Come internazionalizzare la propria impresa

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In un'epoca dove ii risparmio non è più un "optional" per qualsiasi azienda, si cerca di abbattere i limiti economici e sociali in favore di una comunicazione che si sviluppi su tutti i piani. Questo atteggiamento è produttivo per lo spirito quanto per le economie. Anche in virtù della crisi economica in corso, pensare in tal senso risulta efficace. Affiorano ogni giorno storie di aziende che mettono i dipendenti sotto cassa integrazione, riducono il personale o chiudono i battenti. Ecco allora come internazionalizzare la propria impresa e e farsi conoscere a livello planetario.

24

Possibili rischi

Quando si decide di internazionalizzare la propria azienda la maggiore preoccupazione riguarda i possibili rischi. Le variabili dipendono soprattutto dalla tipologia di prodotto offerto e dal particolare periodo storico del settore. Bisogna effettuare una prima indagine di mercato svolgendo delle semplici ricerche di settore. A questo scopo potete servirvi anche di internet. Siate molto accorti a selezionare le fonti. Scegliete il paese straniero che presenta una maggior richiesta del vostro prodotto. Approfondite la conoscenza di questo paese, informandovi sulle leggi vigenti, le politiche del lavoro e sondate accuratamente i vari regolamenti.

34

Sondare il territorio

Il passo successivo sarà quello di recarvi sul territorio. Avvalendovi di collaboratori fidati e a proprio agio con la lingua madre del paese vi dovrete recare dai clienti con cui state entrando in rapporti. Il processo di internazionalizzazione sarà lungo e impegnativo, potrà durare anni. Se riuscirete a inserivi in un mercato estero aumenterete la possibilità di espansione. Riuscendo a inserire filiali nei paesi con cui i rapporti di lavoro sono più frequenti. In questo modo ridurrete col tempo i costi di logistica. Alla base di questo processo c'è la conoscenza del proprio prodotto e quella dello stato nel quale desiderate espandervi.

Continua la lettura
44

Potenziali vantaggi

Nonostante la crisi economica stia causando la chiusura di aziende e il fallimento di numerose attività commerciali, alcune ditte continuano a prosperare. Esse puntano a estendere il loro giro d'affari anche all'estero. È grazie a chi riesce ancora a produrre un buon fatturato e ad estendersi che si può uscire dall'attuale situazione. Le aziende che versano in difficoltà possono vederle come una risorsa e non come un nemico. L'unione di più attività e la collaborazione possono diventare un valore aggiunto nel tentativo di riemergere da una situazione difficile.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.