Come funziona la retribuzione nel contratto a chiamata

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Nell'ambito dei contratti di lavoro di tipo occasionale, esiste il "contratto a chiamata". Denominato anche "contratto a intermittenza" oppure "job on call". Si tratta di un tipo di contratto di lavoro di introduzione piuttosto recente. Si disciplina con l'art. 13 del D. Lgs. 81/2015. Dal 1 gennaio 2018, potrebbe essere la valida soluzione alternativa all'abolizione dei voucher. Nella fattispecie, qui di seguito vedremo come funziona la retribuzione del contratto a chiamata.

28

Occorrente

  • Informazioni chiare sul contratto di lavoro a chiamata.
38

Come funziona il contratto di lavoro a chiamata

Prima dell'esame della retribuzione, specificheremo meglio il funzionamento del contratto a chiamata. Si tratta di un contratto di lavoro di tipo subordinato. Attraverso di esso il lavoratore offre la sua disponibilità al datore di lavoro ad intermittenza. Ossia fornisce le sue prestazioni lavorative in maniera saltuaria e discontinua. Il tutto in periodi di tempo prefissati: settimanali, mensili o annuali.

48

Come si articola il contratto di lavoro a chiamata

Il contratto di lavoro a chiamata si suddivide in due tipi. A differenza dell'altro, uno prevede l'obbligo della corresponsione di un'indennità di disponibilità. L'indennità scaturisce dal vincolo del lavoratore alla chiamata del datore di lavoro. Qualsiasi soggetto può aderire a questo tipo di contratto. Se ne escludono però le Pubbliche Amministrazioni e le imprese prive della valutazione dei rischi. Naturalmente, secondo le norme in vigore sulla sicurezza dei posti di lavoro.

Continua la lettura
58

Come si stipula il contratto di lavoro a chiamata

La validità del contratto di lavoro a chiamata richiede la stipula in forma scritta. Il contratto scritto deve indicare diversi punti necessari. Ovvero, il periodo ed il luogo della prestazione lavorativa. E le modalità della disponibilità con il relativo preavviso. Si dovrà anche specificare il trattamento economico dovuto al lavoratore. Il tutto, chiarendo le modalità ed i tempi di pagamento. Tra i punti salienti del contratto, esiste l'indicazione delle presenze. Nonché la forma adottata dal datore di lavoro per la richiesta delle prestazioni lavorative.

68

Come si corrisponde la retribuzione del contratto di lavoro a chiamata

Ecco infine come funziona la retribuzione nel contratto a chiamata. Il lavoratore ha diritto ad una paga oraria come quella di un lavoratore subordinato di pari livello. Oltre ad una indennità di disponibilità del 20% per la presenza garantita in precisi periodi. L'indennità decade nel caso di rifiuto della chiamata da parte del lavoratore. In caso di vincolo, una mancata giustificazione da parte del lavoratore comporta dei rischi. Cioè quello della risoluzione del contratto. Ma anche quello della restituzione dell'indennità del mese successivo al rifiuto stesso.  

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Concordare in modo preciso e chiaro la propria disponibilità con il datore di lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Aziende e Imprese

Come trattare in contabilità l'indennità di preavviso

Oggi parleremo di contabilità e di indennità di preavviso, in questa guida. Come voi lettori e lettrici -probabilmente- ben saprete, l’istituto del preavviso tutela il soggetto che, all'interno dell’ambito del recesso di un contratto di lavoro a...
Aziende e Imprese

Come annotare le retribuzioni in partita doppia

Se ti trovi in questa pagina significa che sei alle prese con un libro giornale ed una partita doppia, e sia che tu sia uno studente in cerca di aiuto e suggerimenti per capire il procedimento e prendere un bel voto a scuola, sia che tu sia alle prese...
Finanza Personale

Come calcolare l'indennità di malattia

L'indennità di malattia è un risarcimento in denaro riconosciuto ai lavoratori quando questi sono impossibilitati, a causa di una malattia, ad assolvere ai loro doveri lavorativi. L'indennità di malattia è a carico dell'INPS e non è un diritto di...
Lavoro e Carriera

Contratto di lavoro intermittente o a chiamata: come funziona

Alcune aziende ed enti privati si avvalgono di lavoratori con contratto di lavoro intermittente o a chiamata in occasione di eventi speciali. A volte, in determinate occasioni e orari, quando l'attività ha bisogno di personale in più, si rivolge ad...
Finanza Personale

Come calcolare l'importo di disoccupazione

La regolamentazione degli ammortizzatori sociali è stata modificata nel Gennaio 2013, quando venne introdotta la cosiddetta Aspi. L'Aspi, sigla che sta per assicurazione sociale per l'impiego, ha lo stesso valore legale della precedente indennità di...
Lavoro e Carriera

I principali diritti del lavoratore subordinato

La legislazione prevede la tutela dei lavoratori dipendenti per garantire loro un corretto rapporto con il datore di lavoro. Il lavoratore ha una posizione di inferiorità rispetto a lui ed è fondamentale quindi che le leggi regolamentano il rapporto...
Richieste e Moduli

Mancata retribuzione: come procedere

Il lavoratore, in cambio della propria attività lavorativa, riceve un controvalore economico, solitamente mensile, denominato retribuzione. Capita talvolta che questo compenso non venga pagato dal datore di lavoro nei tempi previsti. Le cause per tale...
Richieste e Moduli

Cos'è e a chi spetta la mini Aspi

La "mini ASPI" è una prestazione a domanda riguardante una retribuzione a favore di quei lavoratori che hanno involontariamente perso il lavoro, o che non rientrano nelle categorie di lavoratori agricoli o dipendenti a tempo indeterminato delle Pubbliche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.