Come leggere i dati contenuti nel Cud

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ogni anno nel mese di febbraio e precisamente entro il giorno 28, il datore di lavoro o un ente pensionistico pubblico o privato, consegna al proprio dipendente il modello Cud (Certificato Unico Dipendente). Inizialmente veniva inviato in formato cartaceo, ma da due anni la ricezione avviene per via telematica. Nei passi successivi di questa guida, vediamo come leggere i dati contenuti all'interno del Cud.

25

Il certificato consente di conoscere i propri redditi percepiti, le somme erogate dal datore di lavoro e le ritenute d'acconto da versare all'erario, per la compilazione della dichiarazione dei redditi. Per leggerlo, è necessario iniziare dalla parte generale, poi in sequenza passare a quella fiscale e previdenziale.

35

La parte generale si riferisce ai dati anagrafici, quindi a codice fiscale, nome, cognome, sesso, data di nascita, comune, provincia e stato di nascita. La seconda parte invece di carattere strettamente fiscale, è relativa ai dati economici indispensabili per la compilazione dell'eventuale dichiarazione dei redditi, ossia il reddito lordo annuo (imponibile IRPEF sul quale si calcola l'aliquota), l'addizionale regionale IRPEF con l'acconto e il saldo dell'anno precedente, e quello relativo all'anno corrente. Tra l'altro la lettura della parte fiscale consente di conoscere anche l'ammontare dell'imposta lorda, i conguagli, i redditi assoggettati a ritenuta d'imposta nonché quelli relativi all'imposta sostitutiva. La terza parte come già accennato in fase introduttiva, si riferisce invece ai dati previdenziali ed assistenziali relativi ai contributi versati o dovuti ai vari enti previdenziali nazionali, nonchè quelli a carico del lavoratore nei confronti degli stessi enti, e trattenuti dal datore di lavoro direttamente in busta paga.

Continua la lettura
45

Inoltre in questa parte, è possibile trovare anche il punto relativo alla previdenza complementare, ossia somme che permettono d'integrare la pensione di base corrisposta dall'ente previdenziale, ovvero con delle eventuali prestazioni aggiuntive nel caso in cui si effettuano due lavori. Nell'ultimo punto da leggere del certificato, sono invece indicati tutti i contributi e le somme versate per l'assistenza sanitaria e relative assicurazioni, nonchè gli importi dovuti per il contributo di solidarietà, e alcune importanti informazioni in merito che riguardano soprattutto i dichiaranti con un reddito superiore ai 300 mila euro.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il datore di lavoro o ente pensionistico rilascia il modello CUD in duplice copia: una copia verrà conservata dal dichiarante, mentre l'altra verrà presentata ad un CAF o altro professionista abilitato alla compilazione, cui viene presentato anche il modello 730.
  • Il modello CUD può essere compilato anche solo per effettuare la scelta della destinazione dell'8x1000.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Finanza Personale

Come leggere il CUD

In questa semplice ed esauriente guida andremo a vedere come è possibile procedere per effettuare una corretta lettura del modulo Cud, oggi denominato semplicemente CU. Il Cud è il Certificato Unico Dipendente, ossia la certificazione rilasciata dal...
Aziende e Imprese

Come operare come sostituto d'imposta

Il sostituto d'imposta, nell'ordinamento italiano, rappresenta quel soggetto (pubblico oppure privato) che secondo la normativa vigente sostituisce in tutto o parzialmente il contribuente nei rapporti con l’amministrazione finanziaria, trattenendo le...
Banche e Conti Correnti

Come versare la ritenuta d'acconto

La ritenuta d'acconto è una trattenuta (Irpef o Ires) effettuata su un reddito soggetto a tassazione di un sostituto d'imposta (ex: datore di lavoro, banca, istituto finanziario) e che successivamente sarà versata all'erario. Entro il 28 febbraio di...
Finanza Personale

Come determinare l'imposta lorda

L'IRPEF è l'imposta principale del nostro ordinamento tributario, nota ai più dal momento che interessa oltre 40 milioni di contribuenti. Nata nel 1973, essa viene applicata alle persone fisiche o alle società (che la corrispondono comunque tramite...
Aziende e Imprese

Come compilare un modello CUD

Destreggiarsi fra i vari moduli e le compilazioni di modelli, per quanto riguarda la materia fiscale, non è mai facile, purtroppo. Mi riferisco in particolare al modello CUD, che viene fornito dal sostituto d'imposta. Serve per presentare la certificazione...
Finanza Personale

Come calcolare la ritenuta d'acconto

Sempre più spesso, nell'ambito lavorativo professionale, si sente parlare di ritenute d'acconto, ma questo argomento abbraccia quasi tutte le realtà lavorative regolari italiane in quanto è una vero e proprio anticipo di pagamento voluto dallo stato...
Finanza Personale

Come autoridurre l'acconto Irpef

L'IRPEF, acronimo di Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche, è una particolare tassa pagata sia dai soggetti residenti in Italia con redditi prodotti nella nazione e al di fuori di essa, e sia dai soggetti non residenti in Italia ma che producono...
Richieste e Moduli

Come versare la gestione separata Inps

Tutte le attività lavorative da cui si genera reddito per la precisione superiore ai 5000 euro, richiedono l'obbligo di versare i contributi previdenziali. Nello specifico si tratta di pagare in percentuale quanto percepito, e ciò può avvenire in forma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.