Come gestire un database fornitori con excel

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Excel è un programma della Microsoft, molto utilizzato nei nostri tempi per gestire con estrema efficacia fogli elettronici di calcolo. Excel si adatta particolarmente bene alla gestione di archivi di dati, come dimostrato dalla sua schermata iniziale, dotata di righe e colonne: un eccellente mezzo per rappresentare un database. Un archivio, infatti, lo si può interpretare semplicemente come una collezione di informazioni rappresentate da una successione di coppie di dati: la descrizione del dato e il corrispondente suo valore. In questa guida, si prenderà in considerazione, più precisamente, la gestione di un database con Excel, facendo riferimento ad un caso concreto: un database di fornitori.

27

Occorrente

  • Computer
  • Excel
37

Nel caso del database di fornitori si può ipotizzare la seguente struttura elementare: nome del fornitore, indirizzo, città di appartenenza, partita IVA, categoria merceologica, numero della fattura che ha emesso e totale di questa fattura, corrispondente al debito. Si inizia, quindi, la predisposizione su Excel delle informazioni descritte in precedenza. Aprendo l'applicazione e ci si trova davanti ad un foglio elettronico sostanzialmente vuoto. Nella prima riga dello schema si Inizierà ad inserire tutte le tipologie di informazioni relative ai fornitori, e quindi: "Fornitore", "Indirizzo" , "Città_appartenenza", "Partita_iva", "Categoria_merceologica", "Numero_fattura", e, infine, "Totale_fattura".

47

In modo tale da non confondersi visualmente tra campi e i dati dei record, si consiglia di evedidenziare in grassetto e aggiungere un colore di riempimento (es. Grigio chiaro) ai campi che sono già inseriti nella prima riga cioè: "Fornitore", "Indirizzo" , "Città_appartenenza", "Partita_iva", "Categoria_merceologica", "Numero_fattura" e, infine, "Totale_fattura". E se si vuole, perché no, dato che siamo nella piattaforma excel potremmo anche aggiungere dei bordi alle caselle. Quindi:1) Evidenziare in grassetto: Passaggio molto semplice, evidenziare le celle o campi interessati e cliccare su "G" che troverete nella barra degli strumenti di excel.2) Aggiungere colore di riempimento: evidenziare le celle o campi interessati e cliccare nel pulsante raffiguarto un secchio di vernice, sempre presente nella "Home". Quindi scegliere il colore interessato ed è fatta.3) Aggiungere bordi: Evidenziate le celle interessate e cliccare con il tasto destro, dopodiché proseguire con "Formato celle" - "Bordo" - impostate lo stile, il colore e il tipo di bordo che più vi piace e il gioco è fatto. Prima di iniziare a riempire potremmo gestire anche la tipologia di caselle per esempio quella del totale fatturato predisponendolo come valuta quindi selezionando dall'inizio della prima riga (record) fino in giù, cliccare con il tasto destro sulle celle selezionate / Formato celle /Numero /Valuta/OK.

Continua la lettura
57

Dopo questo passaggio andranno inserite le informazioni reali di ogni singolo fornitore. Ad esempio "ROSSI, V. CALVANESE 4, FIRENZE, 11223344556, CANCELLERIA ED ACCESSORI UFFICIO, 1, 15000," seguito dal fornitore "VERDI, V. GARIBALDI 51, BOLOGNA, 22334455667, MACCHINE PER UFFICIO, 14, 12000", il fornitore "F. LLI ICARO, V. GIOTTO 176, VERONA, 33445566778, ABBIGLIAMENTO ED ACCESSORI DEL PERSONALE, 22, 1600 e così via. I dati di ogni fornitore andranno ovviamente inseriti in una riga (record) diversa del foglio di calcolo / database.

67

Per fare il totale dei tuo debiti nei confronti dell'insieme complessivo dei fornitori ci si dovrà posizionare sulla colonna "Totale_fattura", nella riga che segue l'elenco dei fornitori e scrivendo sulla casella "=" compariranno tutte le funzioni principali di excel, quindi selezionare "SOMMA", non dimenticando di selezionare poi le celle corrispondenti dei fornitori stessi. Quando si preme "Invio" si ottieni immediatamente il risultato della somma desiderata. Se invece occorrerà fare una ricerca di qualche tipo sul nuovo database, si dovrà selezionare in Excel il menu "Trova", digitando l'informazione da ricercare, ad esempio la città FIRENZE, per trovare tutti i fornitori che risiedono in quella città specifica. Excel diventerà quindi un modo facile e preciso per gestire un database, anche voluminoso, di fornitori.

77

Infine salvare il progetto affinche possa essere utilizzato nuovamente. FILE/SALVA CON NOME/SALVA

Alla fine di questa guida troverete riportato in dettaglio un video caricato su YouTube che vi permetterà di capire dettagliatamente i vari passaggi.

https://m.youtube.com/watch?v=TDXyGw1sayw

.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come registrare una bolla doganale

Gli acquisti effettuati fuori dal territorio comunitario, sono documentati dalla bolla doganale, che fiscalmente rappresenta la nazionalizzazione della merce, con relativo pagamento di I.V.A. e dazi doganali. Ma come registrare una bolla doganale? Come...
Aziende e Imprese

Come gestire ed ordinare le scadenze mensili

Uno dei problemi gestionali che deve affrontare una piccola - media azienda sono i pagamenti. Soprattutto quando questi sono in modalità dilazionata, ad esempio a quote di 30-60-90 giorni, è indispensabile un rendiconto delle spese da sostenere, in...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto

Quando si arriva al momento della chiusura di un esercizio commerciale, per poter depositare un corretto bilancio della situazione dell'attività stessa, può essere necessario contabilizzare le rettifiche delle fatture di acquisto dei beni. Questi costi,...
Lavoro e Carriera

Come gestire un database clienti con excel

Vedremo in questo tutorial come gestire una database clienti con Excel. La gestione della clientela rappresenta una risorsa per l'impresa piccola. Semplificano il contatto con il consumato degli elenchi strutturati di clienti, con i dati personali rispettivi....
Aziende e Imprese

Come Contabilizzare Gli Anticipi A Fornitori

Che cosa si intende per contabilizzazione degli anticipi? A che modalità di pagamento si associa il concetto di anticipo o acconto? Si considera anticipato il pagamento eseguito da un acquirente nei confronti di un venditore prima della consegna del...
Aziende e Imprese

Come trattare gli imballaggi in contabilità generale

Gli imballaggi danno luogo, contabilmente, a delle problematiche differenti nella contabilità generale, a seconda della loro tipologia e della destinazione. In questa semplice ed esauriente guida vi proponiamo di fare chiarezza su come trattare gli imballaggi...
Aziende e Imprese

Come contabilizzare l'acquisto di immobilizzazioni

Ogni impresa nello svolgimento della propria attività necessita del possesso di immobilizzazioni ossia di beni il cui utilizzo si protrae nel tempo e che sono altrimenti conosciuti nella prassi contabile come beni a fecondità ripetuta. Tali beni sono...
Aziende e Imprese

Come tenere la contabilità in primanota

Se viene bollato, secondo le norme di legge, può fare le veci del libro giornale, la prima nota è un registro delle entrate e delle uscite di immediata lettura; esso non è obbligatorio, ma è un valido aiuto per un'attività commerciale. Con questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.