un'immagine maggiormente elaborata per la sera, avendo cura di dedicare qualche lezione alla correzione di rughe e piccole imperfezioni, al corretto disegno delle sopracciglia e all'applicazione di ciglia finte e glitter. È inoltre fondamentale trasmettere agli iscritti la capacità di saper valorizzare i punti forti del volto, minimizzandone eventualmente i difetti: questo è possibile con l'uso di buoni prodotti e con un corretto utilizzo di pennelli, spugnette, correttori, ecc..

Continua la lettura
57

Un buon programma prevede poi l'inserimento di percorsi studiati per tuffarsi in maniera approfondita negli aspetti maggiormente specialistici del trucco, ma eseguiti secondo rami differenti tra loro: moda, fotografia, cinema, teatro e televisione e maquillage per sposa, comprendendo inoltre le principali nozioni relative all'acconciatura e all'abbinamento dell'abito. Generalmente, al termine del corso si premia la costanza degli iscritti con un omaggio consistente in prodotti o accessori professionali per truccatori.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non tutti possono frequentare un corso di make up, ma sul web esistono diversi tutorial per imparare ad applicare un trucco perfetto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare insegnante di danza orientale

Da alcuni anni a questa parte diversi siti di danza hanno riscosso molto successo. Infatti, questa tipologia di arte ha trovato molto terreno fertile. Ha riscosso molto successo la moda del ballo, tale da convincere anche i più pigri, dedicandosi ai...
Richieste e Moduli

Come fare per iscriversi all'A.I.R.E.

L'acronimo A. I. R. E. è conosciuta più facilmente come l'anagrafe dello Stato italiano dedicata ai cittadini aventi cittadinanza italiana, ma che sono residenti all'estero. L'iscrizione all' A. I. R. E. È un preciso dovere civico che permette di...
Lavoro e Carriera

Come comunicare la malattia all'INPS

Quando un lavoratore dipendente viene colpito da una qualsiasi malattia, e quindi si trova impossibilitato a svolgere la sua normale attività lavorativa, ha diritto ad un'indennità riconosciuta dall'INPS, il quale si fa carico di parte della retribuzione...
Previdenza e Pensioni

Come presentare la domanda di invalidità civile on line

Al giorno d'oggi chi ha la necessità di presentare una domanda di invalidità civile presso l'INPS, ovvero l'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale, può farlo anche direttamente on line. Questa modalità è molto semplice e soprattutto comoda...
Lavoro e Carriera

Come creare una piccola accademia musicale

Per sapere come creare una piccola accademia musicale, organizzando corsi specifici per gli amanti di danza e canto, vi suggerisco di leggere le istruzioni qui riportate. Occorre precisare che col termine accademia musicale, non s'intende un conservatorio,...
Richieste e Moduli

Come leggere una visura camerale

Se avete l'assoluta necessità di un documento che contenga tutte le informazioni sulla vostra impresa regolarmente iscritta alla Camera di Commercio, è possibile richiedere una visura camerale, ovvero un insieme di dati che riguardano la costituzione...
Lavoro e Carriera

Come inserirsi nelle graduatorie d'istituto

Le graduatorie d’istituto sono degli elenchi graduati di personale docente da utilizzare per le supplenze e le sostituzioni degli insegnanti assenti per malattia, motivi familiari, maternità, ecc. Queste graduatorie, inoltre, vengono utilizzate per...
Lavoro e Carriera

Come trasmettere il certificato medico di malattia

Dal primo febbraio 2011 sono cambiate le modalità per trasmettere il certificato medico, relativo alla malattia, da presentare al proprio datore di lavoro, sia esso pubblico che privato. Sebbene le maggiori incombenze siano a carico del certificante,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.