Come lavorare da casa col PC

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Oggigiorno, è sempre più difficile trovare un lavoro a tempo pieno, nonostante si sia in possesso di diploma o di laurea. I giovani, che un tempo ripiegavano su occupazioni stagionali, per poter essere di aiuto alla famiglia economicamente e sentirsi "utili", oltre ad avere un minimo di indipendenza finanziaria, spesso vedono trascorrere mesi (se non anni) prima di essere inseriti nell'ambiente lavorativo. Tuttavia, la moderna tecnologia cambia anche il modo di lavorare e sempre più persone, si rivolgono ad internet per arrotondare uno stipendio o per guadagnare qualche soldino. In questa guida, vi illustrerò come lavorare da casa col PC.

27

Occorrente

  • Pc
  • Connessione internet
  • Accuratezza
37

Innanzitutto, lavorare a casa col PC non è né facile, né largamente contribuito, anzi, molte sono le truffe che si possono trovare online, comprese le aziende che promettono molti soldi in poco tempo, ingannando proprio i più deboli e chi ha maggiormente bisogno di racimolare onestamente un compenso. In ogni caso, il lavoro da casa offre la comodità di utilizzare il PC quando si ha tempo libero, con impegni che permettono di seguire figli e famiglia. L'importante è fare molta attenzione a chi offre il lavoro, perché dietro ad un'offerta e ad un monitor, si possono nascondere le più temibili insidie.

47

Solitamente, chi si accinge a lavorare da casa con il PC, come prima possibilità, ricerca nei vari motori di ricerca: "lavoro da casa", trova milioni di siti e subito rimane stupefatto, con l'idea che lavorare in internet sia facile. Nei vari siti si offre ogni tipo di lavoro, ma poi, provandolo, ci si accorge che nessuno regala niente, già è positivo se le ricerche e le fatiche vengono corrisposte in parte. Per lavorare da casa, oltre al PC, occorrerebbero anche delle persone leali che sappiano indicare aziende e lavoro in regola, oltre che remunerato.

Continua la lettura
57

Inoltre, molti sono gli editori, i giornali online, le fonti di notizie di vario tipo e i siti che offrono pochi euro, per ore di lavoro. Il paid to write, legale o no, resiste e paga, a volte le altre fonti truffano, come spesso le varie forme di investimento in aziende che non si conosceranno mai e, che intascano ciò che chi desidera un lavoro, è disposto a spendere.  

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.