Come funzionano le carte prepagate

di Chiara De Matteo tramite: O2O difficoltà: media

Una carta prepagata è una carta di credito sulla quale è possibile depositare una determinata somma di denaro e poter fare acquisti senza utilizzare i contanti. Alcuni esempi di carte prepagate sono la Visa e l'American Express. La gestione di una carta prepagata è più o meno simile alla gestione di un conto di risparmio o di una carta di credito; è diversa, invece, dal conto corrente bancario. Non bisogna preoccuparsi degli interessi, degli oneri finanziari o di pagamenti in ritardo. Il saldo disponibile sulla carta rappresenta tutto ciò che si è in grado di spendere. Non ci sono, quindi, obblighi o scadenze che ruotano intorno a quella somma di denaro. Premesso questo, vediamo come funzionano le carte prepagate.

1 Un estratto conto In genere, le carte prepagate non danno origine all'invio di un estratto conto; ciò nonostante il titolare potrebbe farne richiesta anche se questo prevede il pagamento di una commissione e di un'imposta di bollo. In alternativa la verifica periodica sui movimenti può essere effettuata presso lo sportello bancomat dell’istituto emittente oppure contattando il servizio clienti. Un altro utile sistema di controllo è inoltre il servizio sms, generalmente gratuito, con il quale il titolare della carta riceve un messaggio sul cellulare ad ogni pagamento effettuato.

2 Contestuale all'acquisto Le carte prepagate possono essere accese in banca o presso la posta, possono essere richieste anche da chi non è titolare di conto corrente e vengono caricate con una somma di denaro utilizzabile fino ad esaurimento credito. Si tratta di carte di debito, poiché il prelievo della somma pagata è contestuale all'acquisto o al prelevamento presso uno sportello e l’utilizzo massimo è dato dall'importo caricato. Possono essere impiegate anche come strumento sostitutivo di un conto corrente ma in linea generale è opportuno fare in modo che le carte contengano somme moderate per cautelarsi da un possibile uso fraudolento, smarrimento o furto.

Continua la lettura

3 Il costo Il costo della carta prepagata e della sua gestione è stabilito dall'ente emittente e si tratta di una spesa variabile che diviene applicabile al rilascio e per ogni successivo evento straordinario, come il blocco, l’estinzione anticipata, la ricarica, etc.  Il costo complessivo varia anche in funzione dell’esistenza o meno di un conto corrente sottostante da utilizzare come forma complementare di pagamento.  Approfondimento Guida alle carte prepagate con IBAN (clicca qui) Chiaramente, se si rinuncia a queste forme di transazione e si utilizza la carta in sostituzione del conto è possibile abbattere notevolmente le spese di tenuta conto.

Come annullare un pagamento con Postepay La Carta Postepay è un sistema di pagamento tramite moneta elettronica ... continua » Come contestare un addebito su carta di credito prepagata I titolari di carte di credito prepagate possono presentare controversie alle ... continua » Come ricaricare una carta PayPal Paypal è un famosissimo sistema di pagamento online, che permette di ... continua » Come trasferire il denaro da Postepay a Paypal Le carte di credito e le prepagate fanno sempre più parte ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide