Come non sentirsi falliti quando il lavoro non soddisfa

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

... C'era una volta un lavoro sicuro a tempo indeterminato che arrivava dopo un percorso di studi finalizzato alla realizzazione ed alla soddisfazione delle aspirazioni personali. Oggi, è purtroppo risaputo, il lavoro a tempo indeterminato viene spiegato nelle ore di storia alle elementari: il lavoro, quando c'è, è precario e la situazione attuale non consente di coltivare ambizioni di sorta. Pochi hanno la fortuna di esercitare la professione che magari sognavano da bambini, ed il famoso pezzo di carta ormai serve solo a sostituire la carta da parati.
Tuttavia, esaurito il prologo ottimistico, occorre comunque cercare di considerare il bicchiere mezzo pieno, ove sussistano i presupposti. A tutto c'è un rimedio: vietato dunque sentirsi falliti quando il lavoro non soddisfa.

25

Occorrente

  • Autostima
  • Voglia di cambiare
35

Il primo presupposto da considerare è che, soddisfacente o meno, un lavoro lo avete. E non è poco. Magari chi vi circonda ha la fortuna di essersi realizzato nel campo lavorativo che ha sempre sognato, magari nemmeno lo meritava: pazienza, fatevene una ragione. Imparate a considerare la vita a tutto tondo, non a compartimenti stagni. La vostra vita, lontano dal posto di lavoro, è piena e ricca di soddisfazioni. Amore, salute, affetti: quanti dei vostri conoscenti possono vantare tali fortune? Quindi, se decidete di fare paragoni, considerate tutto: di sicuro ne uscirete rafforzati, non perdenti.

45

Evitate dunque di piangervi addosso e reagite. Il lavoro che fate non vi soddisfa? Guardatevi intorno, cercate, allargate il cerchio delle vostre conoscenze. Mandate curriculum, consultate giornali specialistici, verificate le offerte di lavoro su internet indirizzando la vostra ricerca verso l'ambito lavorativo che maggiormente vi interessa.

Continua la lettura
55

Nel frattempo, cercate di rintracciare nella vostra occupazione attuale qualche spunto che vi aiuti a superare la noiosa quotidianità e l'alienazione. Pensateci bene: ci sarà pur qualcosa di bello e piacevole nella vostra attività. Sicuramente sarete necessari, utili, addirittura indispensabili per i vostri superiori: contribuite al raggiungimento degli obiettivi dando sempre il massimo, con coinvolgimento, e sicuramente la pesantezza del vostro lavoro si allevierà. Ogni lavoro d'altronde ha una propria ratio, sia questa rispondere ad un telefono, soddisfare un cliente o archiviare pratiche: non c'è un riconoscimento migliore della soddisfazione di aver compiuto pienamente il vostro dovere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lavoro e Carriera

Come diventare commerciante ambulante

Se si vuole intraprendere un'attività lavorativa ma non si ha una grossa disponibilità economica per aprire un negozio, si può optare per la figura del commerciante ambulante. In questo caso non occorre acquistare o affittare un immobile per svolgere...
Banche e Conti Correnti

Come recuperare il codice della Postpay

Al giorno d'oggi il sistema di pagamento che viene scelto sempre più spesso è quello virtuale. Attraverso carte di credito e bancomat si riescono a fare acquisti tradizionali e su internet in modo pratico, veloce e senza la necessità di avere con sè...
Lavoro e Carriera

Come aprire un banco al mercato

Il vostro sogno è svolgere un’attività in proprio, ma pensate che aprire un negozio in questi tempi di crisi sia una mossa azzardata? La cosa migliore può essere iniziare con una vendita ambulante. Abbatterete infatti i costi relativi ai locali da...
Lavoro e Carriera

Come diventare conducente di macchine agricole

Negli ultimi anni sembra essere rinata una certa passione per l'agricoltura. Anche se negli ultimi anni la crisi ha colpito molto anche questo settore, sembra però in aumento le agevolazioni e le occasioni da cogliere nell'imprenditoria agricola. Poi...
Aziende e Imprese

Come valutare un dipendente

La pratica di fare una valutazione annuale dei lavoratori, la valutazione delle performance, è ampiamente riconosciuta come strumento utile per le aziende. Quando arriva il momento di promuovere un dipendente, è necessario valutare attentamente le sue...
Banche e Conti Correnti

5 consigli per scegliere la banca in cui aprire un conto corrente

Se non avete ancora aperto un conto corrente, sicuramente prima o poi vi verrà alla mente la fatidica domanda: a quale banca rivolgersi? Se avete un background che vi permette di capire quale banca soddisfa maggiormente le vostre esigenze, potete benissimo...
Lavoro e Carriera

Come licenziarsi nel periodo di prova

Quando veniamo assunti per un qualsiasi lavoro, ognuno di noi deve passare un periodo di prova che va dai tre ai sei mesi prima di poter essere assunto definitivamente e a titolo permanente all'interno di un'azienda.L'assunzione ufficiale e corredata...
Lavoro e Carriera

Come intraprendere una nuova carriera dopo i 50 anni

Il lavoro è un bene prezioso che nobilita l'uomo e serve a sostentarlo. È dunque necessario trovare un lavoro affidabile e duraturo. Ma in quest'epoca di crisi economica non esistono più molte certezze in campo lavorativo e, sempre più spesso, si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.