Come gestire un condominio senza amministratore

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Moltissimi condomini vengono gestiti da un amministratore. Dalla metà dell'anno 2015 è stata immessa una legge che obbliga i risedenti di condominio, il cui numero di famiglie è al di sopra delle otto ad assumere un amministratore; la decisione è stata a lungo criticata, tuttavia un amministratore di condominio è utile quando all'interno dello stabile si verificano dei problemi che coinvolgono tutti; per esempio dei lavori al palazzo o la manutenzione: per tali ragioni è stata per l'appunto introdotta una figura che faccia da controllore e moderatore del condominio. Sebbene avere un amministratore di condominio è una cosa ragionevole, molto spesso risulta essere anche costoso; per tali motivazioni viene data la possibilità alle persone di farne a meno (ovviamente ci sono leggi civili che regolamentano questa possibilità). In questa guida verrà dunque spiegato come gestire un condominio senza l'assistenza amministratore.

25

Autogestire il proprio condominio è possibile, infatti la legge lo consente e accade specialmente quando si tratta di piccoli edifici con minime esigenze di amministrazione o di immobili di recente costruzione e dotati di servizi autonomi. Occorre però valutare sempre i probabili vantaggi e gli eventuali rischi. L'autogestione può offrire un discreto risparmio, ma non può escludere qualche possibile esperienza negativa, magari dovuta a disaccordi e indecisioni. L'articolo 1129 contenuto nel Codice Civile, prevede che venga nominato un amministratore quando i condomini risultano essere più di quattro. Questa figura viene scelta dall'assemblea e se in tale sede non si provvede ad eleggerla, la nomina può essere effettuata con l'intervento dall'Autorità Giudiziaria.

35

Se si sceglie la strada dell'autogestione, ci sono alcuni passi fondamentali da compiere: per esempio bisogna conoscere il codice civile; in questo caso ci si potrebbe riunire con gli altri condomini per generare il regolamento da seguire. L'idea è quale di trovare un'accordo che possa soddisfare tutti, in questo modo anche se una regola potrebbe sembrare un po' fuori dall' ordinario verrà applicata in quanto accettata all'unanimità.

Continua la lettura
45

L'accordo comprenderà anche norme e rapporti tra condomini, gestione dei luoghi comuni ed anche rapporti con fornitori esterni, per tale motivo è bene essere molto specifici e chiari quando si pone tutto su carta. Infine si ricordi che tali regole saranno valide anche per i condomini che successivamente entreranno a far parte del suddetto condominio. Spero che la mia guida vi sia stata di aiuto.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' sempre una buona scelta quella di avvalersi di un professionista abile nella contabilità e sempre aggiornato su ogni eventuale nuova normativa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Case e Mutui

Come risolvere i problemi in un condominio autogestito

Necessiterebbero di un’amministrazione limitata soltanto a poche settimane all'anno, come ad esempio le palazzine per le vacanze estive. Effettivamente, quando si tratta di pochi appartamenti, è consentito fare a meno della figura di un amministratore...
Case e Mutui

Come cambiare amministratore di condominio

L'amministratore gestisce le criticità di un condominio. Risolve i problemi ed i disguidi per i beni comuni. Mitiga eventuali incomprensioni tra i condomini, trovando un accordo tra le parti. Non sempre però questa figura professionale svolge adeguatamente...
Case e Mutui

Come Revocare Un Amministratore Di Condominio

L'amministratore di condominio è la persona che ha il potere esecutivo all'interno di un condominio. L'amministratore non instaura nessun rapporto con il condominio in quanto persona non giuridica, ma con i singoli condomini, che invece sono personalità...
Case e Mutui

Come tutelarsi se un amministratore di condominio ha lasciato dei pagamenti insoluti

Non è raro scoprire che un amministratore di condominio abbia tralasciato il pagamento di alcune bollette condominiali come le bollette dell'acquedotto o altri pagamenti da sostenere per conto dei condomini. Con l'arrivo di un nuovo amministratore, vengono...
Case e Mutui

Come revocare l'amministratore di condominio

La maggior parte dell'ente persone nell'epoca moderna vive in un condominio. Nonostante questo fatto abbia anche dei notevoli vantaggi, c'è comunque bisogno di designare un amministratore di condominio che si occupi di tutti i problemi e della gestione...
Aziende e Imprese

Come amministrare un condominio

Convivere con altre persone è difficile, possiamo immaginarci amministrare un gruppo di persone mettendo d'accordo tutti. Chi abita in condominio sa le difficoltà del convivere con i propri vicini, avere a che fare con le riunioni amministrative, prendere...
Lavoro e Carriera

Come diventare amministratore di condominio

L'amministratore di condominio è una persona che gestisce le spese. Egli si fa carico dei lavori da effettuare nel condominio e successivamente della supervisione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria che sono stati eseguiti. Generalmente...
Richieste e Moduli

Come sollecitare l'intervento dell'amministratore di condominio

A partire dal 18 giugno 2013, avere un amministratore di condominio è diventato obbligatorio per tutti gli stabili in cui vi alloggiano più di otto nuclei familiari. Questo perché, maggiore è il numero di abitanti in un palazzo, maggiore è il rischio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.