Come intestare un'auto aziendale

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per ragioni varie potrebbe essere necessario dover intestare un'auto ad un'azienda. Il motivo che spinge sempre più persone a procedere in tal senso è il beneficio economico derivante da tale pratica. Le tasse di un'auto aziendale sono infatti in parte detraibili. Le moderne leggi hanno però abbassato il valore massimo del rimborso, portandolo al 20% (salvo in poche occasioni). Se avete intenzione anche voi di intestare un'auto aziendale ma non sapete come procedere o le pratiche burocratiche di cui avrete bisogno, allora siete capitati nella guida giusta. Oggi infatti vi mostreremo come intestare un'auto aziendale. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • Conoscere le imposte e le decurtazioni
37

Considerare gli svantaggi

Come detto, intestare un'auto aziendale comporta dei vantaggi in termini economici, tuttavia c'è anche un altro lato della medaglia. Chi assicura un'auto aziendale perde infatti tutti i privilegi (come la classe) che aveva raggiunto con gli anni di assicurazione. Infatti qualora voi foste contraenti di una polizza assicurativa di prima classe (la più alta, quella che costa meno) e intestaste un'auto aziendale, alla successiva auto che comprerete e che doterete di assicurazione, vi ritroverete a partire dalla classe 14esima, la più bassa e priva di vantaggi.

47

Considerare di non possedere auto private

Si potrebbe pensare di continuare ad avere un'auto aziendale per tutta la durata della nostra vita automobilistica e cioè di non possedere più un mezzo privato. Se ne trarrebbe il beneficio di poter scaricare tutte le spese annuali collegate alla macchina come bollo, assicurazione, benzina ed eventuali rate finanziarie!

Continua la lettura
57

Valutare i vantaggi con le nuove leggi

>In poche parole bisogna fare bene i calcoli sui risparmi effettivi, sul valore del mezzo che non deve superare il tetto massimo previsto dalle legge per quella classe di veicoli, quello delle macchine per esempio è di poco più di diciotto mila euro, e tener conto che ora la legge prevede una decurtazione di appena il 20% rispetto alla soglia minima del 50% di qualche anno fa che si estendeva al 100% se il veicolo era adibito anche al trasporto materiali. Inoltre ora la legge copre le spese di un solo veicolo per ogni azienda. Un'eccezione viene fatta per gli agenti di commercio che a causa del loro lavoro annualmente macinano chilometri su chilometri e al quale viene riconosciuto una decurtazione fino all'80% delle spese sostenute. Quindi sull'acquisto di un normale autoveicolo aziendale non utilizzato da agenti di commercio il titolare potrà dedurre il 40% per l'IVA come da prassi e un'ulteriore 20% come spiegato più su. Per un totale del 60%. Da porzionare ulteriormente con le aliquote Irpef pagate dal titolare per un risparmio effettivo ancora minore. Non finisce qui perché la legge prevede inoltre di ripartire la somma risarcita in sei anni con la motivazione dell'uso prolungato nel tempo del veicolo riducendo il risparmio ad una manciata di euro, circa 200, effettivi. In conclusione forse conviene, con le leggi attuali, conservare la macchina di proprietà e la propria classe assicurativa di appartenenza.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come creare un canale aziendale su YouTube

YouTube è stato creato soltanto nel 2005 ma fin da subito ha presentato un'evoluzione straordinaria, in meno di dieci anni dalla sua nascita. Oggi come oggi rappresenta la piattaforma di condivisione di video più celebre ed utilizzata al mondo. Inoltre...
Aziende e Imprese

5 consigli per creare un logo aziendale

La scelta del logo non è semplice come può apparire. È il segno rappresentativo ed unico della propria azienda. Un'immagine o una scritta a cui i clienti associano automaticamente il nome dell'azienda. È anche vero che oggi siamo bombardati di pubblicità...
Lavoro e Carriera

Consigli per un meeting aziendale

A tutti sarà capitato almeno una volta di partecipare ad un meeting aziendale, o come protagonista o come un semplice partecipante. Ma organizzare un meeting è una cosa davvero seria ed impegnativa. Dietro ad ogni meeting ben riuscito vi è un lavoro...
Aziende e Imprese

Come aprire un'impresa Di Pulizia

Fare le pulizie in casa e negli uffici è molto faticoso, ecco perché quindi alcune persone tendono ad assumere del personale di servizio oppure delle imprese di pulizie per svolgere tale ruolo. D'altronde questa attività è difficile che possa fallire...
Lavoro e Carriera

Come realizzare un asilo nido aziendale

Quando si diventa genitori, la vita lavorativa deve, necessariamente, adattarsi alle nuove esigenze familiari. Non è semplice reperire servizi di supporto adeguati, le cui caratteristiche soddisfino le nostre esigenze in termini di orari, costi e locazione....
Aziende e Imprese

Come organizzare una cena aziendale

La cena aziendale è un evento formale od informale con duplice scopo. È un'occasione per instaurare rapporti di complicità e collaborazione tra colleghi. Un'opportunità per raggiungere più agevolmente un obiettivo comune. Inoltre, l'incontro con...
Aziende e Imprese

Come organizzare un meeting aziendale

Molto più spesso nelle aziende di successo si sente parlare del cosiddetto meeting aziendale. Infatti con una buona frequenza, in alcune aziende, viene ritenuto di importanza fondamentale il rapporto che esiste tra il manager (o i manager) ed i dipendenti....
Aziende e Imprese

5 dritte per la scelta del logo aziendale

La scelta del logo aziendale è un momento importante. Un buon logo, infatti, rende l'azienda subito riconoscibile e quindi rappresenta un valido aiuto per il nostro business. È di fondamentale importanza rivolgersi a dei professionisti, che conoscono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.